“SPERO CHE GLI ALTRI ARTISTI COINVOLTI NON SIANO PENALIZZATI DALLE MIE AZIONI, DAI MIEI ERRORI” - WILL SMITH TENTA LA STRADA DELLA REDENZIONE CON IL FILM “EMANCIPATION” DOPO LO SCHIAFFONE A CHRIS ROCK CHE HA MESSO IN STAND BY LA SUA CARRIERA: “IL PERSONAGGIO CHE INTERPRETO MI HA AIUTATO A SUPERARE MOLTE NOTTI DIFFICILI CON ME STESSO. LA SOFFERENZA, ANCHE CAUSATA DA SÉ STESSO, SE ABBRACCIATA NEL MODO GIUSTO È UN MODO PER ARRIVARE ALL'AMORE. L’OSCAR? SPERO IN PREMI PER GLI ALTRI…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell’articolo di Arianna Finos per “la Repubblica”

 

lo schiaffo di will smith a chris rock oscar 2022 lo schiaffo di will smith a chris rock oscar 2022

Otto mesi dopo Will Smith è pronto a uscire dal fermo immagine - lo schiaffo a Chris Rock sul palco dell'Academy il 27 febbraio scorso - che lo ha marchiato nel momento in cui riceveva l'Oscar da migliore attore. Ed è consapevole che ogni (raro) incontro per parlare di Emancipation - Oltre la libertà , il film di Antoine Fuqua sulla storia di "Peter il fustigato", lo schiavo fuggito dalla Louisiana e arruolato nell'esercito nordista, la schiena martoriata dalle cicatrici immortalata in una foto simbolo, si trasforma in un "apology tour", la serie delle pubbliche scuse. Malgrado la potenza del racconto - raramente la disumanità della schiavitù è stata mostrata con tale realismo - la questione sul tavolo è ancora quella.

Il film sarà su Apple tv+ dal 9 dicembre. L'attore, 54 anni, ha perso la spensieratezza che lo caratterizzava, sotto il sorriso gentile - via zoom - traspare la tensione.

emantipation 6 emantipation 6

 

Questo film segna il suo ritorno in pubblico dalla notte degli Oscar. Ne sente la pressione?

«Non ci ho pensato così profondamente. Sono consumato dall'importanza di questo film e del messaggio che racconta. È il più bel film di Antoine Fuqua e spero che lui e gli altri artisti coinvolti non siano penalizzati dalle mie azioni, dai miei errori».

 

La sua interpretazione è intensa. Ma già si discute se sia possibile per lei essere candidato all'Oscar. (Dalla cerimonia è bandito per 10 anni ndr.).

«In termini di premi, spero solo in riconoscimenti per i miei straordinari colleghi del film. Per quanto mi riguarda spero che la raffigurazione delle atrocità umane infonda nel cuore e nella mente del pubblico un profondo senso di compassione».

 

meme sullo schiaffo di will smith 2 meme sullo schiaffo di will smith 2

Ha vinto l'Oscar con "King Richard", ma è stato anche un anno tremendo per lei. Fare questo film è stato parte del processo di guarigione?

«(…) Da King Richard a Emancipation ho capito che affrontando il mio dolore, le difficoltà, la sofferenza mi rendeva un artista più vivo. Attraverso il messaggio di Peter è abbracciare il rapporto tra sofferenza e salvezza. Peter abbraccia la sua sofferenza e trova perfino il modo di esserne grato e questo mi ha aiutato a superare molte notti difficili con me stesso, comprendere che la sofferenza, anche causata da sé stesso, se abbracciata nel modo giusto è un modo per arrivare a Dio e all'amore».

 

emantipation 5 emantipation 5 emantipation 1 emantipation 1 meme sullo schiaffo di will smith 1 meme sullo schiaffo di will smith 1 schiaffo di will smith a chris rock schiaffo di will smith a chris rock meme sullo schiaffo di will smith 6 meme sullo schiaffo di will smith 6 meme sullo schiaffo di will smith 5 meme sullo schiaffo di will smith 5 meme sullo schiaffo di will smith 4 meme sullo schiaffo di will smith 4 meme sullo schiaffo di will smith 3 meme sullo schiaffo di will smith 3 MEME SULLO SCHIAFFO DI WILL SMITH A CHRIS ROCK MEME SULLO SCHIAFFO DI WILL SMITH A CHRIS ROCK emantipation 4 emantipation 4

(…)

emantipation 2 emantipation 2 Will Smith si scusa mentre ritira il premio agli Oscar Will Smith si scusa mentre ritira il premio agli Oscar emantipation 3 emantipation 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

