IL FUTURO DI NETFLIX E' APPESO A UN FILM? - LA PIATTAFORMA DI STREAMING HA LICENZIATO 150 DIPENDENTI, LE AZIONI SONO CROLLATE, GLI ABBONATI SONO IN FUGA, E I FILM CHE HA PRODOTTO NON ECCITANO IL PUBBLICO - L'ULTIMO, CHE USCIRA' TRA DUE MESI, SI INTITOLA "THE GREY MAN" E' COSTATO 220 MILIONI DI DOLLARI, ED E' DIRETTO DA ANTHONY E JOE RUSSO, GIA' REDUCI DAGLI "AVENGERS" - PER ORA LE VOCI NON PROMETTONO NULLA DI BUONO... - TRAILER 

-

Condividi questo articolo


 

Dagotraduzione da Showbiz411

 

The Grey Man The Grey Man

Oggi Netflix ha licenziato almeno 150 persone. Il mese scorso ne aveva mandate via almeno altre 25. Queste ultime erano dipendenti anonimi distribuiti in altri paesi. Ma i nuovi licenziati sono impiegati editoriali, per lo più di stanza a Los Angeles, che lavoravano sul social media Tudum di Netflix. Sono state liquidate anche 70 dipendenti del dipartimento di animazione e potrebbero essere incluse o meno nel conteggio.

 

Il 18 aprile le azioni di Netflix sono crollate dopo che la società ha annunciato di aver perso 200.000 abbonati e ha previsto la defezione di altri 2 milioni. Il titolo non è rimbalzato. Un mese dopo, Netflix viene scambiata a circa 190 dollari. Un mese fa, il suo valore era quasi il doppio, 348 dollari. Sei mesi fa, le azioni erano quotate a 690 dollari. È chiaro che c’è un problema.

 

The Grey Man 2 The Grey Man 2

Ma i problemi non riguardano solo le defezioni degli abbonati. Netflix ha speso soldi a più non posso. A Cannes i film Netflix non sono ammessi perché non vengono proiettati nelle sale francesi. Negli Stati Uniti c’è resistenza nei confronti di Netflix perché mina il business della distribuzione nelle sale, quello che era il cuore dell’industria cinematografica.

 

C’è poi la questione dei film veri e propri. Netflix ha ripetutamente scelto l’esoterico: opere d’arte lunghe, costose, difficili da capire. Basta pensare al “Il potere del cane” o “Roma”. L’azienda si è impegnata in molti film che il pubblico non ha capito. E adesso è in attesa di lanciare la sua pellicola più costosa, girata al prezzo di 220 milioni di dollari, “The Grey Man”. Ma a meno di due mesi dal rilascio, non c’è un trailer aggiornato. L’ultimo ufficiale è stata diffuso più di un anno fa.

 

The Grey Man 3 The Grey Man 3

Il film è diretto da Anthony e Joe Russo, passati dalla tv alla realizzazione dei film “Avengers”. Non sono noti per la sottigliezza. Nel 2019 hanno girato un film di due ore e mezza dal titolo “Cherry” con Tom Holland, alias Spider Man. È stato distrutto dalla critica, ottenendo solo il 37% su Rotten Tomatoes. Nessuno sa quanto abbia incassato da quando è stato rilasciato su Apple Tv Plus.

 

"The Grey Man" è pieno di nomi stellati: Chris Evans, Ryan Gosling, Ana de Armas, oltre a Billy Bob Thornton, Alfre Woodard e la star di "Bridgerton" Regé-Jean Page. In passato, i film con budget giganteschi e in espansione (vedi "Waterworld", "The Postman", "Ishtar" ecc.) che si diceva fossero disastri incombenti hanno dimostrato che i pettegolezzi erano corretti.

 

The Grey Man 4 The Grey Man 4

Nessuno sa ancora se i Russo siano riusciti a mettere insieme "The Grey Man" o se sia una bomba a orologeria. È possibile che alcune persone lo sappiano, in realtà, e questi licenziamenti potrebbero essere un modo per scaricare il peso da una barca che si riempie d'acqua. "The Grey Man" è un film da 220 milioni di dollari senza supereroi o effetti speciali, non fa parte di un franchise, è fondamentalmente un film di spionaggio come le avventure di "Bourne". E nonostante non abbia un trailer attualmente disponibile, arriverà tra due mesi.

 

Speriamo sia fantastico con la F maiuscola!

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute