“EROI DI STA MINCHIA” - A “NON È L'ARENA”, LO SFOGO DI UN INFERMIERE DELL’ASP DI SIRACUSA CONTRO LA RETORICA IPOCRITA SUL PERSONALE MEDICO, MANDATO ALLO SBARAGLIO A FRONTEGGIARE IL CORONAVIRUS: “CI OBBLIGANO A LAVORARE SENZA CAMICI, SENZA MASCHERINE, SENZA GUANTI. E SE ORA MI VEDETE COSÌ, BARDATO, È PERCHÉ HO RUBATO QUELLO CHE INDOSSO. SIAMO CARNE DA MACELLO” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


LINK ALLA PUNTATA INTEGRALE

https://www.la7.it/nonelarena/rivedila7/non-e-larena-puntata-del-19042020-20-04-2020-320316

 

Da www.liberoquotidiano.it

 

CORONAVIRUS - INFERMIERE DI SIRACUSA CORONAVIRUS - INFERMIERE DI SIRACUSA

C'è una categoria che è la più impegnata in piena emergenza coronavirus, ma anche la più indignata con il governo: è quella degli operatori sanitari. A diffondere uno dei tanti sfoghi è Non è l'Arena. La trasmissione di La7 condotta da Massimo Glietti ha infatti lasciato spazio alla video-denuncia di un infermiere dell'Asp di Siracusa: "Ci obbligano a lavorare sena camici, senza mascherine, senza guanti. E se ora mi vedete così, (bardato) è perché ho rubato quello che indosso".

MASSIMO GILETTI MASSIMO GILETTI

 

Secondo l'Asp infatti medici e infermeri "dovrebbero indossare divise di cotone e mascherine di velina. Magari mettendone due alla volta. Ben sapendo che ci proteggono forse al 60 per cento… Roba da matti". La drammatica rivelazione prosegue: "In pronto soccorso, diventato di fatto un 'Covid Center”' ci sono tre medici positivi. E anche noi infermieri ci stiamo ammalando. Lavoriamo tutti con febbre e tosse. Ma per loro il coronavirus non esiste. Io denuncerò il primario, il direttore sanitario e il diretto generale. Già è arrivato l’esposto in Procura. Eroi di sta min***a… altro che eroi: siamo carne da macello". Parole chiarissime che dovrebbero dare da pensare anche al governo e a quel premier che prima ha assicurato per sè la fornitura di dispositivi medici anti-Covid.

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

VI PIACE ESSER LEGATI, SCULACCIARE, FAR DA ZERBINI UMANI O DA CANE AL GUINZAGLIO? – QUALUNQUE SIA IL VOSTRO FETICISMO, NON VERGOGNATEVI: E’ TUTTO LECITO – MA ATTENZIONE: NON ESISTE PRATICA KINKY SENZA MINIMA DOSE DI RISCHIO, E NON DATE MAI PER SCONTATO NIENTE: PATTI SIANO CHIARI PRIMA DI COMINCIARE, E DIFFIDATE DI COMPAGNI DI GIOCO CHE DICONO “PUOI FARE DI ME QUELLO CHE VUOI” O “NON SO I MIEI LIMITI, DEVI ESSERE TU A SCOPRIRLI”: SONO SOLO PORCELLINI DEL "FAMOLO STRANO" MA NULLA SANNO DI BONDAGE E FETISH – LA RECENSIONE DI BARBARA COSTA AL LIBRO “BE KINKY” DI ANDREA FAROLFI

politica

ORA D’ARIA? ORA D’AMORE! - ANCHE I DETENUTI HANNO BISOGNO DI SCOPARE! IL GOVERNO NON RIMANE INDIFFERENTE E STANZIA 28,3 MILIONI DI EURO PER LE “RELAZIONI AFFETTIVE DEI CARCERATI” (ORA SI CHIAMANO COSÌ). IL FINANZIAMENTO SERVIRÀ PER METTERE UN PREFABBRICATO IN UNA CASA CIRCONDARIALE DI OGNI REGIONE: VENTI “CASETTE DELL’AMORE” DOVE I DETENUTI SARANNO LIBERI DI SFOGARE I PROPRI ISTINTI CON LA PROPRIA CONSORTE O AMANTE (ANCHE OCCASIONALE). INSOMMA, UNA SPECIE DI CASINO LEGALIZZATO…

business

SI METTE MALE PER XI JINPING: L’ECONOMIA CINESE DÀ SEGNALI MOLTO PREOCCUPANTI, PROPRIO ALLA VIGILIA DEL CONGRESSO CHE DOVREBBE DARGLI IL TERZO MANDATO. MA È COLPA SUA: INSISTE CON LA STRATEGIA DELLO “ZERO COVID” BLOCCANDO I RIFORNIMENTI A MEZZO MONDO E FACENDO CROLLARE LE VENDITE AL DETTAGLIO - SOLO CHE GLI INVESTITORI STRANIERI  NON SONO FESSI E SCAPPANO: SOLO AD APRILE, CI SONO STATE CESSIONI PER 16 MILIARDI DI DOLLARI DI DEBITO CINESE, E GLI INVESTIMENTI ESTERI DIRETTI SONO COLATI A PICCO

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute