UN OPERATORE DEL 118 È STATO MASSACRATO DI BOTTE DA UN 32ENNE ROMANO CHE VOLEVA ENTRARE NELLA DISCOTECA “JUST CAVALLI” DI PORTO CERVO: “MI AVETE ROTTO I COGLIONI, MI ROVINATE LA VACANZA” – L'AMBULANZA STAVA SOCCORRENDO UN RAGAZZO ALL'INGRESSO MA IL TURISTA NON VOLEVA PERDERSI IL GRAN FINALE DELLA SERATA E HA SBROCCATO: "LEVATI DI MEZZO". POI È SALITO IN AUTO E HA... - A PALERMO INVECE È STATA AGGREDITA UNA GIORNALISTA CHE FILMAVA LO SGOMBERO DELLE TENDE ALLESTITE SULL'ARENILE DI BARCARELLO, IN BARBA AI DIVIETI DI ASSEMBRAMENTO: SCHIAFFI, PUGNI E CALCI, ANCHE LEI È FINITA IN OSPEDALE

Condividi questo articolo

La tendopoli di Palermo dov'e' stata aggredita una giornalista La tendopoli di Palermo dov'e' stata aggredita una giornalista

Aggredita perché filma lo sgombero

Dal “Corriere della Sera”

 

Stava facendo il suo lavoro, filmando lo sgombero da parte dei carabinieri delle tende allestite, in barba ai divieti anti assembramento, sull' arenile di Barcarello (Palermo).

 

Ma a chi aveva passato la notte di Ferragosto nella tendopoli improvvisata il lavoro della cronista ha dato fastidio: l' hanno presa a schiaffi, pugni e calci. La giornalista è finita al pronto soccorso dell' ospedale Cervello, con cinque giorni di prognosi.

 

 

Prende a pugni il soccorritore del 118: «Levati, devo entrare in quel locale»

Alberto Pinna per il “Corriere della Sera”

 

pietro paolo cossu pietro paolo cossu

L'ambulanza era ferma all'ingresso della discoteca, a terra un ragazzo che stava male, i volontari del 118 erano accorsi per soccorrerlo. Ma un turista, impaziente (e prepotente), non ha voluto attendere qualche minuto, l'ambulanza ostruiva il passaggio e lui - erano le 5 del mattino - non voleva perdere il gran finale al Just Cavalli, disco music fino all'alba. È sceso dall'auto: «Spostatevi. Fatemi passare! Mi rovinate la vacanza!».

 

Un operatore ha cercato di dissuaderlo: «Abbia pazienza qualche minuto, stiamo finendo l'intervento». Risposta: «Levati di mezzo» seguita da un pugno. Parapiglia, intervento di altri volontari, finale con il turista che, risalito sull'auto, ha accelerato rischiando di investirli ed è fuggito.

 

just cavalli porto cervo 4 just cavalli porto cervo 4

La notte di Ferragosto si è conclusa con Pietro Paolo Cossu all'ospedale: frattura scomposta al setto nasale, volto tumefatto, 15 giorni di cura. E il turista denunciato dai carabinieri di Porto Cervo per interruzione di pubblico servizio, lesioni e altri reati per i quali si è attivata la Procura di Tempio Pausania. Di lui si sa che ha 32 anni ed è romano.

 

La sua identità verrà probabilmente tenuta riservata, per prudenza, dopo le migliaia di post sui social, quasi tutti di sardi furiosi, molti decisi a «dargli una lezione». Pietro Paolo Cossu, 50 anni, tre figli, è ritornato a casa.

 

Per decenni volontario, dal 2007 assunto come autista soccorritore dall'associazione Arzachena Agosto 89, presidente Salvatore Locci: «È una brava persona. Forte, ma non farebbe male a una mosca». Con il Billionaire, il Sotto e il Sopravento, il Just Cavalli, che si affaccia sul Golfo del Pevero, è tra i locali più esclusivi della Costa Smeralda, 200 euro cena di Ferragosto, più di 6 mila per un privé.

 

just cavalli porto cervo just cavalli porto cervo

Ricorda Cossu: «Ci hanno chiamato verso le 5, un ragazzo era fuori della discoteca, sembrava in coma etilico. Abbiamo iniziato a soccorrerlo. È arrivata questa Mercedes gialla, cercava di infilarsi rischiando di investire anche il ragazzo a terra. Ho detto all'uomo che guidava: non c'è spazio, siamo in emergenza, ma finiamo subito.

 

Lui gridava e a un tratto ha detto: "Mi avete rotto i c... Sgombrate, mi state rovinando la vacanza". Ha aperto lo sportello e mi ha sferrato un pugno. Ho provato a proteggermi con le braccia, siamo scivolati per terra».

 

Davanti al Just Cavalli c'erano centinaia di persone. «Sono intervenuti i buttafuori e hanno evitato che finisse in zuffa. Lui insultava: "Ti aspetto, non ti basta? Vieni che ti do il resto". Io non ho reagito, sarei passato dalla ragione al torto». Qualcuno ha preso il numero di targa dell'auto, che si è allontanata.

porto cervo porto cervo

 

«I suoi amici erano almeno 4, una, forse la sua ragazza, mi ha apostrofato: "Sei contento? Cadendo ha rovinato l'orologio da 5 mila euro". Io ero lì sanguinante e lei pensava all'orologio...».

 

All'alba è tutto finito, anche la musica. «Nessuno dei responsabili era cliente della discoteca» precisa il Just Cavalli. Intanto su Facebook è una valanga di post: i moderati («vergogna»), le richieste di arresto, i risentiti («turisti così meglio stiano a casa»), i vendicativi: «Ti aspettiamo alla nave, un giorno dovrai imbarcarti e non potrai nasconderti in quell'auto gialla».

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

SE UN UOMO TROMBA TANTE DONNE È UN DON GIOVANNI. E ALLORA PERCHÉ SE UNA DONNA FA SESSO CON TANTI UOMINI È UNA MIGNOTTA? - SE VI SEMBRA UN DOMANDA RETORICA, CHIEDETEVI PERCHÉ SENTIAMO ANCORA LA NECESSITA' DI PORSI IL PROBLEMA - PER ROMPERE LA LOGICA DEI DUE PESI E DUE MISURE IL REGISTA TEDDY ETIENNE HA REALIZZATO IL CORTO “DITES OUI”, IN GARA AL “MOBILE FILM FESTIVAL”: NELLE IMMAGINI UNA RAGAZZA È A LETTO CON DUE UOMINI, UN’ANZIANA È ABBRACCIATA A UN RAGAZZO E… - VIDEO

politica

LA PACCHIA E' FINITA, CONTE INGOIA IL PRIMO MAXI-ROSPO: ADDIO ALLA GESTIONE IN SOLITUDINE DEL RECOVERY FUND - CON LA LAMA SUL COLLO, “GIUSEPPI” VIENE COSTRETTO A UNA GESTIONE COLLEGIALE DEI FINANZIAMENTI UE: LA GESTIONE SARA' NELLE MANI DI UNA CABINA DI REGIA FORMATA DAL MES DI GUALTIERI, DAL MISE DI PATUANELLI E DA AMENDOLA: 2 DEL PD E UNO DEL M5S, CHE SCEGLIERANNO SEI MANAGER, POI COADIUVATI DA UNA TASK FORCE DI 300 PERSONE - IN ATTESA DI UNA PANDEMIA PIATTA E VACCINATA CHE PERMETTA DI LIQUIDARLO, IL PREMIER PER CASO VIENE "COMMISSARIATO" DAI PARTITI DI GOVERNO

business

cronache

sport

NEL NOME DI DIEGO: IL NAPOLI RIFILA QUATTRO PERE ALLA ROMA. LA DEDICA DI INSIGNE A MARADONA - PROVA DI FORZA DELLA SQUADRA DI GATTUSO CHE CON DEMME HA TROVATO SOSTANZA E EQUILIBRIO, "RINGHIO": "LA SQUADRA DA BATTERE E' L'INTER - LA CITTA' SOFFRE MOLTO PER LA PERDITA DI MARADONA MA IN GIRO C'E' TROPPA GENTE SENZA MASCHERINA, BISOGNA FARE I BRAVI..." - FONSECA AMMETTE: “LA ROMA NON HA FATTO NIENTE. LA ROMA NON HA AVUTO IL GIUSTO CORAGGIO PER AFFRONTARE IL NAPOLI” (I GIALLOROSSI HANNO RACCOLTO SOLO 2 PUNTI NELLE SFIDE CON JUVE, MILAN E NAPOLI)

cafonal

viaggi

salute