“CONTE HA INIZIATO LA CONFERENZA STAMPA ALLE 21.30 PERCHÉ VOLEVA VEDERE ROMA-BENEVENTO?" - SELVAGGIA LUCARELLI PROVOCA “GIUSEPPI”, TIFOSO GIALLOROSSO - IL COLLEGAMENTO DA PALAZZO CHIGI È INIZIATO PROPRIO NEL MOMENTO IN CUI LE SQUADRE SONO RIENTRATE NEGLI SPOGLIATOI PER LA FINE DEI PRIMI 45 MINUTI… - CONTE HA FATTO IN TEMPO ANCHE PER IL SECONDO TEMPO: IL SUO INTERVENTO E' DURATO 15 MINUTI...

-

Condividi questo articolo

Da www.liberoquotidiano.it

 

selvaggia lucarelli 2 selvaggia lucarelli 2

“Ma Giuseppe Conte voleva vedere la fine di Roma-Benevento?”. Tra il serio e il faceto Selvaggia Lucarelli non l’ha toccata piano sul premier, che ha chiuso una domenica bestiale con una conferenza stampa iniziata poco dopo le 21.30 per aggiornare gli italiani sulle novità inserite nell’ultimo Dpcm, l’undicesimo firmato da Conte. Quest’ultimo curiosamente ha aperto il collegamento da Palazzo Chigi proprio nel momento in cui Roma e Benevento sono rientrate negli spogliatoi per la fine dei primi 45 minuti.

 

Praticamente il premier potrebbe aver fatto in tempo anche per la ripresa di gioco, dato che gli è servito più o meno un quarto d’ora per illustrare la mini-stretta introdotta a cinque giorni di distanza dall’ultima e per rispondere ad alcune domande dei giornalisti.

ROCCO CASALINO GIUSEPPE CONTE ROCCO CASALINO GIUSEPPE CONTE

 

Sicuramente quella tra la conferenza stampa e la partita di Serie A sarà stata una coincidenza, però ha fatto sorridere perché Conte è notoriamente un sostenitore giallorosso: “La mia passione maniacale per la Roma nasce negli anni dell’università - ha dichiarato l’anno scorso in occasione dell’inaugurazione della nuova sede della Roma - ma devo ammettere che sono un tifoso un po’ anomalo: non gufo la Lazio quando gioca bene e sostegno sempre le squadre italiane quando giocano all’estero”.

GIUSEPPE CONTE TIFOSO DELLA ROMA GIUSEPPE CONTE TIFOSO DELLA ROMA GIUSEPPE CONTE TIFOSO DELLA ROMA GIUSEPPE CONTE TIFOSO DELLA ROMA

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL RESTO? "MANK"! - CHI SCRISSE DAVVERO "QUARTO POTERE", CONSIDERATO IL FILM PIU' BELLO IN ASSOLUTO? – DOMANI SU NETFLIX LO STUPENDO FILM DI DAVID FINCHER SUL COMPLESSO RAPPORTO FRA DUE GENI NELLA HOLLYWOOD DEGLI ANNI '30: ORSON WELLES E LO SCENEGGIATORE HERMAN MANKIEWICZ  – AGLI OSCAR A MANK SAREBBE PIACIUTO RINGRAZIARE COSI': "SONO MOLTO LIETO DI ACCETTARE QUESTO PREMIO IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES, PERCHÉ LA SCENEGGIATURA È STATA SCRITTA IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES" – VIDEO

politica

ATTENTI, GHEDINI È NERVOSO! - “SUL SITO DAGOSPIA È APPARSO UN ARTICOLO DOVE SI PROSPETTA FALSAMENTE DI UN MIO ASSERITO INTERVENTO SULLA DECISIONE DEL PRESIDENTE BERLUSCONI IN MERITO AL VOTO SUL MES - È RISIBILE OLTRE CHE DIFFAMATORIO PROSPETTARE UNA MIA SUDDITANZA NEI CONFRONTI DEL SEN. SALVINI O UNA CONTRAPPOSIZIONE CON IL DR. LETTA - IL CONTINUO TENTATIVO DI CREARE DISSIDI ALL’INTERNO DI FORZA ITALIA PER EVIDENTEMENTE FAVORIRE ALTRI È DAVVERO DIVENUTO INTOLLERABILE E DIFFAMATORIO E AGIRÒ NELLE SEDI COMPETENTI”

business

cronache

sport

DIEGO, MI MANCHI - FAUSTO LEALI RACCONTA L'AMICIZIA CON MARADONA E IL SUO MATRIMONIO DA FAVOLA: "IO E CALIFANO ERAVAMO GLI UNICI MUSICISTI INVITATI. TUTTA BUENOS AIRES ERA PER STRADA PER SALUTARE DIEGO, IN CHIESA CI TROVAMMO IMMERSI NEL LUSSO PIÙ SFRENATO. 200 MUSICISTI E 200 CORISTI A SUONARE LA NONA DI BEETHOVEN, CLAUDIA VESTITA DAI MIGLIORI STILISTI DEL MONDO. E IL PRANZO SUCCESSIVO… - MARADONA IMPAZZIVA PER ME. IN ARGENTINA GUARDAVA UNA TELENOVELA SOLO PERCHE’ LA SIGLA ERA MIA. POI VENNE IN ITALIA E…"

cafonal

viaggi

salute