LAGLIO COL BENE CHE TI VOGLIO – I CLOONEY FESTEGGIANO I 20 ANNI DALL’ACQUISTO DI VILLA OLEANDRA, SUL LAGO DI COMO: NIENTE FESTAZZA PER CELEBRARE L’ANNIVERSARIO, MA UN INCONTRO CON UNA COPPIA DI PERFETTI SCONOSCIUTI, SORTEGGIATI TRA COLORO CHE HANNO FATTO UNA DONAZIONE ALLA LORO ORGANIZZAZIONE CHE SOSTIENE CAUSE BENEFICHE – ALL’EPOCA IL VILLONE FU ACQUISTATO PER 10 MILIONI DI EURO, MA PARE CHE OGGI POSSA VALERE LA CIFRA FOLLE DI…

-

Condividi questo articolo


Federica Bandirali per il “Corriere della Sera”

 

george amal clooney george amal clooney

George Clooney e la moglie Amal festeggiano vent'anni a Villa Oleandra, a Laglio, sul Lago di Como, ormai diventata la loro seconda casa. Per il ventesimo anniversario d'amore con la dimora, George pare non abbia in programma alcun party hollywoodiano, anzi.

 

Ha ospitato due perfetti sconosciuti per un pomeriggio in compagnia sua e di Amal: due comuni cittadini a cui va il merito di aver fatto una donazione a «Omaze», organizzazione nata per sostenere cause benefiche. George aveva messo in palio, per chi fosse stato sorteggiato tra i donatori, un pomeriggio a Villa Oleandra con lui e la moglie. Ogni anno il premio Oscar per Syriana , regala il sogno di un incontro italiano con lui e la moglie tra tutti coloro che hanno donato nello specifico a favore della Clooney Foundation for Justice , che si batte contro la violazione dei diritti umani in tutto il mondo.

george clooney george clooney

 

Ed ecco allora che sull'account Instagram di «Omaze» sono comparse due foto del signor Michael L. (il cognome non è noto, ma arriva direttamente da Bixby, in Oklahoma), la moglie (anche in questo caso tutto avvolto nella massima privacy) e i Clooney. Con una didascalia chiarissima: «Il nostro pomeriggio con George e Amal è stato incredibile». L'attore 61enne non si smentisce nei panni del perfetto padrone di casa, in pantalone beige, polo nera e occhiali quadrati con lente a specchio colorata: sorride abbracciato ai vincitori e la moglie fa altrettanto, con un abito arancione e un cappello a tesa larga di grande tendenza, da vera diva del Lago di Como.

 

amal e george clooney sul lago di como amal e george clooney sul lago di como

 Non si sa la data dell'incontro tra la coppia fortunata e quella glamour ma certo è che George e Amal stanno trascorrendo la loro estate in Italia, come sono soliti fare ogni anno: «Villa Oleandra è la mia seconda casa», ha ripetuto più volte George Clooney in diverse interviste. Un nido di relax che nel 2002 fu acquistato dal divo per 10 milioni di dollari: negli anni l'attore statunitense pare abbia avuto offerte fino a dieci volte più alte del valore pagato, ma avrebbe sempre (gentilmente) declinato l'offerta. Oggi c'è chi parla di una quotazione attorno ai 100 milioni.

villa oleandra villa oleandra amal clooney amal clooney la casa sul lago di como di george clooney la casa sul lago di como di george clooney villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como gli obama e i clooney sul lago di como 3 gli obama e i clooney sul lago di como 3 villa oleandra sul lago di como 2 villa oleandra sul lago di como 2 villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como 3 villa oleandra sul lago di como 3 gli obama e i clooney sul lago di como 4 gli obama e i clooney sul lago di como 4 villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como gli obama e i clooney sul lago di como 1 gli obama e i clooney sul lago di como 1 gli obama e i clooney sul lago di como 2 gli obama e i clooney sul lago di como 2 amal george clooney lago di como amal george clooney lago di como

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…