GIOVENTÙ DA BRUCIARE – UN AMBULANTE BENGALESE VIENE PRESO A SASSATE DA UNA BABY GANG A NAPOLI : L’UOMO È STATO FERITO IN MODO GRAVE ALLA FACCIA – INTORNO ALLA MEZZANOTTE DI LUNEDÌ 6-7 RAGAZZINI L’HANNO CIRCONDATO CON L'OBIETTIVO DI PRENDERE LE COVER E GLI ACCESSORI TELEFONICI CHE VENDEVA, POI… – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

baby gang baby gang

 

Laura Carcano per LaPresse

 

Un ambulante originario del Bangladesh è stato preso a sassate da una 'baby gang' a Napoli. L'aggressione è avvenuta nella notte fra domenica e lunedì da parte di un gruppo di 6-7 ragazzini, a quanto ricostruito dalla polizia che indaga sul caso.

 

ambulante ambulante

L'ambulante extracomunitario è stato ferito in modo grave alla faccia in via Orsini, a ridosso del lungomare nella zona di Santa Lucia, in una zona centrale del capoluogo partenopeo, poco dopo la mezzanotte, quando uno dei giovanissimi del gruppo lo avrebbe colpito con un sasso ferendolo. In base alle ricostruzioni la baby gang che lo ha circondato voleva prendere della merce. L'ambulante vendeva cover dei telefoni cellulari e supporti per i telefonini nella sua bancarella.

sassate sassate

 

Coinvolto nell'aggressione ad opera dei giovani come vittima ci sarebbe anche un altro ambulante che ha riportato ferite meno gravi. Ora è caccia al 'branco'. La polizia è al lavoro per ricostruire quanto accaduto la notte di domenica mediante l’esame delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate nella centrale zona della città. Sull’ aggressione investigano gli agenti del Commissariato San Ferdinando.

 

Il lungomare di Napoli non è nuovo a episodi di violenza. Fu, ad esempio, la scena di una sparatoria tra via Chiatamone e via Partenope, una vendetta contro i posteggiatori abusivi.

baby gang baby gang baby gang baby gang

 

Condividi questo articolo

media e tv

GHALI DA COMBATTIMENTO – “FINO ALL’ANNO SCORSO DORMIVO CON MAMMA. ORA STO CON UNA GRANDISSIMA FIGA CHE MI AMA E MI VUOLE ANCHE SE DOMANI LA MIA CARRIERA FINISCE IL PADRE IN PRIGIONE, LA PASSIONE PER GLI ABITI FIRMATI, L’INTEGRAZIONE (“IN ITALIA ABBIAMO COMINCIATO A MISCHIARCI ADESSO”), CHECCO ZELONE ("IN 'TOLO TOLO' ACCONTENTA SIA IL RAZZISTA CHE GLI ANTIRAZZISTI") E LA MUSICA CHE LO HA SALVATO (NONOSTANTE I FLOP DELL’ESORDIO) - "PER LA DELUSIONE HO SMESSO PER UN PAIO D’ANNI. POI YOUTUBE MI HA FATTO CAPIRE CHE…" - VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute