“C’ERA UN TIZIO CHE STAVA PRENDENDO A SCHIAFFI UNA POVERA RAGAZZA. HO RISCHIATO GROSSO MA ERA UN OBBLIGO MORALE INTERVENIRE”- PARLA IL 73ENNE PRESO A PUGNI E CALCI A VICENZA DA UN TOSSICO CHE AVEVA MESSO LE MANI AL COLLO DELLA SUA RAGAZZA: MI SONO AVVICINATO, GLI HO DETTO: MA CHE COMBINI? E QUESTO... BUM! MI HA STESO CON UN PUGNO. POI… - MA LA DONNA SCAGIONA IL SUO FIDANZATO: “NON HA FATTO NIENTE”. E PENSARE CHE IL PENSIONATO ERA INTERVENUTO PER DIFENDERLA: ROBA DA MATTI... - VIDEO

-

Condividi questo articolo

https://www.vicenzatoday.it/video/video-anziano-aggredito-e-pestato-da-un-giovane.html

 

 

Andrea Priante per corrieredelveneto.corriere.it

 

«C’era un tizio che stava prendendo a schiaffi una povera ragazza. Che cosa avrei dovuto fare, voltarmi dall’altra parte?»

 

Vittorio Cingano Vittorio Cingano

Ha rischiato grosso…«Lo so. Ma non c’era scelta: era mio dovere intervenire».

 

Vittorio Cingano ha 73 anni ed è un ingegnere nato a Mestre ma che ha trascorso la vita a Vicenza. «Un brav’uomo – lo descrive la figlia Silvia – cresciuto con i valori del Dopoguerra, uno che quando ti incontra per strada si toglie il cappello per salutarti». È lui l’anziano che compare - mentre viene preso a pugni e a calci in faccia - nel video choc girato lunedì di fronte al mercato ortofrutticolo del capoluogo berico. L’aggressore si chiama Akar Alberto Fontanarosa, è un venticinquenne italiano di origini ungheresi, tossicodipendente.

 

Le Volanti della questura di Vicenza l’hanno arrestato con l’accusa di lesioni aggravate dai futili motivi, dalla crudeltà e dalla minorata difesa: le immagini lo mostrano mentre si accanisce su un uomo che ha il triplo dei suoi anni, infierendo mentre è a terra.

 

Nei confronti della fidanzata che era con lui, Carolina, 31 anni, il questore ha emesso un «richiamo»: se dovesse cacciarsi di nuovo nei guai rischia l’arresto.

 

«Ma Alberto non ha fatto niente», ha continuato a negare la donna. E pensare che l’anziano era intervenuto per difenderla.

 

vicenza aggressione vicenza aggressione

«Passavo di lì, ho visto quel tizio che stava aggredendo una ragazza. La prendeva a schiaffi, le stringeva la mano al collo, inveiva contro di lei…», racconta parlando al telefono dal letto dell’ospedale San Bortolo dov’è ricoverato. La prognosi è di 45 giorni.

 

 

Ora come sta?

«Ho qualche botta alla testa ma per fortuna la Tac è negativa. Purtroppo a furia di calci quell’uomo mi ha spezzato il femore e la riabilitazione sarà un po’ lunga. Sono appena uscito dalla sala operatoria: hanno dovuto inserirmi tre viti nella gamba sinistra».

 

Quando ha visto che stava malmenando la fidanzata, cosa ha fatto?

«Saranno state le 5 del pomeriggio, stavo camminando quando ha sentito le grida di quei due che litigavano e ho visto lui che le metteva le mani addosso. Mi sono avvicinato, gli ho detto: ma che combini? E questo non ha aperto bocca, è venuto verso di me e... bum! Mi ha steso con un pugno. Poi sono arrivati i calci e tutto quello che si vede nel video. Per fortuna i poliziotti sono eccezionali e in pochi minuti l’hanno arrestato. Ora spero arrivi una condanna severa, che serva da monito».

vicenza aggressione vicenza aggressione

 

Dicono che lei sia un eroe: a 73 anni è stato l’unico ad avere il coraggio di mettersi in mezzo.

«Lo rifarei: se una donna viene picchiata ho l’obbligo morale di difenderla. Stiamo diventando una società egoista, lo so. Ma spero di continuare a fare le scelte giuste, a non fingere di non vedere».

 

Quindi lo rifarebbe?

«Certo. Ma ora sarei più prudente. Quel giovane mi ha colto di sorpresa: tornassi indietro glielo darei io, per primo, un bel cazzotto».

 

Sa che la donna ora difende il fidanzato?

«Roba da matti. Anche perché ci sono i testimoni e il video è inequivocabile...».

 

Lega, Fratelli d’Italia, il centrosinistra: la politica parla di lei come di un uomo coraggioso e chiede pene esemplari. Se l’aspettava?

«Ho letto che sta montando un putiferio intorno a quello che mi è accaduto. Ecco, mi pare tutto un po’ assurdo. Lo ripeto: ciò che ho fatto, difendere qualcuno che si trova in difficoltà, dovrebbe essere la normalità. Anche per i politici».

vicenza pestaggio vicenza pestaggio vicenza pestaggio vicenza pestaggio

 

vicenza pestaggio vicenza pestaggio

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

È VERO CHE C’È UNO SPRAY ANTICOVID CHE COSTA 3 EURO E SI POTRÀ COMPRARE IN FARMACIA COME DICE “LIBERO”? È UN PO’ PIÙ COMPLICATO DI COSÌ - L’ENDOVIRSTOP PROMETTE MIRACOLI: NE BASTANO 4-5 SPRUZZATE IN GOLA AL GIORNO PER PREVENIRE IL CORONAVIRUS E CURARNE LE FORME INIZIALI, MA È STATO BOCCIATO DALL’AIFA PER BEN DUE VOLTE - IN REALTÀ È UN INTEGRATORE ALIMENTARE A BASE DI CICLODESTRINA, CHE SECONDO GLI ESPERTI NON È IN GRADO DI CURARE MALATTIE, MA SOLO CONTRIBUIRE A PRESERVARE UNO STATO DI BENESSERE…

sport

TOP OF THE “POZ” – "IO COCAINOMANE? MI SONO GODUTO LA VITA MA NON MI SONO MAI DROGATO" – POZZECCO SI RACCONTA IN UN LIBRO – I FLIRT CON CACCIATORI E DE GRENET, LE SBRONZE OMERICHE (“MA SEI GIORNI SU SETTE ERO IN PALESTRA A FARMI IL CULO”), LE 22 VITTORIE CONSECUTIVE SULLA PANCHINA DI SASSARI (“HO AVUTO CULO”) E QUELLA VOLTA CHE CON LA CACCIATORI TIRARONO NOCCIOLINE AD ALBERTO SORDI – “SONO STATO UN CRETINO? IO SONO ANCHE IL CRETINO CHE ERO. NON E’ CHE SEI SEMPRE LO STESSO…” – VIDEO

cafonal

viaggi

salute