“NESSUNO PUÒ PENSARE CHE COSA NOSTRA SIA STATA SCONFITTA” – IL PROCURATORE CAPO DI PALERMO, MAURIZIO DE LUCIA, FRENA GLI ENTUSIASMI PER L’ARRESTO DI MATTEO MESSINA DENARO E RICORDA CHE SIAMO ANCORA IN GUERRA CONTRO LA MAFIA: “COSA NOSTRA È IN DIFFICOLTÀ, MA C’È GRANDE TENSIONE NELLA CUPOLA PER LA RICOSTRUZIONE DEL NUOVO VERTICE. LE OMBRE SULLE INDAGINI? C'È CHI DICE CHE LA TERRA È PIATTA, MA LE DIETROLOGIE SONO DESTINATE ALLA SCONFITTA…”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Giuseppe Legato per "La Stampa"

 

maurizio de lucia 4 maurizio de lucia 4

il procuratore capo Maurizio De Lucia, prende la parola dopo giorni di silenzio.

[…] «Cosa Nostra adesso è in un'oggettiva situazione di profonda difficoltà che deriva anche dalle indagini svolte e che hanno portato alla cattura di Messina Denaro, ma io ho il dovere – precisa - nella qualità di procuratore distrettuale antimafia, di ricordare che è tutt'altro che sconfitta».

 

«[…] esiste una grande tensione dentro l'organizzazione volta a tentare l'ennesima ristrutturazione, alla ricostituzione della sua struttura di vertice, quella che - con linguaggio mediatico - possiamo definire la Cupola, la Commissione provinciale di Cosa Nostra».

LA FIRMA DI MATTEO MESSINA DENARO SUL DOCUMENTO DEL ROS DOPO LA CATTURA LA FIRMA DI MATTEO MESSINA DENARO SUL DOCUMENTO DEL ROS DOPO LA CATTURA

 

E' un monito, un richiamo a non mollare in un momento decisivo per la Sicilia e Palermo, città e procura che il magistrato ha ritrovato dopo la lunga parentesi in Dna a Roma e da capo dei pm a Messina. […] «nessuno può pensare che Cosa Nostra sia stata sconfitta. Sono preoccupato perché questo ho sentito dire da autorevoli esponenti anche della magistratura non ovviamente quella siciliana. […] Questo è il momento di intensificare gli sforzi per arrivare alla sconfitta di Cosa nostra non a limitarsi a manifestare a strappi soddisfazione per il risultato pur importantissimo che è stato conseguito».

PAOLO GUIDO MAURIZIO DE LUCIA PAOLO GUIDO MAURIZIO DE LUCIA

 

Come poi la Dda di Palermo e la procura in generale vadano a cercare l'affondo finale per ridimensionare ulteriormente i gangli criminali di Cosa Nostra, per reciderne lo stelo, è un tema di doglianza: «Questa procura, versa in una situazione (in termini di organico, ndr) di grave crisi: ci sono 15 sostituti (pubblici ministeri, ndr) in meno con una scopertura del 24%. Il nostro lavoro sarà sempre coerente e impegnato anche con questi numeri ma 15 magistrati in più in una realtà come quella palermitana fanno la differenza in un momento particolarmente delicato come questo nella lotta a Cosa Nostra».

matteo messina denaro matteo messina denaro

 

Non sono piaciute […] «le ombre che fin dal minuto dopo l'arresto di Messina Denaro, ho cominciato a sentire pur di fronte a un risultato che è un vanto per tutta l'Italia». Ancora più chiaramente: «L'indagine condotta è stata impeccabile, portata avanti con gli strumenti tecnici più aggiornati, secondo criteri di legalità totalmente trasparenti. Non c'è! Non c'è (volontaria ripetizione, ndr) nessun elemento di fatto che possa tradire quanto custodito agli atti dell'inchiesta che compatibilmente con le scansioni dei procedimenti in corso verrà integralmente reso pubblico. Negli atti ci sono i fatti – ha aggiunto De Lucia - e com'è noto questi sono difficilmente contrastabili con le semplici opinioni. Che restano legittime, per carità». Con sarcasmo aggiunge: «C'è anche chi dice che la terra è piatta, ma le speculazioni, le dietrologie sono destinate alla sconfitta». […]

