GIÙ LE MANI DA GIGI DAG! – DA MESI “L'AMOUR TOUJOURS”, DEL DJ TORINESE GIGI D'AGOSTINO, È PRESA IN OSTAGGIO DAGLI ESTREMISTI DI DESTRA: LA CANZONE VIENE ACCOMPAGNATA DA SLOGAN XENOFOBI ED È DIVENTATA UNA SORTA DI INNO DELLA SCENA NEONAZISTA TEDESCA – IL BRANO È STATO STORPIATO DA UN GRUPPO DI RAMPOLLI TEDESCHI CHE HANNO CAMBIATO LE PAROLE CON FRASI RAZZISTE. E ORA DISCOTECHE E SAGRE BOICOTTANO LA CANZONE… VIDEO

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Jeanne Perego per www.lastampa.it

 

saluti romani a una festa in germania 1 saluti romani a una festa in germania 1

In Germania da giorni si parla solo di una canzone, e non perché abbia vinto qualche festival o perché sia in vetta alle classifiche, ma perché è stata strumentalizzata dall’estrema destra. La canzone è L'amour toujours del dj torinese Gigi D'Agostino, un brano orecchiabile che dal 2001 […]

 

Negli ultimi giorni la canzone è finita sotto i riflettori, e soprattutto è rimbalzata sui social media, dopo il video diventato virale in cui un gruppo di rampolli dell’alta borghesia tedesca, con flûte di champagne e bicchieri di spritz in mano, sicuri di sé stessi tanto da farlo in pubblico senza remore, intona lo slogan razzista “Ausländer raus, Deutschland den Deutschen, Ausländer raus“, “Fuori gli stranieri, Germania ai tedeschi, fuori gli stranieri "sulle note del ritornello, durante la festa d’apertura della stagione al Pony Club di Sylt, il locale più esclusivo dell’isola dei vip nel Mare del Nord.

gigi dagostino 2 gigi dagostino 2

 

In Germania l’indignazione per il video, in cui uno dei presenti fa anche il saluto romano e simula i baffetti di Hitler con le dita, è enorme, sull’accaduto si sono espressi anche il cancelliere Scholz e la ministra degli Interni Faeser. In realtà “L'amour toujours" è un successo globale assolutamente innocuo che da mesi, almeno da novembre dello scorso anno, è stato preso in ostaggio dagli estremisti di destra: la canzone manipolata risuona accompagnata dagli slogan xenofobi nelle feste popolari, è diventata una sorta di inno della scena neonazista tedesca.

 

PROTESTE PRO PALESTINA A BERLINO PROTESTE PRO PALESTINA A BERLINO

Solo negli ultimi giorni, dopo il fattaccio di Sylt, secondo quanto riferiscono alcuni quotidiani bavaresi 2 uomini hanno scandito slogan razzisti al ritmo di “L'amour toujours” in un ristorante all’Erlanger Bergkirchweih. Un caso simile si è verificato anche in una festa del tiro a segno di Löningen in Bassa Sassonia. Ora, oltre all’indignazione, e alle indagini della polizia scattate ovunque, arrivano le prime reazioni: diverse feste popolari e diverse discoteche hanno deciso di boicottare l’hit che fa ballare tutti.

saluti romani a una festa in germania 5 saluti romani a una festa in germania 5 saluti romani a una festa in germania 4 saluti romani a una festa in germania 4 gigi dagostino 5 gigi dagostino 5 gigi dagostino 1 gigi dagostino 1 gigi dagostino 4 gigi dagostino 4 gigi dagostino gigi dagostino saluti romani a una festa in germania 2 saluti romani a una festa in germania 2 gigi dagostino 3 gigi dagostino 3 saluti romani a una festa in germania 3 saluti romani a una festa in germania 3 gigi dagostino gigi dagostino saluti romani a una festa in germania 7 saluti romani a una festa in germania 7

[…]

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE