HARRY E MEGHAN SONO DIVENTATI UFFICIALMENTE DUE INFLUENCER AMERICANI: LEI HA LANCIATO IL SUO MARCHIO DI LIFESTYLE, SOGNA DI DIVENTARE LA NUOVA GWYNETH PALTROW E FA MARMELLATE IN ATTESA DI UN PROGRAMMA DI CUCINA – LUI HA TAGLIATO L’ULTIMO LEGAME CON LA GRAN BRETAGNA SPOSTANDO LA SUA RESIDENZA A MONTECITO E ORA SI OCCUPA DI DOCUMENTARI SUL POLO SU NETFLIX – E GLI INGLESI TIRANO UN SOSPIRO DI SOLLIEVO...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Luigi Ippolito per www.corriere.it

 

principe harry meghan markle 6 principe harry meghan markle 6

«Meglio fare marmellate che fare casino»: tira aria di sollievo a Londra di fronte alla svolta Ferragnez (prima maniera) di Harry e Meghan. Lei ha avviato ufficialmente il suo business di lifestyle lanciando la sua marmellata di fragole, per ora in vasetti numerati e autografati. Lui promuove il polo […]

 

E il segno della svolta è anche il fatto che Harry ha preso ufficialmente la residenza americana, tagliando così l’ultimo ponte col Regno. I duchi di Sussex sono ormai diventati a tutti gli effetti una coppia di influencer a stelle e strisce.

 

principe harry meghan markle principe harry meghan markle

Meghan ha probabilmente come obiettivo quello di emulare Gwyneth Paltrow e il suo Goop: il business della duchessa si chiama American Rivera Orchard e ha esordito con un’edizione limitata e numerata di 50 vasetti di marmellata, con etichetta calligrafata a mano da lei stessa e spediti ad amici e ammiratori in giro per l’America in un cesto di limoni di Montecito, la località californiana dove i duchi risiedono. Gli amici di Meghan fanno notare che il brand ricalca quelli di altri reali, come i prodotti organici di Carlo: ma a Corte non sono molto convinti, anche perché la duchessa accompagnerà la sua linea con un programma di cucina.

 

E Harry intanto che fa? Si occupa di documentari sul polo per Netflix

[…]

Ma soprattutto il principe è diventato residente in America […] Che sia il primo passo verso la richiesta della cittadinanza americana? In un’intervista a febbraio, Harry aveva rivelato di aver preso in considerazione l’idea, ma aveva aggiunto che in quel momento non era una priorità.

 

principe harry meghan markle 3 principe harry meghan markle 3

Adesso però potrebbe cambiare idea, data la causa legale che è in corso attorno al suo visto: secondo la Heritage Foundation, un think tank ultraconservatore americano, il principe sarebbe entrato illegalmente negli Stati Uniti perché avrebbe mentito sul suo uso passato di droghe. Meglio allora correre ai ripari, anche perché Donald Trump, se rieletto, ha fatto capire che non la farebbe passare liscia a Harry

principe harry meghan markle 1 principe harry meghan markle 1

Un principe di sangue “americano” pone però non pochi problemi a Londra: Harry è ancora formalmente uno dei Consiglieri di Stato, cioè quei reali che possono essere chiamati a fare le veci del sovrano. Ma è un ruolo che può essere svolto solo da chi risiede nel Regno Unito: i costituzionalisti del passato chiaramente non avevano previsto lo scenario del figlio del re che scappa in California […]

il cambio di residenza del principe harry il cambio di residenza del principe harry principe harry meghan markle 5 principe harry meghan markle 5 la marmellata di meghan markle 1 la marmellata di meghan markle 1 harry meghan markle harry meghan markle la marmellata di meghan markle 2 la marmellata di meghan markle 2 la marmellata di meghan markle 3 la marmellata di meghan markle 3 la marmellata di meghan markle 4 la marmellata di meghan markle 4 la marmellata di meghan markle 5 la marmellata di meghan markle 5 meghan markle meghan markle principe harry meghan markle 4 principe harry meghan markle 4 principe harry fa polo principe harry fa polo principe harry meghan markle 2 principe harry meghan markle 2

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

MA DOVE STA ZHANG ZHANG? - IL 32ENNE IMPRENDITORE CINESE, DAL 2018 AZIONISTA DI MAGGIORANZA DELL’INTER, NON SI VEDE IN GIRO DA UN ANNO. NON ERA A MILANO NEMMENO PER LA FESTA SCUDETTO. LA VERITÀ È CHE ZHANG NON PUÒ LASCIARE LA CINA DA OLTRE UN ANNO PER LA CONDANNA DEL TRIBUNALE DI HONG KONG A RISARCIRE CHINA CONSTRUCTION BANK E ALTRI CREDITORI DI 320 MILIONI - A QUESTO PUNTO, NON CI VUOLE IL MAGO OTELMA PER SCOPRIRE IL MOTIVO PER CUI IL MEGA-FONDO AMERICANO PIMCO SI SIA RITIRATO DAL FINANZIAMENTO DI 430 MILIONI DI EURO A UN TIPINO INSEGUITO DAI TRIBUNALI, A CUI PECHINO NON RILASCIA IL VISTO PER ESPATRIARE, COME MISTER ZHANG…

DAGOREPORT - LORO SI' CHE LO SANNO BENE: SECONDO IL "CANALE 12" DELLA TV ISRAELIANA RAISI È MORTO - DIFFICILE PRENDERE SUL SERIO TEHERAN CHE AFFERMA CHE L'ELICOTTERO CON A BORDO IL PRESIDENTE IRANIANO HA AVUTO UN "INCIDENTE" IN AZERBAIGIAN A CAUSA DEL ''MALTEMPO'' (UN CONVOGLIO DI TRE ELICOTTERI E SOLO QUELLO CON RAISI E' ANDATO GIU'?) - I MEDIA IRANIANI, PER ORA, PARLANO DI "VITA IN PERICOLO" - L'IRAN NON E' DECAPITATO FINCHE' CI SARA' SARA' L’AYATOLLAH KHAMENEI CHE SCEGLIERA' IL SUCCESSORE DEL FEDELISSIMO RAISI. E PER ORA SI LIMITA A DIRE: "SPERIAMO CHE TORNI, MA NON CI SARANNO INTERRUZIONI" - COME E' ACCADUTO CON L'ATTENTATO ALLA SEDE DIPLOMATICA IRANIANA IN SIRIA, DIETRO L"INCIDENTE" C'E' NETANYAHU? (FINCHE' C'E' GUERRA, C'E' SPERANZA DI RESTARE AL POTERE) - PROPRIO IERI IL MINISTRO DEL GABINETTO DI GUERRA BENNY GANTZ, VICINISSIMO A BIDEN,  DOPO UN INCONTRO IN ISRAELE CON IL CONSIGLIERE PER LA SICUREZZA USA JAKE SULLIVAN, AVEVA AVVISATO IL PREMIER NETANYAHU: "PIANO SU GAZA ENTRO L'8 GIUGNO O LASCIAMO IL GOVERNO"

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...