SULLA MARMOLADA SONO STATI TROVATI I CORPI DI ALTRI DUE DISPERSI GRAZIE ALL’USO DEI DRONI  ORA SONO NOVE LE VITTIME ACCERTATE, DI CUI 4 RICONOSCIUTE E 5 NON ANCORA IDENTIFICATE – IL PROCURATORE DI TRENTO SANDRO RAIMONDI: “LA PREVEDIBILITÀ DELL'EVENTO È ESCLUSA, NON C'È, NOI APRIAMO TUTTE LE PORTE CHE ABBIAMO DAVANTI PER VERIFICARE COSA È SUCCESSO E RICOSTRUIRE IL FATTO”

-

Condividi questo articolo


Da www.lastampa.it

 

MARMOLADA - IL CROLLO VISTO DAL RIFUGIO MARMOLADA - IL CROLLO VISTO DAL RIFUGIO

«Abbiamo appena finito una riunione tecnica a cui ha partecipato il comandante dei Ris, colonnello Gianpietro Lago. Le operazioni sono andate avanti tutto il giorno con i droni che hanno permesso il recupero di 2 salme. Le vittime accertate salgono dunque a 9, di cui 4 riconosciute e 5 non ancora identificate.

 

Nulla è lasciato al caso, si sta facendo tutto il possibile per trovare i dispersi. Stiamo mettendo in campo tutte le forze possibili. I feriti sono 7, 4 in ospedale a Trento, e 3 negli ospedali veneti. Cinque sono ancora le persone reclamate dai familiari».

 

Queste le affermazioni del presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti, facendo il punto a Canazei sulle operazioni in corso sulla Marmolada.

marmolada dopo il crollo del blocco di ghiaccio 2 marmolada dopo il crollo del blocco di ghiaccio 2

 

«L'imprevedibilità è l'elemento che oggi caratterizza l'alta montagna: le condizioni in alta quota cambiano molto più velocemente rispetto ad un tempo, per questo servono informazioni sempre aggiornate (e affidabili) prima di affrontare un'ascensione. Da anni le guide alpine hanno modificato l'approccio alle ascensioni a causa delle profonde trasformazioni morfologiche delle montagne provocate dal cambiamento climatico. In questo senso, serve un cambio di atteggiamento generale: l'esperienza che avevamo non vale più, va ricostruita». Ha affermato Martino Peterlongo, presidente del Collegio delle guide alpine. «Non c'era un seracco incombente, che certamente qualcuno avrebbe notato. Si è staccato proprio un pezzo di calotta».

 

Il procuratore di Trento: “Esclusa la prevedibilità”

marmolada dopo il crollo del blocco di ghiaccio 1 marmolada dopo il crollo del blocco di ghiaccio 1

Oggi, intanto, è in programma una riunione operativa presso la Procura di Trento per fare un punto sul crollo. Il procuratore capo, Sandro Raimondi, incontrerà i carabinieri del Ris di Parma per il conferimento d'incarico relativo alla comparazione dei reperti umani ritrovati dalle ispezioni del Soccorso alpino sul luogo del distacco del seracco di ghiaccio che ha causato la morte di 7 alpinisti mentre 5 sono ancora i dispersi. Toccherà agli inquirenti del Raggruppamento investigativo speciale eseguire le analisi del Dna sui resti.

 

«La prevedibilità dell'evento è esclusa, non c'è, noi apriamo tutte le porte che abbiamo davanti per verificare cosa è successo e ricostruire il fatto», ha detto all'Ansa il procuratore capo di Trento, Sandro Raimondi, sull'inchiesta per disastro colposo. «Sentiremo persone, vedremo filmati e coinvolgeremo il mondo scientifico per fare prove per capire, dal punto di vista idraulico, come mai c'era questa grossa massa d'acqua», ha aggiunto il procuratore.

blocco di ghiaccio si stacca dalla marmolada 5 blocco di ghiaccio si stacca dalla marmolada 5 blocco di ghiaccio si stacca dalla marmolada 1 blocco di ghiaccio si stacca dalla marmolada 1 blocco di ghiaccio si stacca dalla marmolada 4 blocco di ghiaccio si stacca dalla marmolada 4 soccorso alpino soccorso alpino MARMOLADA - IL CROLLO VISTO DAL RIFUGIO 2 MARMOLADA - IL CROLLO VISTO DAL RIFUGIO 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“CALENDA MI SEMBRA UN BIPOLARE CON DISTURBO DI PERSONALITÀ. È ‘BULLO DA SOLO’” - DAGO FA LA MESSA IN PIEGA AI POLITICI: “LETTA HA TANTI DIFETTI: NON HA CAPITO CHE BISOGNA PARLARE PER SLOGAN - RENZI HA IL CARATTERE DI UN PROVINCIALE FRUSTRATO, CHE VORREBBE FARSI ACCETTARE, NON CI RIESCE E FA LO SPACCONE - CONTE? NON SI È RESO CONTO CHE GRILLO GLI STA RESETTANDO IL M5S E ASPETTA CHE PASSI IL SUO CADAVERE - SALVINI E BERLUSCONI? NESSUNO DETESTA GIORGIA MELONI COME LORO. QUESTI NON HANNO CAPITO CHE L’ITALIA È UN PAESE A SOVRANITÀ LIMITATA. TUTTO SI DECIDE A BRUXELLES O A WASHINGTON. SE LAGARDE SMETTE DI COMPRARE BOT ITALIANI, FINIAMO CON IL SEDERE PER TERRA - LE ELEZIONI ITALIANE SARANNO OSSERVATE DALL’INTELLIGENCE DI TUTTO IL MONDO"

business

TEMPI DURI PER SOFTBANK – IL COLOSSO GIAPPONESE NAVIGA DI NUOVO IN ACQUE BURRASCOSE: NEL SECONDO TRIMESTRE DEL 2022 HA BRUCIATO 23 MILIARDI DI EURO E IL VALORE DEGLI INVESTIMENTI È CROLLATO – LA SOCIETÀ INCOLPA L’INFLAZIONE, MA IL PROBLEMA È PIÙ AMPIO: A ESSERE COLPITO MAGGIORMENTE È IL “VISION FUND”, IL FONDO CHE INVESTE IN TECNOLOGIA E STARTUP. LA CINA HA VARATO UNA STRETTA SU BIG TECH E LE VALUTAZIONI, GONFIATE PER ANNI, INIZIANO A MOSTRARE QUALCHE CREPA. INSOMMA, LA BOLLA STA PER SCOPPIARE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute