NON È MANCO PASSATO UN GIORNO DALL’ANNUNCIO DEI TEDESCHI DELLA FORNITURA DEI 14 CARRI ARMATI LEOPARD ALL’UCRAINA, CHE A KIEV GIÀ ALZANO IL TIRO: “UN’ESCALATION INTERNA DELLA GUERRA IN RUSSIA È INEVITABILE”. STANNO PENSANDO DI ATTACCARE? – SCHOLZ ALLA FINE HA CEDUTO ALLE PRESSIONI AMERICANE IN CAMBIO DI UN SEGNALE DAGLI STATI UNITI, CHE FORNIRÀ ALCUNI TANK “ABRAMS”. MA I TEMPI SONO LUNGHI, E I RUSSI GIÀ SI INCAZZANO: “È UNA PROVOCAZIONE. BRUCERANNO…”

-

Condividi questo articolo


g7 in germania biden e scholz g7 in germania biden e scholz

1. VIA LIBERA DI SCHOLZ ALL'INVIO DI 14 LEOPARD 2 ALL'UCRAINA

(ANSA) - Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato oggi al suo gabinetto l'invio di 14 Leopard 2A6 all'Ucraina. È quello che si legge in una nota diramata dal portavoce Steffen Hebestreit. La notizia era stata anticipata ieri da Spiegel.

 

"Il governo tedesco ha deciso di mettere a disposizione dell'Ucraina i panzer Leopards 2. Questo è il risultato di intense consultazioni che si sono avute fra la Germania e i suoi partner più stretti europei e americani", si legge nella nota della cancelleria.

 

carro armato leopard2 carro armato leopard2

"L'obiettivo è quello di mettere rapidamente insieme 2 battaglioni di panzer Leopard 2 per l'Ucraina. A questo scopo la Germania fornirà in prima battuta una compagnia di 14 Leopard 2A6 , che vengono dalla Bundeswehr", continua il comunicato. "Altri partner europei consegneranno Panzer di tipo Leopard 2 a loro volta".

 

2. CREMLINO, 'GLI ABRAMS IN UCRAINA BRUCERANNO'

(ANSA) - I carri armati americani Abrams in Ucraina "bruceranno nello stesso modo degli altri". Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dall'agenzia Interfax.

 

olaf scholz boris pistorius olaf scholz boris pistorius

"Sono convinto che molti specialisti comprendano l'assurdità" di inviare i carri armati in Ucraina, ha detto Peskov. "Sotto l'aspetto tecnologico - ha aggiunto il portavoce - questo è un piano abbastanza fallimentare, e soprattutto una chiara sopravvalutazione del potenziale che andrà ad aggiungersi alle forze armate ucraine". "Tutto questo - ha affermato ancora Peskov - ricadrà prima di tutto sulle spalle di quelli che in Europa pagano le tasse mentre gli americani come sempre come minimo non subiranno perdite, ma molto probabilmente ne trarranno profitto".

 

3. GERMANIA DÀ OK A PARTNER CHE VOGLIONO INVIARE TANK A KIEV

(ANSA) - La Germania autorizzerà velocemente i partner che vogliono consegnare i proprio tank Leopard all'Ucraina. È quello che si legge in una nota della cancelleria.

 

4. SCHOLZ, AGIAMO IN STRETTO ACCORDO CON I NOSTRI PARTNER

(ANSA) - "Questa decisione segue la nostra linea nota, che è quella di sostenere le forze ucraine. Agiamo in modo strettamente coordinato e concordato a livello internazionale". Lo dice Olaf Scholz, in una nota della cancelleria, che dà notizia della decisione ufficiale della Germania di inviare i Leopard 2 all'Ucraina.).

LA BATTAGLIA DEI CARRI ARMATI LA BATTAGLIA DEI CARRI ARMATI

 

5. BERLINO, PRESTO ADDESTRAMENTO UCRAINI A TANK IN GERMANIA

(ANSA) - "L'addestramento delle forze ucraine dovrebbe iniziare rapidamente in Germania. Al pacchetto appartengono oltre all'addestramento, anche logistica, munizione e manutenzione dei sistemi". È quello che si legge nella nota della cancelleria tedesca, che dà notizia dlela decisione di Olaf Scholz di inviare i Leopard 2 in Ucraina.

 

6. UCRAINA: PREMIER POLACCO RINGRAZIA BERLINO PER I LEOPARD

(ANSA) - Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha ringraziato Berlino per la decisione di inviare carri armati Leopard all'Ucraina.

 

"La decisione di inviare i carri armati Leopard in Ucraina è il grande passo per fermare la Russia. Insieme siamo più forti" ha scritto su TT il premier polacco Mateusz Morawiecki, nel ringraziare il cancelliere tedesco Olaf Scholz per l'annuncio dato oggi di offrire a Kiev 14 tank tedeschi.

 

PUTIN ZELENSKY PUTIN ZELENSKY

"È una buona notizia per la sicurezza di Europa ha aggiunto Piotr Mueller il portavoce del governo di Varsavia. Soddisfazione è stata espressa anche da Piotr Wawrzyk il viceministro degli esteri di Varsavia, secondo quale " la pressione e l'impegno del governo polacco per favorire una tale decisione "ha avuto senso".

 

7. BERLINO, PER I LEOPARD IN UCRAINA SERVONO CIRCA TRE MESI

(ANSA) - "I Leopard potranno essere in Ucraina nel giro di tre mesi". Lo ha detto il ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius, parlando alla stampa a Berlino.

 

jill biden volodymyr zelensky joe biden 4 jill biden volodymyr zelensky joe biden 4

8. KIEV, ABBIAMO BISOGNO DI MOLTI LEOPARD

(ANSA) - Il capo di gabinetto del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Andriy Yermak, ha accolto con favore la notizia che la Germania invierà al Paese i carri armati Leopard 2, ribadendo che ne servono "molti". "Il primo passo verso i carri armati è stato fatto", ha dichiarato Andriy Yermak su Telegram. "Il prossimo passo è la 'coalizione di carri armati'. Abbiamo bisogno di molti Leopard".

 

9. MOSCA, CARRI ARMATI USA SAREBBERO UNA 'PALESE PROVOCAZIONE'

(ANSA) - Il possibile invio di carri armati da parte di Washington all'Ucraina rappresenta "un'altra palese provocazione" contro la Russia: lo ha detto oggi l'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov, in un messaggio inviato sull'account Telegram dell'ambasciata. "Se gli Stati Uniti decidono di fornire carri armati, allora giustificare un tale passo con argomentazioni sulle 'armi difensive' non funzionerà di certo. Sarebbe un'altra palese provocazione contro la Federazione Russa", ha scritto Antonov, come riporta il Guardian.

 

mykhailo podolyak mykhailo podolyak

10. KIEV, INEVITABILE UN'ESCALATION DELLA GUERRA IN RUSSIA

(ANSA) - "Confermo ufficialmente che un'escalation interna della guerra in Russia è inevitabile. E saranno effettuati attacchi diversi contro obiettivi diversi. Perché, da chi e per quale scopo è un'altra questione, e non ne possiamo discutere oggi. Mancano le informazioni sufficienti", ha dichiarato Mykhailo Podolyak, consigliere di Zelensky, in un'intervista al blogger Michael Nucky, citata da Unian. Podolyak ha sottolineato che le forze armate ucraine non stanno attaccando la Russia, ma che i russi, anche nelle grandi città, potranno "sentire la guerra".

 

olaf scholz joe biden olaf scholz joe biden

11. LA GERMANIA INVIA I LEOPARD SCHOLZ LA SPUNTA CON GLI USA

Estratto dell’articolo di Paolo Valentino per il “Corriere della Sera”

 

Olaf Scholz voleva una copertura politica per prendere la decisione della vita, la fornitura all’Ucraina dei Leopard […]. Non una copertura qualsiasi, ma quella degli Stati Uniti […]. E alla fine, dopo aver tenuto il punto pur sommerso dalle critiche, il cancelliere tedesco l’ha spuntata.

