“AL MOLO BEVERELLO L’EPIDEMIA È GIÀ DIMENTICATA” – IL RACCONTO DI MICHELE SERRA DALL’ALISCAFO ISCHIA NAPOLI: “QUASI NESSUNO DEI TANTI TURISTI STRANIERI HA LA MASCHERINA. ANCHE TRA GLI ITALIANI PARECCHI FANNO SENZA, NON SI SA SE CONTRARIATI, DEMORALIZZATI O RASSEGNATI. SIAMO IN CIRCA DUECENTO PERSONE, ACCALCATE AL CHIUSO, UN COLPO DI TOSSE, IN QUESTO AMBIENTE, PUÒ FARE LE STESSE VITTIME DELL'ARTIGLIERIA RUSSA. MA PER LA PRIMA VOLTA DA QUANDO COVID 19 HA RIVOLTO LE SUE ATTENZIONI ALLA NOSTRA SPECIE, NON MI SONO ARRABBIATO, NEMMENO PREOCCUPATO. LA LOTTA AL COVID MI È SEMBRATA, ALL'IMPROVVISO, LO…”

-

Condividi questo articolo


Michele Serra per “la Repubblica”

 

michele serra michele serra

Sull'aliscafo Ischia-Napoli, pieno come un uovo, una voce gracchiante specifica che la mascherina è obbligatoria. Così almeno pare di udire, perché l'altoparlante emette un forte suono di tegame che frigge, e a friggere è la voce di chi sta, per così dire, parlando, con un fortissimo accento campano che ai più anziani può ricordare il nostromo Nicolino (Pietro De Vico in Giovanna, la nonna del Corsaro Nero).

 

controlli al molo beverello a napoli controlli al molo beverello a napoli

Quasi nessuno dei tanti turisti stranieri ha la mascherina, all'estero non si usa, deve sembrare un indumento del folklore latino, come il sombrero, la mantilla e la maglietta a righe dei gondolieri. Anche tra gli italiani parecchi fanno senza, non si sa se contrariati, demoralizzati o addirittura rassegnati. Molti dormono. Pochi parlano.

 

Una signora al cellulare organizza, ad altissima voce, il ritiro del suo cane, di nome Peluche, dalla pensione dove è ricoverato. Tutto il traghetto viene a sapere che Peluche si è trovato bene. Sono cose che fanno piacere. Siamo in circa duecento persone, accalcate al chiuso, un colpo di tosse, in questo ambiente, può fare le stesse vittime dell'artiglieria russa.

 

molo beverello molo beverello

Ma per la prima volta da quando Covid 19, sazio di pangolini e pipistrelli, ha rivolto le sue attenzioni alla nostra specie, non mi sono arrabbiato, nemmeno preoccupato. La lotta al Covid mi è sembrata, all'improvviso, lo stracco colpo di coda di una umanità serenamente diretta verso il suo occaso. Però in aliscafo, con il profilo di Capri a tribordo e Napoli, mezzo sontuosa mezzo scrostata, che si avvicinava a babordo. Al molo Beverello l'epidemia è già dimenticata, la vera sfida è raggiungere la stazione: c'è lo sciopero dei taxi.

mascherine abbandonate 5 mascherine abbandonate 5 aliscafo ischia napoli aliscafo ischia napoli mascherine abbandonate 4 mascherine abbandonate 4 mascherine abbandonate 6 mascherine abbandonate 6 aliscafo ischia napoli aliscafo ischia napoli

 

Condividi questo articolo

media e tv

"DAVID PARENZO, MORALISTA PER FINTA E SERVILE PER DAVVERO" – IL RITRATTO AL VELENO BY LUIGI MASCHERONI – "IL MEZZOBUSTO, COMICO PER INTERO E TELEPROVOCATORE PERFETTO. HAI PRESENTE IL COMPAGNO DEL LICEO LECCACULO, SPIONE, RUFFIANO AL QUALE SPALMAVI LA SEDIA CON LA COLLA?" - "UNA VOLTA UN TASSISTA DI ROMA GLI DISSE: AHÒ, MA LEI NON È QUER COJONE COMUNISTA DE PARENZO? SCENDA SUBITO!" – L'INCONTRO CON NATHANIA ZEVI, LE INTEMERATE A "LA ZANZARA" (DA QUI IL DETTO: "PARENZO LO STRENZO") E QUELLA VOLTA CHE RIMASE CHIUSO AD AUSCHWITZ…

politica

È STATA LA MANO DI CRISTINA – TERREMOTO IN ARGENTINA: SI È DIMESSO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA MARTÍN GUZMÁN, AFFONDATO DAI CONTINUI ATTACCHI DELLA VICEPRESIDENTE, LA PLURIINDAGATA PER CORRUZIONE CRISTINA KIRCHNER, CHE PUNTA A TORNARE AL POTERE – ORA IL PAESE RISCHIA UN DEFAULT PEGGIORE DI QUELLO DEL 2001: IN QUESTI GIORNI L'ORMAI EX MINISTRO GUZMÁN AVEVA UN APPUNTAMENTO PER RINEGOZIARE CON IL FMI UN PRESTITO DA 2 MILIARDI DI DOLLARI – LA TERZA ECONOMIA DELL'AMERICA LATINA HA IL SECONDO TASSO DI INFLAZIONE PIÙ ALTO TRA LE GRANDI ECONOMIE, PARI AL 60%, IN CONTINUA CRESCITA…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute