LA NUOVA ZELANDA LICENZIA "THE WIZARD", L'88ENNE INGLESE IN SERVIZIO DA 20 ANNI COME "MAGO DI STATO" - A DARGLI L'INCARICO ERA STATO NEL 1990 L'ALLORA PRIMO MINISTRO MIKE MOORE: "SONO PREOCCUPATO CHE LA TUA MAGIA NON SIA A DISPOSIZIONE DELL'INTERA NAZIONE. SENZA DUBBIO CI SARANNO IMPLICAZIONI NELL'AREA DI INCANTESIMI, BENEDIZIONI, MALEDIZIONI E ALTRE QUESTIONI SOPRANNATURALI CHE SONO AL DI LA' DELLE COMPATENZE DEI PRIMI MINISTRI"

-

Condividi questo articolo


Dagotraduzione dal Guardian

 

Ian Brackenbury Channell Ian Brackenbury Channell

Il mago ufficiale della Nuova Zelanda, forse l’unico mago nominato dallo Stato al mondo, è stato licenziato dopo 23 anni di attività.

 

The Wizard (appunto “Il Mago”), il cui vero nome è Ian Brackenbury Channell, 88 anni, era stato incaricato dal consiglio comunale di Christchurch di promuovere la città attraverso «atti di magia e altri servizi simili offerti dai maghi» al costo di 16.000 dollari all’anno. In tutto ha incassato 368.000 dollari.

 

Ian Brackenbury Channell 2 Ian Brackenbury Channell 2

Channell, nato in Inghilterra, ha iniziato a compiere atti di magia e intrattenimento negli spazi pubblici poco dopo il suo arrivo in Nuova Zelanda nel 1976. Quando il consiglio cercò di fermarlo, il pubblico protestò. Nel 1982, la New Zealand Art Gallery Directors Association lo definì un’opera d’arte vivente e nel 1990 l’allora primo ministro Mike Moore gli chiese di prendere in considerazione l’idea di diventare il Mago della Nuova Zelanda.

 

Ian Brackenbury Channell 3 Ian Brackenbury Channell 3

«Sono preoccupato che la tua magia non sia a disposizione dell’intera nazione» scrisse Moore sulla carta intestata ufficiale del governo. «Suggerisco quindi che dovresti considerare urgentemente il mio consiglio di diventare il Mago della Nuova Zelanda, dell’Antartide e della aree offshore rilevanti… senza dubbio ci saranno implicazioni nell’area di incantesimi, benedizioni, maledizioni e altre questioni soprannaturali che sono al di là della competenza dei meri Primi Ministri».

 

Da allora The Wizard si è esibito a Christchurch, ha ballato sotto la pioggia della Nuova Zelanda e dell’Australia durante i periodi di siccità, ed è stato insignito della Queen's Service Medal nel Queen's Birthday Honours del 2009. Ma è andato incontro anche a critiche e polemiche, soprattutto per le sue battute sulle donne.

 

Ian Brackenbury Channell 4 Ian Brackenbury Channell 4

Il mago ha detto che il consiglio aveva deciso di smettere di pagarlo perché non si adattava alle "vibrazioni" della città. Ha detto che era un provocatore. «Sono noioso e vecchio, ma non c'è nessun altro come me a Christchurch».

 

Il mago è un volto noto ai residenti di Christchurch, ma negli ultimi anni la sua presenza è diminuita e gli avvistamenti sono diventati rari. Lui sostiene che è stato il consiglio a renderlo invisibile.

 

Ian Brackenbury Channell 5 Ian Brackenbury Channell 5

Il mago ha detto che avrebbe continuato le sue apparizioni regolari al Christchurch's Arts Centre, chiacchierando con i turisti e la gente del posto. Il centro ospita questo mese una mostra sulla sua vita, che è sostenuta dal consiglio.

 

Quando gli è stato chiesto se avrebbe maledetto il consiglio per la sua decisione, ha detto che preferiva dare benedizioni. «Offro ai bambini sogni felici, buona salute generale e voglio che i burocrati diventino più umani».

Ian Brackenbury Channell 6 Ian Brackenbury Channell 6

 

Condividi questo articolo

media e tv

DIGERITO IL CASO DELLA PACCA SUL CULO A GRETA BECCAGLIA, E' IL MOMENTO DI FARSI UNA DOMANDA: MA PERCHE' LE GIORNALISTE SPORTIVE SO' TUTTE PIN UP? COSA C'ENTRANO L'AVVENENZA, LA SENSUALITA', LE TETTE RIGONFIE CON L'INFORMAZIONE? - LE BONONE VENGONO "USATE" PER ALZARE L'AUDIENCE E IL LORO CORPO E' UN'ESCA PER TELE-PIPPAROLI - VOLETE FARE UNA BATTAGLIA CONTRO IL MASCHILISMO E IL SESSISMO? IMPEDITE ALLE TV DI SFRUTTARE LA GNOCCA PER FARE ASCOLTI E VEDIAMO QUANTE DI QUESTE ACUTISSIME "GIORNALISTE" RIUSCIRANNO A FARE CARRIERA ALTROVE...

politica

business

LA TIM E’ TUTTA UN QUIZ NEL PENTOLONE BOLLE LA SCELTA DA PARTE DI TIM DEGLI ADVISOR CHE DOVRANNO ESAMINARE L’OFFERTA DI KKR. IL RUOLO DELLA CONSIGLIERA ILARIA ROMAGNOLI, EX ROTHSCHILD. MA DIRANNO LA LORO ANCHE ASSOGESTIONI E SALVATORE ROSSI, EX BANKITALIA, CHE CI TIENE ALLA SUA POLTRONA DI PRESIDENTE (CHE SARÀ SEMPRE DI NOMINA GOVERNATIVA) E SA BENE CHE IL TRIO GIORGETTI, COLAO E FRANCO È FILO AMERICANO. DOPODICHÉ I DUE PIANI INDUSTRIALI DI VIVENDI E KKR, AMBEDUE CON LO SCORPORO TIM SERVIZI E TIM RETE, ANDRANNO ALL’ATTENZIONE DEL GOVERNO – IL DUELLO BOLLORÈ-MACRON – BUM! PARE CHE ILIAD STIA TRATTANDO CON VODAFONE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute