“OCCHIO AI FALSI AVVISI DI CONTROLLI NELLE ABITAZIONI, SI TRATTA DI LADRI…” - GIÀ IERI LA QUESTURA DI NAPOLI AVEVA INFORMATO DI QUESTO FALSO AVVISO “IN ALCUNI CONDOMINI DI NAPOLI”, PRECISANDO CHE “SI TRATTA DI UN TENTATIVO DI TRUFFA” E CHE “NON È STATO PREDISPOSTO ALCUN DOCUMENTO DI QUESTO TIPO”…. - TORNA UTILE IL VECCHIO CONSIGLIO: NON APRITE AGLI SCONOSCIUTI

-

Condividi questo articolo

Agata Marianna Giannino per il Giornale

Un avviso su carta intestata al Ministero dell’Interno, trovato affisso sui palazzi di Napoli.

 

 

“Si invitano i non residenti di questo edificio a lasciare le abitazioni. Passeremo per i controlli”, questo il succo del messaggio. Ma è tutto falso. La locandina ha insospettito i residenti che l’hanno notata. È partito immediatamente il tam tam tra gli abitanti e qualcuno ha lanciato l’allarme sui social.

 

falso avviso falso avviso

La Questura di Napoli si è affrettata a smentire: “In alcuni condomini di Napoli sono stati affissi degli avvisi in cui compare l'intestazione ‘Ministero dell'Interno- Dipartimento della Pubblica Sicurezza’ con cui si preannunciano controlli nelle abitazioni. Si tratta di un tentativo di truffa, dal momento che non è stato predisposto alcun documento di questo tipo”. Un tentativo – si può desumere – di saccheggiare qualche abitazione o i suoi occupanti approfittando del momento critico che stiamo attraversando. Nel modulo falso, pubblicato da diversi utenti sui social, si chiede addirittura di presentare, “alla richiesta”, documenti di identità e il contratto di affitto, e si avverte che “tutte le presenze non giustificate verranno denunciate”.

 

La Questura, intervenendo sulla questione dei volantini-truffa, ha poi sollecitato a non aprire agli sconosciuti: “Si ricorda di non aprire la porta di casa a persone sconosciute e, in caso di dubbi, si invita a contattare subito i numeri di emergenza delle forze dell'ordine”. Lo stato di emergenza determinato dal nuovo Coronavirus non ferma i truffatori, in tutta Italia.

 

Quello scoperto nelle ultime ore a Napoli è solo l’ultimo stratagemma utilizzato da chi sta provando a raggirare vittime inconsapevoli approfittando della pandemia da Covid-19. Prima di oggi, c’è chi si è inventato paramedico per eseguire finti tamponi a domicilio o chi ha pensato a false attività di sanificazione per provare a intrufolarsi nelle abitazioni di ignare prede. È passato già un mese da quando la Croce Rossa Italiana fu costretta a usare la sua pagina Facebook per mettere in guardia da un tentativo di truffa telefonica di soggetti che si spacciavano per suoi volontari per proporre falsi test domiciliari sul Coronavirus.

 

Condividi questo articolo

media e tv

“DOMANI” È VICINO -  CARLO DE BENEDETTI HA DATO APPUNTAMENTO IL 2 GIUGNO A DOGLIANI ALLA DIRIGENZA E ALLO STAFF CHE PARTECIPERÀ ALL'AVVENTURA DEL NUOVO QUOTIDIANO DIRETTO DA STEFANO FELTRI, "DOMANI". COME MADRINA, CI SARÀ LUCIA ANNUNZIATA CHE, PARE, DICONO, SEMBRA, HA CONCLUSO UN CONTRATTO CON CDB DI 150MILA EURO - L’ATTACCO DELL’INGEGNERE AI FIGLI: “NON DOVEVANO PERMETTERSI DI VENDERE ‘REPUBBLICA’. UNA DECISIONE SCIAGURATA. I REGALI NON SI VENDONO. IL PRESTITO SACE A FCA? SERVONO CONDIZIONI” - VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute