IL MISTERO DELLA MORTE DEL CAMPIONE DI KICKBOXING GIANMARCO POZZI: “GLI AMICI SANNO MA NON PARLANO” – IL 28ENNE RITROVATO IN UN CAMPO LO SCORSO 9 AGOSTO NELL’ISOLA DI PONZA DOVE LAVORAVA COME BUTTAFUORI, L’IPOTESI DELL’OMICIDIO -
LA SORELLA DI GIANMARCO POZZI: “VOGLIAMO SAPERE COSA GLI È SUCCESSO. QUELLA MATTINA DI AGOSTO HA LITIGATO CON UNO DI LORO. UN ALTRO INVECE HA CAMBIATO VERSIONE QUATTRO VOLTE COMPRESA QUELLA CHE MIO FRATELLO ERA SOTTO EFFETTO DI DROGA: NON È VERO. GIMMY SCAPPAVA DA QUALCUNO, È STATO AGGREDITO E BUTTATO GIÙ DA UN MURETTO…”

Condividi questo articolo

Rinaldo Frignani per roma.corriere.it

 

gianmarco pozzi gianmarco pozzi

«Mio fratello era uno sportivo, ma all’occorrenza sapeva anche affrontare tre-quattro persone a mani nude. Non penso che sarebbe scappato in quel modo, in boxer e a piedi nudi sulle rocce, se non si fosse sentito in pericolo. Ha una profonda ferita alla testa, ma nell’intercapedine dove è stato trovato non ci sono tracce di sangue: secondo noi è stato inseguito, aggredito, trascinato sui rovi e gettato lì sotto».

 

gianmarco pozzi gianmarco pozzi

Da quasi quattro mesi Martina Pozzi e la sua famiglia, assistiti dall’avvocato Fabrizio Gallo, chiedono che si faccia luce una volta per tutte sulla tragica fine del fratello Gianmarco, 28 anni, già campione di kickboxing, trovato senza vita la mattina del 9 agosto scorso nelle campagne di Santa Maria, a Ponza, dove lavorava come addetto alla sicurezza in due discoteche, il Frontone e il Blue Moon.

 

Già questa settimana potrebbero essere resi noti nuovi particolari sulle cause del decesso di Gimmy, come era soprannominato il giovane, dopo che il medico legale incaricato dalla Procura di Cassino aveva effettuato sul corpo del 28enne solo un’ispezione cadaverica. Si tratta dell’unico esame possibile, visto che poi il corpo è stato riconsegnato alla famiglia che ha proceduto con la cremazione il 14 agosto. «Siamo certi che mio fratello non sia caduto lì da solo — ribadisce la sorella —.

 

gianmarco pozzi gianmarco pozzi

Ci sono tante cose da chiarire, a cominciare dalla telefonata fatta da una donna del posto alle 10.30 per chiedere l’intervento dell’ambulanza, ma il medico e due infermieri ci hanno riferito che al loro arrivo il corpo era già scuro, tanto che hanno pensato che si trattasse di uno straniero, segno che Gimmy era morto da qualche ora».

 

 

In pratica ci sarebbe un buco di almeno 180 minuti. Già ad agosto, la Procura di Cassino ha aperto un fascicolo per omicidio. I carabinieri della compagnia di Formia, intervenuti sul posto dopo quella segnalazione al 118, propendono per una caduta accidentale del 28enne pur non escludendo comunque che si sia trattato dell’atto finale di un’aggressione.

 

Sulle indagini, coordinate dal pm Beatrice Siravo, c’è il massimo riserbo. «Tante persone, come gli operatori del 118, non sono state sentite — dice Martina —, abbiamo l’impressione che sull’isola ci sia paura di parlare di questa storia, come anche che i tre coinquilini di Gimmy sappiano più di qualcosa su come è morto mio fratello. Con uno ha anche litigato quella mattina perché in casa non c’era l’acqua per la doccia».

gianmarco pozzi gianmarco pozzi gianmarco pozzi gianmarco pozzi gianmarco pozzi gianmarco pozzi

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS - TOH, VUOI VEDERE CHE PIERCARLETTO PADOAN, NON ANCORA PRESIDENTE IN CARICA DI UNICREDIT, RISCHIA UNA BRUTTA SCONFITTA? LA CANDIDATURA CHE STA PRENDENDO VELOCITÀ IN QUESTE ORE, PER OCCUPARE IL POSTO DEL DIMISSIONARIO MUSTIER, È QUELLA DI ANDREA ORCEL CHE È SUPPORTATA PRINCIPALMENTE DA DEL VECCHIO, CARIVERONA E CASSA RISPARMIO TORINO. SÌ, PROPRIO I TRE AZIONISTI DI UNICREDIT CHE SI SONO MESSI DI TRAVERSO ALLA FUSIONE CON MONTE DEI PASCHI DI SIENA, CHE E' IL MOTIVO PER CUI IL PD AVEVA SPEDITO A PIAZZA GAE AULENTI PADOAN…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’ITALIA ALLA GUERRA DEL VACCINO – LA TAKIS È SALITA ALL’ATTENZIONE DEI MEDIA PERCHÉ STA LAVORANDO ALLA REALIZZAZIONE DI UN VACCINO ANTICOVID DI TIPO GENETICO E CIOÈ QUELLO CHE È PIÙ PROIETTATO AL FUTURO E PIÙ PROMETTENTE DAL PUNTO DI VISTA DELL’OBIETTIVO DELLA MEDICINA PERSONALIZZATA. MA MENTRE PER LA ITALO-SVIZZERA REITHERA SI ORGANIZZA UNA CAMPAGNA MEDIATICA PAZZESCA E SI REGALANO TANTI MILIONI, PERCHÉ L’ITALIANISSIMA TAKIS NON VEDE IL BECCO DI UN QUATTRINO E RESTA NELL’ANONIMATO?