ARSENICO, MERLETTI E ZONETTI - IL BALLERINO HA RIMORCHIATO IL GIOVANE GIORNALISTA TV CHE LO HA INVITATO A CASA SUA PER “CONSUMARE”. GIUNTO ALL'APPUNTAMENTO, VIENE PERÒ ACCOLTO ALLA PORTA, IN MUTANDE, DAL MARITO DEL GIORNALISTA. ALLA PROPOSTA: "FACCIAMO UNA COSA A TRE", IL BALLERINO È FUGGITO A GAMBE LEVATE. O ALMENO COSÌ RACCONTA DI AVER FATTO - L'INTELLETTUALE DANDY, MARITO E PAPÀ, HA UN DEBOLE PER I MASCHIONI NERBORUTI - IL GIORNALISTA APICALE, SPOSATO CON UNA BELLA DELLA TV, HA UNA STORIA CLANDESTINA CON UNA COLLEGA DELLA MOGLIE…

politica

business

GUARDA CHE STRANO, TIM FA IL BOTTO A MILANO – TELECOM ARRIVA A UN RIALZO TEORICO DEL 13% A PIAZZA AFFARI DOPO CHE IL MINISTRO URSO HA DETTO, A BORSA APPENA APERTA, CHE “IL GOVERNO SEGUE CON ATTENZIONE L’OFFERTA” DI KKR PER LA RETE – IL MEF ERA STATO INFORMATO: HA DATO IL VIA LIBERA, SCONFESSANDO DI FATTO CDP, OPPURE HA SOLO PRESO ATTO? – CURIOSO CHE IL GOVERNO PIÙ SOVRANISTA DELLA STORIA, DOPO AVER REGALATO ITA AI TEDESCHI, RISCHI DI FAR FINIRE L’INFRASTRUTTURA TELEFONICA NELLE MANI DEGLI  AMERICANI…

cronache

sport

MA SERVIVA MOURINHO PER FARSI BUTTARE FUORI DALLA COPPA ITALIA PER MANO DELLA CREMONESE? ZAZZARONI: “ROMA IMBARAZZANTE, TROPPO POVERA LA FORMAZIONE INIZIALE. UN AZZARDO CHE LA SQUADRA HA PAGATO PESANTEMENTE. SONO COSÌ EMERSI TUTTI I LIMITI DELLA ROSA, PIÙ VOLTE SEGNALATI DAL TECNICO STESSO” (MA SE LO SAPEVA PERCHE’ HA FATTO IL FENOMENO BUTTANDO DENTRO "I BAMBINI" TAHIROVIC E VOLPATO E MEZZE CALZETTE COME KUMBULLA, CELIK E BELOTTI?) - FRIEDKIN NON HA GRADITO LA LETTERA DI ZANIOLO PERCHÉ NON CONTIENE SCUSE ALLA ROMA

cafonal

CAFONAL ALL’OPERA! – ALL’OPERA DI ROMA, PER IL DEBUTTO DELL’“AIDA” ORCHESTRATA DA MICHELE MARIOTTI E MALDIRETTA DA DAVIDE LIVERMORE, SEMBRAVA DI STARE DAVVERO NELLA VALLE DEI TEMPLI - IN PRIMA FILA LAURA MATTARELLA, ANDREA ZOPPINI, PAOLA SEVERINO, ETTORE SEQUI, CARLO FUORTES, FABRIZIO PALERMO COL CIUFFO, SERGIO RUBINI STROPICCIATO, ANDREA MONORCHIO, SILVIA CALANDRELLI CON-TURBANTE, MAURO MASI AL GUINZAGLIO DI INGRID MUCCITELLI, PAOLA SEVERINO, ROSANNA CANCELLIERI IN MODALITA' NEFERTARI …

viaggi

salute

L'EPIDEMIA DI VAIOLO DELLE SCIMMIE IN EUROPA SI STA SPEGNENDO: SOLO 23 NUOVI CONTAGI - SU SCALA GLOBALE, INVECE, L'OMS HA RILEVATO UN AUMENTO DEI CONTAGI. NELLA SETTIMANA TRA IL 23 E IL 29 GENNAIO SONO STATI REGISTRATI NEL MONDO 403 NUOVI CASI, IL 37,1% IN PIÙ RISPETTO ALLA SETTIMANA PRECEDENTE, DISTRIBUITI IN 20 PAESI NEL MONDO. IL MAGGIOR NUMERO DI CONTAGI È STATO REGISTRATO IN MESSICO (72 NUOVI CASI), REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (69), USA (42), BRASILE (40), GUATEMALA (34)…