“NON ME NE FREGA NIENTE DI SAN VALENTINO” - VITTORIO FELTRI FA IL DURO A “UN GIORNO DA PECORA”: “A MIA MOGLIE UN TEMPO REGALAVO DEI FIORI IL 14 FEBBRAIO, MA RECENTEMENTE LE HO REGALATO UN GIARDINO, QUINDI SONO A POSTO” - “IO MI INNAMORO OGNI GIORNO, CHE ME NE FREGA DELLA FESTA DEGLI INNAMORATI. OGGI MI SONO INNAMORATO DEL MIO GATTO CICCIO. CARNEVALE? È UN’ALTRA FESTA DEL CAZZO”

-

Condividi questo articolo



Da “Un Giorno da Pecora - Radio1”

 

sesso san valentino 1 sesso san valentino 1

“Il San Valentino? Non me ne frega nulla, niente. A mia moglie un tempo regalavo dei fiori per il 14 febbraio, recentemente però le ho regalato un giardino quindi sono apposto”. Questo il giudizio del direttore di Libero Vittorio Feltri, non proprio un amante delle ricorrenze, che oggi è intervenuto a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1.

 

vittorio feltri vittorio feltri

“Io mi innamoro ogni giorno, cosa me ne frega della festa degli innamorati”. Oggi quante volte si è già innamorato? “Oggi mi sono innamorato solo del mio gatto Ciccio, a cui sono molto affezionato”.  Al San Valentino, magari, preferisce il Carnevale? “No, è un'altra festa del cazzo, figuriamoci se mi metto la maschera, non si sopportano più queste abitudini”.

VITTORIO FELTRI MANGIA VITTORIO FELTRI MANGIA sex toy per san valentino sex toy per san valentino sesso san valentino sesso san valentino

 

Condividi questo articolo



media e tv

politica

business

MUSTIER A GAMBA TESA SU MESSINA – DOPO AVER VENDUTO TUTTO IL VENDIBILE, NEGLI OLTRE 3 ANNI DELLA SUA GUIDA A CAPO DI UNICREDIT, MUSTIER OGGI SI OPPONE ALLA FUSIONE INTESA-UBI, CHIEDENDO DI ESSERE PARTE ATTIVA NELL’ISTRUTTORIA ANTITRUST, PERCHÉ LA CRESCITA DI INTESA IN ITALIA LA PENALIZZEREBBE - UN SURREALE CAMBIO DI ROTTA PER L’ALFIERE DELL'ITALIANITÀ DISMESSA: IN SOLI 12 MESI MUSTIER SI È SBARAZZATO DI 10 MILIARDI DI TITOLI ITALIANI, IL 20% DEL PORTAFOGLIO, NON RINNOVANDO I TITOLI A SCADENZA

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

PARMITANO GRATTUGIATO: L'ASTRONAUTA DICE DI SAPERE DEL CORONAVIRUS DA NOVEMBRE! - ''DALLO SPAZIO SEGUIVAMO I PRIMI CONTAGI. ERAVAMO AL CORRENTE DI QUESTO PROBABILE PANDEMIA ANCHE QUANDO POI INIZIO' AD ALLARGARSI IN EUROPA A MACCHIA D'OLIO'' - IL COLONNELLO, UNO CON 25 ANNI DI SERVIZIO E NON UN COMPLOTTISTA, DI FATTO CONFERMA LE INDISCREZIONI: L'INTELLIGENCE AMERICANA AVEVA AVVERTITO I PAESI ALLEATI DUE MESI PRIMA CHE LA CINA ANNUNCIASSE L'ESISTENZA DEL VIRUS. E INDOVINATE CHI HA LA DELEGA AI SERVIZI SEGRETI?