NON METTETECELO NEL CUNEO - IL COMUNE DI MONDOVI', IN PROVINCIA DI CUNEO, VUOLE FARE CAUSA A PORNHUB PER UN FILM A LUCI ROSSE GIRATO, IN PARTE, SUL SAGRATO DELLA CHIESA DELLA MISSIONE, LUOGO SACRO AGLI ABITANTI DELLA CITTA' - L'IPOTESI DI REATO POTREBBE ESSERE QUELLA DI ATTI OSCENI IN LUOGO PUBBLICO - IL TRAILER E' STATO GIA' VISTO MIGLIAIA DI VOLTE SUL SITO E...

-

Condividi questo articolo


Da “Libero quotidiano”

 

Mondovi? 2 Mondovi? 2

Un film a luci rosse girato a Mondovì, in provincia di Cuneo. Fin qui niente di scandaloso se non fosse che alcune performance degli attori hard hanno avuto come sfondo anche il sagrato della Chiesa della Missione, un luogo molto sacro agli abitanti della città.

 

Nei giorni scorsi il trailer, dal quale si scorgono anche la torre civica, simbolo della città, e i Giardini del Belvedere, è stato visto decine di migliaia di volte su Pornhub, sito specializzato per questo tipo di intrattenimento. Adesso il Comune vuole agire per vie legali. Accanto ad una informativa sul video spinto da inviare alla procura di Cuneo, il sindaco ha "scatenato" gli agenti della polizia municipale per approfondire la questione.

 

Mondovi? Mondovi?

L'ipotesi di reato potrebbe essere quella di atti osceni in luogo pubblico che, anche se depenalizzato, è perseguibile d'ufficio se consumato, appunto, in un luogo pubblico. E il sagrato della chiesa lo è. Ma c'è da giurare che il video avrà molto successo, se non altro per meglio rivedere il sacro luogo.

 

Condividi questo articolo

media e tv

È UN CONTROSCALA O UN SOTTOSCALA? CONTINUA LA FAIDA DEI RICCARDI: MUTI VS CHAILLY – ALLA FONDAZIONE PRADA DI MILANO RICCARDO MUTI PORTA A DICEMBRE LA SUA OPERA ACADEMY. CHE QUESTO AVVENGA NELLA SETTIMANA DELLA PRIMA DELLA SCALA (CON IL MACBETH DIRETTO DA RICCARDO CHAILLY) VIENE DERUBRICATO A SEMPLICE COINCIDENZA - “FIGURIAMOCI SE IO, A 80 ANNI E CON LA MIA CARRIERA, MI PREOCCUPO DI VENIRE QUI SOLO PER DARE FASTIDIO. SE DALL'ALTRA PARTE QUALCUNO SI RISENTIRÀ SARÀ UN PROBLEMA SUO…" - IL GRANDE SCAZZO TRA I DUE ALLA SCALA

politica

business

UN BEL BOTIN PER ORCEL - L’EX PRESIDENTE DI UBS AXEL WEBER E IL CAPO DELLA BANCA SVIZZERA, MARK SHELTON, HANNO TESTIMONIATO DAVANTI AI GIUDICI DI MADRID SUL CASO DEI BONUS NON PAGATI DAL BANCO SANTANDER AD ANDREA ORCEL. I DUE NON HANNO POTUTO CHE CONFERMARE CIÒ CHE AVEVANO GIÀ DETTO PIÙ VOLTE, CIOÈ CHE UBS AVEVA AVVISATO IL SANTANDER CHE NON AVREBBERO PAGATO LORO QUEI BONUS - ORCEL ORA INCASSERÀ IL DOVUTO, SI PARLA DI 76 MILIONI DI EURO. E ANA BOTIN? GLI AZIONISTI POTRANNO CONFERMARE UN PRESIDENTE SMENTITO DI FRONTE A TUTTO IL MONDO?

cronache

SE LA DAI PER FARE CARRIERA POI NON FARE LA VITTIMA – È FINITO ALLA FORCA JULIAN REICHELT, IL DIRETTORE DELLA “BILD”, LICENZIATO DOPO ESSERE STATO ACCUSATO DI ESSERSI PORTATO A LETTO DELLE COLLEGHE IN CAMBIO DI PROMOZIONI E BONUS IN DENARO CHE AVREBBERO DOVUTO COMPRARE IL LORO SILENZIO – A FAR PRECIPITARE LA DECISIONE DI MATHIAS DÖPFNER, PRESIDENTE E AD DI SPRINGER CHE DIFENDEVA REICHELT, È STATA L'INCHIESTA DEL “NEW YORK TIMES”: E ORA PURE LUI FINISCE NEL TRITACARNE DOPO CHE…

sport

cafonal

viaggi

salute