GATTI E MISFATTI - ANTONIO TIBERI, CICLISTA 21ENNE RESIDENTE A SAN MARINO, È STATO CONDANNATO A PAGARE UNA MULTA DA 4 MILA EURO PER AVER UCCISO IL GATTO DEL MINISTRO DEL TURISMO E DELLE POSTE DEL TITANO, FEDERICO PEDINI AMATI, CON UN FUCILE AD ARIA COMPRESSA - L'ATLETA HA CONFESSATO DI AVER AMMAZZATO L'ANIMALE: "ERO CONVINTO CHE L’ARMA NON FOSSE LETALE" - PEDINI AMATI: "NON SI PUÒ AMMAZZARE UN ANIMALE DOMESTICO E CAVARSELA CON 4.000 EURO DI MULTA. NON ABBIAMO BISOGNO DI DARE LA RESIDENZA A QUESTE PERSONE…"

-

Condividi questo articolo


antonio tiberi 6 antonio tiberi 6

Estratto dell'articolo di David Oddone,Mario Gerevini per il “Corriere della Sera”

 

«Posizionandosi con la carabina ad aria compressa del tipo Hatsan BT65 SB Elite in prossimità della finestra dell’appartamento in cui risiede a San Marino… l’imputato esplodeva colpi in direzione via Istriani, colpendo intenzionalmente al cranio un gatto che ivi transitava…». […] Piccola storia di ordinaria follia nella Repubblica di San Marino[…]

il gatto di federico pedini amati il gatto di federico pedini amati

 

1) Il povero gatto è morto sul colpo con «l’evidente segno — si legge nelle carte dell’inchiesta — di un foro di proiettile nel capo».

2) A sparare è stato un ragazzo di 21 anni, Antonio Tiberi, […] ciclista professionista, bronzo agli europei 2018 e oro nella crono juniores ai mondiali 2019; ha partecipato a Vuelta e Giro di Lombardia .

3) Tiberi è italiano ma residente a San Marino dal marzo 2022, attratto, come molti altri ben retribuiti sportivi […], da un regime di tasse agevolate introdotto a fine 2020 dal governo in carica con la legge «residenze atipiche».

4) Il gatto ammazzato da Tiberi era stato «adottato» dal ministro del Turismo e delle Poste Federico Pedini Amati, 46 anni, ex capo di Stato.

5) A chiamare i gendarmi quella sera del 21 giugno scorso è stato proprio il ministro.

6) La condanna: 4.000 euro.

 

antonio tiberi 5 antonio tiberi 5

[…] Il ciclista-tiratore […] Ammette le responsabilità nell’interrogatorio a novembre, quando l’indagine lo aveva già sgamato incrociando A) residenti B) titolari di armi C) linea di tiro.

 

«Il mio intento […]era semplicemente misurare la capacità di tiro dell’arma, tanto che ho preso di mira un cartello di divieto...ammetto anche di avere (altrettanto stupidamente e incoscientemente) provato a colpire un gatto... e con mia sorpresa l’ho effettivamente colpito… non avevo nessuna intenzione di uccidere l’animale, anzi ero convinto che l’arma non fosse letale». A San Marino il codice penale punisce «con l’arresto di secondo grado o con la multa chiunque sottopone gli animali a strazio o sevizie … ovvero senza necessità li uccide».

 

federico pedini amati 4 federico pedini amati 4

 […]il ministro Pedini Amati […] «Non si può ammazzare un animale domestico e cavarsela con 4.000 euro di multa. Ho apprezzato che il ragazzo abbia ammesso il fatto, detto questo non abbiamo bisogno di dare la residenza a queste persone». […]

federico pedini amati 3 federico pedini amati 3 antonio tiberi 4 antonio tiberi 4 federico pedini amati 1 federico pedini amati 1 antonio tiberi 1 antonio tiberi 1 antonio tiberi 2 antonio tiberi 2 antonio tiberi 3 antonio tiberi 3 federico pedini amati 2 federico pedini amati 2 federico pedini amati 5 federico pedini amati 5

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...