ISRAELE CONFERMA LA “SCAMPAGNATA” – IL QUOTIDIANO “HAARETZ”: “L’AGENTE ANNEGATO NEL NORD ITALIA SI TROVAVA NELLA REGIONE NELL’AMBITO DI UN’OPERAZIONE CHE AVEVA COME OBIETTIVO LE ARMI  IRANIANE” – MA CHE C’ENTRA IL LAGO MAGGIORE CON TEHERAN? E SOPRATTUTTO, IN CHE SENSO "ARMI IRANIANE" ? – TUTTI GLI INTERROGATIVI SULL’INCIDENTE: DAL NUMERO DI PERSONE A BORDO AL RUOLO DELLO SKIPPER E DELLA MOGLIE RUSSA…

Condividi questo articolo


ARTICOLO DI HAARETZ SULL INCIDENTE ALLA BARCA SUL LAGO MAGGIORE ARTICOLO DI HAARETZ SULL INCIDENTE ALLA BARCA SUL LAGO MAGGIORE

DAGONEWS

Israele conferma la “scampagnata” in Italia. In un articolo sul quotidiano “Haaretz”, dedicato all’incidente alla barca sul Lago Maggiore - in cui sono morti due agenti segreti italiani (Claudio Alonzi e Tiziana Barnobi), la russa Anya Bozhkova, compagna dello skipper, e un agente del Mossad, Erez Shimoni – si legge nero su bianco: “L'agente annegato nel nord Italia insieme si trovava nella regione nell'ambito di un'operazione contro le attività iraniane.

 

La barca piena di agenti era in realtà una cena per celebrare il successo della missione, conclusasi con un tragico incidente in motoscafo che ha visto Erez Shimoni - il nome di copertura dato al deceduto - morire mentre cercava di salvare altri passeggeri che stavano annegando”.

 

BARCA ROVESCIATA NEL LAGO MAGGIORE BARCA ROVESCIATA NEL LAGO MAGGIORE

Si conferma l'ipotesi fatta da Gianluca di Feo, su "Repubblica", che aveva parlato di un'azione segreta di armi strategiche per conto di qualche "Stato canaglia".

 

Ma restano molti interrogativi, a partire dal numero di persone a bordo (23), e poi ovviamente dal tipo di operazione che era stata condotta e dal ruolo di Claudio Carminati, proprietario della barca “Good…uria”, e della moglie russa. Che fosse una cosa seria, però, lo si è capito dalla velocità con cui Israele ha “esfiltrato” gli agenti sopravvissuti e rimpatriato la salma di quello morto.

ANYA BOZHKOVA COMPAGNA DI CLAUDIO CARMINATI ANYA BOZHKOVA COMPAGNA DI CLAUDIO CARMINATI DAVID BARNEA, CAPO DEL MOSSAD, AI FUNERALI DELL AGENTE MORTO SUL LAGO MAGGIORE DAVID BARNEA, CAPO DEL MOSSAD, AI FUNERALI DELL AGENTE MORTO SUL LAGO MAGGIORE CLAUDIO CARMINATI AI FUNERALI DELLA MOGLIE ANNA BOZHKOVA CLAUDIO CARMINATI AI FUNERALI DELLA MOGLIE ANNA BOZHKOVA LE RICERCHE DEI DISPERSI DOPO IL RIBALTAMENTO DELLA BARCA SUL LAGO MAGGIORE LE RICERCHE DEI DISPERSI DOPO IL RIBALTAMENTO DELLA BARCA SUL LAGO MAGGIORE BARCA ROVESCIATA NEL LAGO MAGGIORE - LE OPERAZIONI DI RECUPERO BARCA ROVESCIATA NEL LAGO MAGGIORE - LE OPERAZIONI DI RECUPERO LE RICERCHE DEI DISPERSI DOPO IL RIBALTAMENTO DELLA BARCA SUL LAGO MAGGIORE LE RICERCHE DEI DISPERSI DOPO IL RIBALTAMENTO DELLA BARCA SUL LAGO MAGGIORE FUNERALI DELL AGENTE DEL MOSSAD MORTO SUL LAGO MAGGIORE FUNERALI DELL AGENTE DEL MOSSAD MORTO SUL LAGO MAGGIORE BARCA ROVESCIATA NEL LAGO MAGGIORE - LE OPERAZIONI DI RECUPERO BARCA ROVESCIATA NEL LAGO MAGGIORE - LE OPERAZIONI DI RECUPERO FUNERALI ANNA BOZHKOVA FUNERALI ANNA BOZHKOVA Claudio Carminati E Anya Bozhkova Claudio Carminati E Anya Bozhkova

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

NETANYAHU VUOLE CONTINUARE LA GUERRA AD HAMAS, ALTRIMENTI È FOTTUTO - COL RITIRO DEL MOSSAD DALLE TRATTATIVE A DOHA, BIBI NON TRATTERÀ PER I 135 OSTAGGI ISRAELIANI IN MANO AL CAPO MILITARE DI HAMAS, SINWAR, A CUI STA DANDO LA CACCIA CON OGNI MEZZO - UNA STRATEGIA RIFIUTATA DA BIDEN: SE NON VERRÀ ACCETTATO IL PIANO DI PACE CHE STA ELABORANDO IL SEGRETARIO DI STATO ANTONY BLINKEN, SALUTAME BIBI: LA CASA BIANCA CHIUDERÀ IL RUBINETTO DEGLI AIUTI ECONOMICI E MILITARI A ISRAELE FINO ALLE DIMISSIONI DI NETANYAHU

DAGOREPORT! - LA GRANDE BELLEZZA DI ROMA È ANCHE QUESTA: CHE TUTTO - COMPRESO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE - SI FA IN VIRTÙ DEL POTERE DEI GRANDI STUDI LEGALI - CON LO SBARCO DEL NUOVO GOVERNO MELONIANO A PALAZZO CHIGI NON POTEVA NON CAMBIARE LA MAPPA DEGLI AZZECCAGARBUGLI. MESSI DA PARTE PER “PIDDISMO” GLI STUDI LEGALI DI ZOPPINI, SEVERINO, NAPOLITANO, OGGI A FAR DA CINGHIA DI TRASMISSIONE TRA POLITICA E POTERE BRILLA QUELLO DI GIANNI & ORIGONI. TANT’È CHE GIORGIA MELONI, PER SBRIGARE ALCUNE QUESTIONI FAMILIARI RIMASTE IN SOSPESO CON L’EX COMPAGNO ANDREA GIAMBRUNO, SI SAREBBE RIVOLTA APPUNTO A FRANCESCO GIANNI…

DAGOREPORT - LA BATOSTA DELL’ITALIA NELLA CORSA A EXPO 2030 È UN BOCCONE AMARISSIMO PER GIORGIA MELONI: ERA CONVINTA CHE ROMA STRAPPASSE ALMENO IL BALLOTTAGGIO, E INVECE L'HANNO ABBANDONATA ANCHE I PAESI UE (SU 27, SOLO 5/6). A COMPLICARE LA CORSA È STATO ANCHE L’ESPLICITO SOSTEGNO DI ISRAELE A ROMA – SUBITO È CACCIA AL CAPRONE ESPIATORIO, CHE A DESTRA VEDONO IN GUALTIERI, L’UNICO INSIEME A MASSOLO CHE SI È SPESO PER LA CITTÀ – PERCHÉ NON È STATO COINVOLTO MATTARELLA? – IL MANCATO SOSTEGNO DEI PAESI UE E' UN BRUTTO SEGNALE PER LA PARTITA DEL PATTO DI STABILITÀ – L’ULTIMATUM DEL PPE ALLA DUCETTA...