maurizio de lucia 2 maurizio de lucia 2 maurizio de lucia. 2 maurizio de lucia. 2 maurizio de lucia 1 maurizio de lucia 1 i covi di matteo messina denaro a campobello di mazara 1 i covi di matteo messina denaro a campobello di mazara 1 i covi di matteo messina denaro a campobello di mazara 2 i covi di matteo messina denaro a campobello di mazara 2 i luoghi di matteo messina denaro 1 i luoghi di matteo messina denaro 1 documenti matteo messina denaro 1 documenti matteo messina denaro 1 MESSINA DENARO MESSINA DENARO gli occhiali di matteo messina denaro 2 gli occhiali di matteo messina denaro 2 MEME MATTEO MESSINA DENARO MEME MATTEO MESSINA DENARO maurizio de lucia. maurizio de lucia. maurizio de lucia. maurizio de lucia. maurizio de lucia 3 maurizio de lucia 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – GRANDE È LA CONFUSIONE SOTTO IL CIELO DI BRUXELLES: O IL QUINTETTO AL COMANDO, FORMATO DA MACRON, SCHOLZ, TUSK, SANCHEZ E MITSOTAKIS, TROVA UN ACCORDO IL 28 GIUGNO O SALTA TUTTO - IL BALLO DI SAN VITO SI GIOCA SUL NOME DI URSULA VON DER LEYEN. INVISA A UNA PARTE DEL PPE, CORRE IL RISCHIO DI ESSERE AFFONDATA DAL VOTO SEGRETO DEL PARLAMENTO - URGE AGGIUNGERE UN POSTO A TAVOLA. E QUI IL PPE SI SPACCA: ALLA CORRENTE DI WEBER, CHE VORREBBE IMBARCARE IL GRUPPO ECR GUIDATO DALLA REGINA DI COATTONIA, SI CONTRAPPONE LA CORRENTE DI TUSK. IL LEADER POLACCO CONTA IL MAGGIOR NUMERO DI PARLAMENTARI NEL PPE E ACCETTEREBBE SOLO I FRATELLI D’ITALIA. E PER MAGGIOR TRANQUILLITÀ, ANCHE I VOTI DEI VERDI, MA GIORGIONA NON CI STA - IL GUAZZABUGLIO SI INGROSSERÀ DOMANI, LUNEDÌ, CON L’INCONTRO DI UN IMBUFALITO ORBAN CON LA DUCETTA, REA DI AVER ARRUOLATO I RUMENI ANTI UNGHERESI DI AUR, E PRONTO A SALIRE SUL CARRO DI MARINE LE PEN - ALLA EVITA PERON DELLA GARBATELLA, CHE RISCHIA L’IRRILEVANZA POLITICA NELL’UNIONE EUROPEA, NON RESTA ALTRO CHE FAR SALTARE IL BANCO DEL 28 GIUGNO…

 

FLASH! - VIKTOR ORBÁN ASSUMERÀ IL 1° LUGLIO LA PRESIDENZA DI TURNO AL CONSIGLIO EUROPEO MA HA GIÀ FATTO INCAZZARE MEZZO CONTINENTE: IL MOTTO SCELTO DAL PREMIER UNGHERESE È MEGA (‘’MAKE EUROPE GREAT AGAIN’’). UN'EVIDENTE RIFERIMENTO AL MANTRA MAGA (‘’MAKE AMERICA GREAT AGAIN’’) CHE DA ANNI MARCHIA LE CAMPAGNE ELETTORALI DI DONALD TRUMP – NON BASTA: SFANCULATA LA DUCETTA PRO-KIEV, IL FILO PUTINIANO ORBAN MINACCIA DI ENTRARE NEL GRUPPO DI LE PEN-SALVINI – ASPETTANDO IL CAOS-ORBAN A PARTIRE DA LUGLIO, MACRON-SCHOLZ-TUSK VOGLIONO CHIUDERE LE NOMINE DELLA COMMISSIONE EU ENTRO IL 28 GIUGNO…

DAGOREPORT – COM’È STATO POSSIBILE IDENTIFICARE UNO DEI DUE UOMINI DEI SERVIZI CHE LA SERA DEL 30 NOVEMBRE 2023, UN MESE DOPO LA ROTTURA TRA MELONI E GIAMBRUNO, TENTAVA DI PIAZZARE “CIMICI” NELLA PORSCHE DEL VISPO ANDREA, PARCHEGGIATA DAVANTI CASA DELLA DUCETTA? - LA POLIZIOTTA, DI GUARDIA ALLA CASA DI GIORGIA, HA CHIESTO LORO DI IDENTIFICARSI, E VISTO I DISTINTIVI DEGLI 007 COL SIMBOLO DI PALAZZO CHIGI, HA ANNOTATO NOMI E COGNOMI - PER GLI ADDETTI AI LIVORI, UN “CONFLITTO” INTERNO AI SERVIZI HA FATTO ESPLODERE IL FATTACCIO: UNA PARTE DELL’AISI NON HA GRADITO L’OPERAZIONE “DEVIATA” (LO SCOOP DEL "DOMANI" ARRIVA 20 GIORNI DOPO LA NOMINA DI BRUNO VALENSISE AL VERTICE DELL’AISI)