“GLI STATI UNITI PRONTI A INVIARE UN NUMERO SIGNIFICATIVO DI CARRI ARMATI ABRAMS M1 IN UCRAINA”. MA A FAR DISCUTERE E’ IL VETO TEDESCO SUI LEOPARD A KYIV - L’EUROPARLAMENTARE DEI VERDI BÜTIKOFER CRITICA IL GOVERNO SCHOLZ CHE CONTINUA A TEMPOREGGIARE: “STANNO SPRECANDO TEMPO. LA PERDITA DI FIDUCIA DA PARTE DEGLI ALLEATI NON È PIÙ UN TIMORE, È GIÀ UN DATO DI FATTO. MA SONO SICURO CHE IL VETO CADRA’…”

-

Condividi questo articolo


Da corriere.it

 

Leopard, 12 Paesi pronti a inviarli a Kiev. Manca solo l’ok tedesco

CARRI ARMATI ABRAMS M1 CARRI ARMATI ABRAMS M1

Dodici paesi hanno accettato di fornire all’Ucraina circa 100 carri armati Leopard 2 se il governo tedesco darà il suo consenso. Lo riferisce Abc News citando un alto funzionario ucraino che ha parlato in esclusiva al canale Usa. Tali accordi, ha detto la fonte, sono stati presi durante il vertice alla base aerea americana di Ramstein in Germania.

 

Per esempio, Paesi come la Polonia e la Finlandia hanno già dichiarato pubblicamente di essere disposti a fornire un certo numero di Leopard, e il funzionario ha affermato che anche Spagna, Paesi Bassi e Danimarca erano disposti a fornire alcuni dei loro tank, ma era necessario il consenso della Germania affinché la coalizione procedesse sulla questione.

 

Gerasimov: riforme militari per fronteggiare espansione Nato

carro armato carro armato

Le riforme militari annunciate dalla Russia sono una risposta alla probabile espansione della Nato all’uso dell’Ucraina da parte dell’Occidente in una guerra ibrida contro la Russia: lo ha dichiarato il capo dello Stato maggiore russo e massimo responsabile delle operazioni russe in Ucraina, generale Valery Gerasimov. “Oggi le nuove minacce sono l’ambizione espansionistica della Nato a spese di Svezia e Finlandia, così come l’uso dell’Ucraina come uno strumento per una guerra ibrida contro il nostro Paese”, ha spiegato Gerasimov intervistato dal quotidiano russo Argumenti i Fakty.

 

Media, Ankara rinvia negoziati per Svezia-Finlandia in Nato

carro armato leopard2 carro armato leopard2

I negoziati tra Turchia, Svezia e Finlandia sull’adesione alla Nato sono stati rinviati a tempo indeterminato su richiesta di Ankara: lo ha riferito una fonte all’agenzia russa Ria Novosti e lo riporta anche la tv di stato turca Trt. «Su nostra richiesta, il meccanismo tripartito tra Turchia, Svezia e Finlandia è stato cancellato a tempo indeterminato», fanno sapere i turchi. Secondo la fonte, il prossimo incontro si sarebbe tenuto a Bruxelles a febbraio.

 

Wsj, «Usa propensi all’invio dei carri armati Abrams»

L’amministrazione Biden è propensa all’invio di un numero significativo di carri armati Abrams M1 in Ucraina. Lo rivela oggi il Wall Street Journal, citando fonti ufficiali, precisando che l’annuncio dell’invio dovrebbe essere fatto questa settimana.

 

 

IL VETO TEDESCO CADRA’

Gabriele Carrer per formiche.net

LA BATTAGLIA DEI CARRI ARMATI LA BATTAGLIA DEI CARRI ARMATI

 

Diversi giornali tedeschi raccontano di una Casa Bianca infastidita davanti alla scelta di non scegliere da parte del governo tedesco guidato da Olaf Scholz sull’invio dei carri armati Leopard all’Ucraina e sull’autorizzazione ai Paesi terzi. Reinhard Bütikofer è noto per la sua schiettezza. Quello di minare con questa politica la fiducia degli alleati, in particolare degli Stati Uniti, “non è più un timore, è già un dato di fatto”, commenta con Formiche.net l’europarlamentare dei Verdi.

 

Stamattina Boris Pistorius, ministro della Difesa tedesco, ha incontrato Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, appena quattro giorni dopo la riunione del Gruppo di contatto per la difesa dell’Ucraina organizzata da Lloyd Austin, segretario della Difesa statunitense, nella base americana di Ramstein, in Germania. Stoltenberg ha elogiato il contributo di Berlino alla deterrenza e alla difesa dell’Alleanza e ricordato l’importanza degli aiuti tedeschi a Kyiv (la Germania è il terzo Paese in questa speciale classifica, dietro Stati Uniti e Regno Unito).

 

Reinhard Bütikofer Reinhard Bütikofer

Pistorius ha spiegato che la Germania non ha ancora preso una decisione sull’eventuale invio di carri armati all’Ucraina, ma “i Paesi partner” dell’Alleanza atlantica che “hanno già i tank Leopard che possono essere trasferiti” e che “possono già addestrare i militari ucraini” al loro utilizzo in battaglia, “lo possono fare”.

 

Senza questi carri armati, “l’Ucraina non sarebbe in grado di liberare altri territori occupati illegalmente dalla Russia. E senza sconfitta russa non ci sarà pace”, spiega Bütikofer. “Mi dispiace che la cancelleria tedesca si sia opposta finora” all’invio dei Leopard 2, continua. “Ma questa posizione si rivelerà insostenibile, a meno che il cancelliere non voglia assumersi l’enorme responsabilità di un’altra catastrofe europea. Il veto del Leopard 2 cadrà”, assicura.

 

OLAF SCHOLZ OLAF SCHOLZ

Come mai il governo Scholz sta cercando di prendere tempo? “Sta davvero prendendo tempo? No, lo stanno sprecando”, risponde Bütikofer. “L’’Ucraina non ha il tempo che Scholz sta perdendo”, conclude.

CARRI ARMATI LEOPARD CARRI ARMATI LEOPARD OLAF SCHOLZ A DAVOS OLAF SCHOLZ A DAVOS

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute