NON SENTI ANCHE TU UNA PIZZICARELLA IN GOLA? - MILLE PERSONE SONO STATE EVACUATE ALL'IKEA DI CORSICO, A MILANO, PER UNA SOSTANZA IRRITANTE NELL'ARIA - UN GRUPPO DI VISITATORI HA INIZIATO AD ACCUSARE FASTIDI ALLA RESPIRAZIONE E, IN POCHI SECONDI, I CASI SONO AUMENTATI - UN PRIMO ACCERTAMENTO FAREBBE PENSARE A SPRUZZI DI SPRAY AL PEPERONCINO, MA VA CHIARITO COME SIA STATO DIFFUSO NELL'ARIA - NELLE SCORSE SETTIMANE UN EPISODIO SIMILE ERA SUCCESSO A ROZZANO...

-

Condividi questo articolo


Cristiana Mangani per "il Messaggero"

 

Ikea Corsico Ikea Corsico

Erano le 13 di ieri quando è scattato l'allarme da Ikea di Corsico, alle porte di Milano. Mille persone sono state evacuate per una sostanza irritante che era stata percepita nell'ambiente.

 

C'è chi ha cominciato a starnutire, chi ha avuto dolore agli occhi e alla gola, chi non riusciva a respirare. In un attimo è stato il panico. Le persone sono state fatte uscire dai vigili per consentire l'intervento delle squadre dei tecnici del nucleo Ncbr (Nucleare-biologico-chimico-radiologico), che si sono messe subito al lavoro con i carabinieri per cercare di capire di quale sostanze si trattasse e che cosa era stato diffuso all'interno del megastore.

 

Ikea Corsico 2 Ikea Corsico 2

UN SECONDO EPISODIO In attesa di ulteriori riscontri ed esami, un primo accertamento farebbe pensare a spruzzi di spray al peperoncino. Ma se così fosse, andrebbe chiarito come sia stato diffuso nell'aria in quantità così massiccia da invadere uno spazio grande come l'Ikea. E soprattutto chi è stato a diffonderlo.

 

Nelle scorse settimane un episodio simile era accaduto al centro commerciale Fiordaliso di Rozzano, e questo potrebbe far pensare a un disegno preciso, a qualcuno che vuole creare problemi all'interno di questi grossi centri commerciali. All'ingresso dello store svedese è in bella mostra un cartello: «Ikea è sempre un posto sicuro per te»: uno dei vigili del fuoco intervenuti lo ha fotografato, e il gesto è quasi simbolico e serve anche a ridimensionare l'allarme scoppiato all'ora di pranzo.

 

Ikea Corsico 3 Ikea Corsico 3

La paura certamente c'è stata e almeno una decina sono le persone che hanno riportato problemi respiratori e sintomi tipici dell'inalazione di spray al peperoncino, tra cui tosse e irritazione alle vie aeree.

 

I pazienti visitati hanno tra i 19 e i 65 anni (7 donne e 3 uomini) ma, secondo quanto riferito dalla centrale del 118, solo due clienti (una 22enne e una 35enne) sono state trasportate all'ospedale San Carlo con bruciore forte alla gola. Le loro condizioni non erano preoccupanti e sono state dimesse nel giro di qualche ora. Mentre una terza, di 24 anni, è stata trasportata al San Paolo con irritazione alle vie aeree.

 

Ikea Corsico 4 Ikea Corsico 4

La prima chiamata è arrivata poco prima delle 13, quando un gruppo di visitatori ha iniziato ad accusare fastidi alla respirazione. In pochi secondi i casi sono aumentati, così come la preoccupazione dei dipendenti. Le operazioni di evacuazione sono scattate velocemente.

 

«Si prega di lasciare il negozio immediatamente. Ci sono delle difficoltà tecniche nell'edificio. Lasciate i carrelli dove sono e procedete verso le porte con l'indicazione uscita di sicurezza», è stato l'annuncio arrivato dagli altoparlanti in italiano e in inglese.

 

Ikea Corsico 5 Ikea Corsico 5

Quando i vigili del fuoco sono arrivati sul posto una buona parte dei clienti era già nel piazzale bagnato dalla pioggia. I tecnici del nucleo Nbcr hanno effettuato tutti i controlli ma non è emerso nulla di particolare: nell'aria non c'era alcuna sostanza tossica e quindi niente di pericoloso. I sensori però hanno evidenziato qualcosa di irritante, compatibile con uno spray al peperoncino con tipica composizione a base di capsaicina. Anche le verifiche al sistema di areazione hanno rassicurato sull'integrità e hanno garantito che non ci fosse stata contaminazione all'impianto.

Ikea Corsico 6 Ikea Corsico 6

 

IL RIENTRO Così già alle 14,15 è stato autorizzato il rientro nel negozio. La maggior parte dei clienti, però, era andata via, ma c'è chi ha atteso nel parcheggio fino alla riapertura delle porte. «La priorità di Ikea - si legge in un comunicato della multinazionale svedese - è sempre la sicurezza e la salute dei propri co-worker, clienti e fornitori e per questo continueremo a collaborare con le autorità per identificare le cause dell'accaduto». Ora toccherà ai carabinieri della compagnia di Corsico chiarire cosa sia successo in quei minuti, se sia stato un errore o uno scherzo di cattivo gusto.

Ikea Corsico 7 Ikea Corsico 7

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DAGONEWS! – COSA BOLLE NELLA TESTA TRICOLOGICAMENTE SVANTAGGIATA DI ENRICO LETTA? IN VISTA DELLE ELEZIONI DEL 2023, OLTRE A UNA LEGGE ELETTORALE PROPORZIONALE CON SBARRAMENTO AL 4%, IL CAMPO LARGO COL M5S SARÀ SOSTITUITO DAL “CAMPETTO CIVICO” CON LE LISTE DEI SINDACI PD (GORI, GUALTIERI, TOMMASI, DE CARO, SALA, MANFREDI, ETC) - SE L'EGO DI CALENDA GIOCA IN PROPRIO, RENZI È IL PARIA DI TURNO: ITALIA MORTA NESSUNO LA VUOLE, AL PUNTO CHE È COSTRETTO A ELEMOSINARE ATTENZIONI ALL’EX NEMICO, LUIGI DI MAIO…

business

CHE SENSO HA FARE L’AMAZON ITALIANA SE C’È GIÀ QUELLA ORIGINALE, CHE FUNZIONA MEGLIO? – SE LO DOVEVA CHIEDERE CHI HA BUTTATO UNA MAREA DI SOLDI IN “EPRICE”: PAOLO AINIO DI BANZAI, MATTEO ARPE, PIETRO BOROLI E ALTRI FINANZIERI E IMPRENDITORI, CHE SOGNAVANO DI CREARE UN SITO DI E-COMMERCE PARAGONABILE AL COLOSSO DI BEZOS. E INVECE, DOPO LA QUOTAZIONE E TANTE SPERANZE, IL SITO È AL COLLASSO: IL PATRIMONIO È AZZERATO E L’UNICA ANCORA DI SALVEZZA SONO GLI EMIRATINI DI “NEGMA”, CHE HANNO PROMESSO 20 MILIONI DI LIQUIDITÀ

cronache

"I TASSISTI DICHIARANO AL FISCO POCO PIU' DI MILLE EURO AL MESE E COMPRANO LICENZE CHE NE COSTANO 180 MILA" – SELVAGGIA LUCARELLI VA ALL'ATTACCO DEI TASSISTI: “È ORA DI APRIRE IL MERCATO E CHIUDERE DEFINITIVAMENTE LO SPORTELLO DEI TAXI CHE SI SPACCIANO PER SERVIZIO PUBBLICO, BEN ATTENTI A TUTELARE SOLO IL PRIVATO. AMMANTANO LA LORO ARROGANZA DI NOBILI RAGIONI” – E DAI TASSISTI DI NAPOLI ARRIVA L'INDECENTE RISPOSTA CON IL CORO “SELVAGGIA LUCARELLI È UNA PUTTANA!” – VIDEO

sport

"TUTTA LA MIA CARRIERA È INGHIOTTITA IN QUEI 7 SECONDI DI URLO" – MARCO TARDELLI RILASCIA UN'INTERVISTA "CORE A CORE" ALLA COMPAGNA MYRTA MERLINO, SU "OGGI", E TORNA PER L'ENNESIMA VOLTA A PARLARE DEL GOL IN FINALE DEL MUNDIAL DELL'82: "QUELL’URLO HA RISCATTATO OGNI ITALIANO E HA INTRAPPOLATO ME PER SEMPRE, NEL BENE E NEL MALE" (TRANQUILLO, HA INTRAPPOLATO ANCHE NOI) - "MOLTI CREDONO CHE QUELL’URLO FOSSE DI GIOIA, DI ESULTANZA. IN REALTÀ C’ERA MOLTO DI PIÙ. ERA UNA LIBERAZIONE, UNA RIBELLIONE, UNA RIVINCITA… ANCHE SULL’IMMENSO GIANNI BRERA"

cafonal

PABLITO, L’UOMO CHE FECE PIANGERE IL BRASILE – UNA MOSTRA AL CONI CELEBRA PAOLO ROSSI A 40 ANNI DA ITALIA-BRASILE 3-2 – MALAGO’ SOTTOLINEA IL VIZIO ITALIANO DI CORRERE IN SOCCORSO DEL VINCITORE: “LA POLITICA SI AVVICINÒ ALLA NAZIONALE SOLO NEL MOMENTO DELLA VITTORIA PRIMA AVEVA CHIESTO ADDIRITTURA CHE L’ITALIA SI RITIRASSE. BEARZOT HA FATTO UN'IMPRESA STORICA CHE HA SAPUTO UNIRE UN INTERO PAESE” – I RICORDI DI TARDELLI, DELL’ARBITRO KLEIN E DELLA MOGLIE DI PAOLO ROSSI, FEDERICA CAPPELLETTI – FOTO+VIDEO

viaggi

salute