 

CARRI ARMATI LEOPARD CARRI ARMATI LEOPARD

Poche ore dopo l’anticipazione del Wall Street Journal , secondo cui la Casa Bianca sta per annunciare l’invio a Kiev di un numero significativo dei suoi formidabili carri armati Abrams M1, il governo federale ha deciso ieri sera di rompere ogni indugio e dare il segnale verde a fornire all’Ucraina i propri tank pesanti.

 

All’inizio, secondo Der Spiegel , si tratterebbe di almeno una compagnia di Leopard modello 2A6, normalmente composta di 14 carri. Contemporaneamente, Berlino darebbe l’autorizzazione a trasferirne altri contingenti da parte dei 12 Paesi che li posseggono, a cominciare da Polonia e Finlandia. Varsavia in particolare, che ha detto di voler dar vita a una «coalizione di Paesi che sostengono Kiev con i carri Leopard», ha già inviato una richiesta ufficiale al governo tedesco per averne il via libera, ricevendo l’assicurazione che sarà trattata con «l’urgenza del caso».

 

GUERRA IN UCRAINA - CARRI ARMATI RUSSI GUERRA IN UCRAINA - CARRI ARMATI RUSSI

Secondo gli esperti militari, una volta sul teatro del conflitto, i carri armati di fabbricazione tedesca darebbero alle forze ucraine una nuova capacità offensiva, mettendole in grado di bucare le difese russe e riprendere la loro avanzata.

 

[…]  Sollecitato da tutte le parti, all’esterno e all’interno del governo, il sì di Olaf Scholz alla cessione dei Leopard, si lascia però dietro molte macerie. In primo luogo, un avvelenamento dei rapporti interni alla coalizione di governo, dove Verdi e liberali non hanno risparmiato bordate e colpi bassi al cancelliere, il quale ancora una volta si è mostrato disastroso nella comunicazione. […]

 

vladimir putin volodymyr zelensky vladimir putin volodymyr zelensky

12. SCHOLZ SI ARRENDE AI TANK «SÌ ALL’INVIO DEI LEOPARD» BIDEN MANDA GLI ABRAMS

Estratto dell’articolo di Daniel Mosseri per “il Giornale”

 

[…] Per anni si è scritto del cattivo stato in cui versa la Bundeswehr: solo un mese fa anche prodotti relativamente moderni (o modernizzati) come i veicoli corazzati per fanteria (Ifv) della classe Puma sono stati ribattezzati Pannenpanzer (i panzer delle panne), a cause di inattesi problemi alle ruote dentate e per malfunzionamenti dell’elettronica.

 

GUERRA IN UCRAINA - LANCIAMISSILI IN DOTAZIONE AGLI UCRAINI GUERRA IN UCRAINA - LANCIAMISSILI IN DOTAZIONE AGLI UCRAINI

Quella del Leopard 2 è un’altra storia: progettato dalla Krauss-Maffei, dotato di un cannone realizzato da Rheinmetall e di motore Mtu Friedrichshafen, il Leopard 2 è un carro da combattimento molto apprezzato in ambito Nato.

 

[…] Al di là dei numeri, l’insistenza dei polacchi per un invio dei Leopard in Ucraina a dispetto di quanto deciso dai ministri della Difesa della Nato pochi giorni fa a Ramstein in Germania ha avuto un effetto-valanga.

 

carro armato leopard carro armato leopard

Oggi sarebbero dodici i Paesi disponibili a fornire circa 100 carri da combattimento made in Germany (fermo restando l’ok di Berllno): fra questi ci sarebbero Spagna, Paesi Bassi e Danimarca. Di più: anche gli Stati Uniti, ha scritto il Wall Street Journal, sarebbero intenzionati a cedere a Kiev «un numero significativo di carri armati Abrams» nonostante le superiori difficoltà di uso e manutenzione di questa categoria di carri meno conosciuta in Europa.

 

Messo sotto pressione dagli alleati di governo e da quelli del Patto atlantico, il cancelliere Scholz non sarebbe in condizione di opporre il proprio no all’invio dei Leopard, non solo di quelli venduti all’estero, ma anche di quelli della Bundeswehr. Lo ha scritto lo Spiegel secondo cui Berlino, si presume sempre cercando di restare un passo indietro, si disporrebbe a cedere a Kiev «almeno una compagnia» di carri da combattimento.

 

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute