L’ITALIA INVASA DALLA TOPA - A ROMA CI SONO 15 MILIONI DI RATTI, A MILANO 13, A NAPOLI 10 - IN NOVE ANNI DA UNA COPPIA POSSONO NASCERE, A CASCATA, OLTRE DUE MILIONI DI FIGLI

Eliminare tutti i topi è impossibile ma Roma ha stanziato 400 mila euro per combattere l’invasione - Quando una topa fa l’amore, mette sempre da parte un po’ di seme e può perciò, nel resto della vita, ingravidarsi da sola quando vuole. E, quando è in calore, accontenta tutti i maschi che la circondano…

Condividi questo articolo


Giorgio Dell'Arti per "Sette - Corriere della Sera"

TOPI ITALIANI
Topi presenti a Roma in questo momento: quindici milioni. A Milano: tredici milioni. A Napoli: dieci milioni (stime prudenziali). Questi animali sono o non sono malati di peste? Risposta degli esperti: lo sono. Come mai la peste non li stermina defnitivamente (e con loro se stessa)? Perché si riproducono a grande velocità; perché alcuni ne guariscono e quelli che ne guariscono producono esemplari resistenti, ecc.

TOPO GIGANTETOPO GIGANTE

Come mai a Roma, Milano, Napoli non c'è la peste? Perché tra uomo, topo e pulce non c'è oggi - in Occidente - promiscuità. Gli uomini stanno sopra e i topi stanno sotto, e hanno da mangiare rifuti in abbondanza (i 500 milioni di topi italiani consumano 20 milioni di tonnellate di cibo l'anno).

Se l'uomo, come talvolta pensa di fare, dichiarasse guerra ai topi per cacciarli dai suoi sotterranei, allora i topi, gli ultimi topi, venendo alla luce, gli attaccherebbero il male. In nessun modo i topi possono essere sterminati fino all'ultimo: almeno uno, e magari femmina, sopravviverà.

TOPE
Meravigliosa capacità delle tope di restar gravide da sole. Quando una topa fa l'amore, mette sempre da parte un po' di seme e può perciò, nel resto della vita, ingravidarsi da sola quando vuole. Per popolare di topi un territorio, basta che vi giunga una femmina. Tale pratica prende il nome di: "ritenzione degli zigoti".

TOPI A VIA VENETOTOPI A VIA VENETO

STRANE CARATTERISTICHE DELL'AMORE NEL TOPO
La topa gravida, incontrando un maschio di maggior gradimento, riassorbe i feti fino ad annullarli, si fa mettere incinta dal nuovo amico e riparte da zero.

NATURALE PREDISPOSIZIONE DELLE TOPE AI RAPPORTI MULTIPLI
Le tope, quando in calore, accontentano tutti i maschi che le circondano. Durando l'estro, in genere di sei ore, si consumano in tale lasso di tempo fra i trecento e i cinquecento rapporti.

NUTRIE DEL TEVERENUTRIE DEL TEVERE

MISURE DEL TOPO
Il topo di fogna, o ratto (Rattus norvegicus), vive da uno a tre anni, misura mezzo metro e più, pesa un chilo, i denti gli crescono in continuazione al ritmo di un centimetro al mese. La coda coperta di squame, la mancanza di collo, la forma a siluro lo rendono simile al pesce. R.A. Nelson ha scritto che si tratta di un caso di "evoluzione bloccata": trovandosi di fronte a un organismo perfetto, la Natura da milioni di anni non ha introdotto cambiamenti.

COME AVVELENARE I TOPI
Massimo Donadon, specialista nel massacro di topi tramite bocconcini avvelenati. Bisogna cambiare bocconcino da una città all'altra: a New York funzionano esche a base prevalente di margarina vegetale, in Olanda a base di salmone e formaggio, in Germania con grassi animali. a Pechino bocconcini di riso soffato, a Dubai menu «fusion», a Treviso zucchero flato e vaniglia, ecc.

TOPO TOPO

STRAORDINARIA RESISTENZA DEL TOPO
L'isolotto di Engebi nel Pacifco, scelto dagli americani per gli esperimenti nucleari, fu colpito in quattro anni da quattordici bombe atomiche e da una bomba termonucleare. Tali ordigni, avendo trasformato il suolo in una lastra di vetro, can- cellarono ogni forma di vita e vegetazione. A parte i topi, che, dopo le bombe, popolavano ancora l'isola a milioni e si nutrivano di pesca.

NUTRIE DEL TEVERE jpegNUTRIE DEL TEVERE jpeg

 

NUTRIE DEL TEVERENUTRIE DEL TEVERE

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI! – OGGI 3.882 NUOVI CASI E 39 DECESSI, CON 487.218 TAMPONI EFFETTUATI E IL TASSO DI POSITIVITÀ CHE RIMANE STABILE ALLO 0,8% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 88,3 MILIONI, CON PIÙ DI 44,2 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO COMPLETATO IL CICLO VACCINALE (81,84% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – BRUSAFERRO DELL’ISS: “IN ITALIA NON C'È UNA RISALITA DELLA POSITIVITÀ COME IN ALTRI PAESI UE. LA MORTALITÀ MOSTRA UN LIEVE AUMENTO ANCHE SE SI PARLA DI NUMERI LIMITATI”