“SONO STATE INFERTE DECINE DI COLTELLATE SUI CORPI, UN QUADRO DI ESAGERATA VIOLENZA” - L’AUTOPSIA SUI CADAVERI DI LI YANRONG, YANG YUN XIU E MARTHA CASTANO TORRES RIVELA LA BRUTALITA’ DI GIANDAVIDE DE PAU - SULLA VICENDA CI SONO ANCORA MOLTI PUNTI OSCURI. A COMINCIARE DAI COMPLICI CHE IL 51ENNE POTREBBE AVER AVUTO NEL CORSO DELLA SUA BREVE LATITANZA…

-

Condividi questo articolo


Fulvio Fiano e Rinaldo Frignani per www.corriere.it

 

giandavide de pau in viadurazzo a roma 2 giandavide de pau in viadurazzo a roma 2

Svolti gli esami autoptici su Li Yanrong, Yang Yun Xiu e Martha Castano Torres. Le donne sono state colpite alla schiena, al torace, al collo e alla testa. Le due cinesi si sono difese fino all’ultimo

 

Un quadro di «esagerata violenza». Decine di coltellate per uccidere le tre donne a Prati. In due aggredite nel corso di rapporti sessuali, un’altra mentre cercava disperatamente di soccorrere l’amica. È la scena dei delitti del 17 novembre scorso in via Augusto Riboty e via Durazzo, vicino piazzale Clodio, che emerge dalle autopsie che sono state effettuate venerdì mattina all’istituto di medicina legale del Policlinico Gemelli.

giandavide de pau in via riboty a roma giandavide de pau in via riboty a roma

 

I medici legali hanno evidenziato la violenza cieca che si è abbattuta quella mattina su Li Yanrong e Yang Yun Xiu, 55 e 45 anni, e poi su Martha Castano Torres, di 65, per mano, secondo l’accusa, di Giandavide De Pau, ex autista del boss di camorra Michele Senese, ora in carcere accusato di triplice omicidio volontario aggravato dalla crudeltà. Sulla vicenda tuttavia ci sono ancora molti punti oscuri.

 

A cominciare dai complici che il 51enne di Torrevecchia potrebbe aver avuto nel corso della sua breve latitanza durata fino all’alba di sabato scorso, quando è stato catturato a casa della sorella e della madre in via Esperia Sperani, alla borgata Ottavia.

 

Dagli accertamenti autoptici sarebbe emerso che le due cinesi si sono difese fino all’ultimo. Il killer ha sferrato contro di loro fendenti alla schiena, all’addome, al torace, alla testa e al collo. Una delle due è riuscita a uscire sul pianerottolo, per chiedere aiuto, ma è morta lì. Non si esclude che altrimenti l’assassino sarebbe fuggito indisturbato e l’allarme sarebbe scattato molte ore più tardi.

LIA - UNA DELLE DUE PROSTITUTE CINESI UCCISE DA GIANDAVIDE DE PAU LIA - UNA DELLE DUE PROSTITUTE CINESI UCCISE DA GIANDAVIDE DE PAU GIANDAVIDE DE PAU GIANDAVIDE DE PAU GIANDAVIDE DE PAU GIANDAVIDE DE PAU GIANDAVIDE DE PAU GIANDAVIDE DE PAU

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute