PAURA A OSTIA DOVE TRE ROM HANNO TENTATO DI RAPIRE UNA BIMBA CHE GIOCAVA CON UN GONFIABILE IN MARE INSIEME A UN’AMICHETTA - LE NOMADI SONO ENTRATE IN ACQUA CON LA BIANCHERIA INTIMA, LE HANNO ACCERCHIATE E HANNO PROVATO A TRASCINARLE VIA: “ANDIAMO SOLO VICINO AGLI SCOGLI COSÌ CI DIVERTIAMO DI PIÙ...” - MA LE BIMBE SI SONO SPAVENTATE E HANNO INIZIATO A URLARE…

-

Condividi questo articolo

Raffaella Troili per "Il Messaggero"

 

rom ostia rom ostia

Un rapimento via mare, tra un tuffo e una risata. Subdole come quando circondano i turisti e gli sfilano il portafogli, stavolta tre donne di etnia rom avrebbero accerchiato due ragazzine, una di 10 e una di 9 anni mentre giocavano in acqua lunedì davanti allo stabilimento Village di Ostia intorno alle 16. La famiglia che è riuscita a bloccare il rapimento ieri ha presentato un esposto ai carabinieri della Stazione Aventino.

rom ostia 3 rom ostia 3

 

«Lunedì pomeriggio - ha raccontato Emanuel, il padre della più grande - eravamo su una spiaggia di Ostia Ponente, avevo preso la cabina, con noi c'era una coppia di amici italiani che vivono in Germania, hanno una figlia ed era in acqua con la mia, giocavano a bordo di un fenicottero di gomma».

 

Ma a un certo punto qualcosa non torna, a sentire l'uomo che solo dopo due giorni è andato dai carabinieri e ha sporto titubante solo un esposto: «Con mia moglie in riva al mare abbiamo notato che si allontanavano un po' troppo con il canotto, trascinate verso la vicina spiaggia libera da tre donne, presumibilmente rom, entrate in acqua indossando la biancheria intima. Tentavano di convincerle a seguirle, prima con un bimbo piccolo come esca, poi con la scusa di un gioco divertente da fare insieme».

rom ostia 4 rom ostia 4

 

LA FUGA Le ragazzine si sono impaurite, la più grande è fuggita, mentre quelle donne la insultavano. L'amichetta era impietrita Le ragazzine si sono impaurite, hanno iniziato a urlare, «andiamo solo vicino agli scogli così ci divertiamo di più», provavano a rassicurarle le tre donne, ma niente la più grande è fuggita tra le offese. I genitori sono entrati in acqua e hanno rincorso le tre donne. «Scusa, scusa non lo facciamo più», avrebbe detto una di loro.

 

rom ostia 1 rom ostia 1

«Fossero state più piccole non sarebbe finita allo stesso modo - ancora Emanuel - il mio errore è stato quello di non chiamare immediatamente le forze dell'ordine, ma ero sconvolto. Sul momento mi sono limitato a dire loro di andar via dalla spiaggia. Subito dopo, però, la gente che mi è venuta incontro mi ha raccontato che era dal mattino che le tre stavano importunando i bambini, così ho presentato un esposto ai carabinieri nella speranza che quanto è capitato a noi non capiti ad altri». A questo punto i carabinieri verificheranno la presenza di telecamere e ascolteranno i numerosi testimoni che hanno assistito alla scena.

rom ostia 2 rom ostia 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

È IL BELGIO IL NOSTRO FUTURO? M.FELTRI: ''L'ITALIA SEGUE DI 9-10 GIORNI BRUXELLES. A BREVE RISCHIAMO ANCHE NOI DI ARRIVARE AL 15% DI TAMPONI POSITIVI. È INTERESSANTE PERCHÉ UNA DECINA DI GIORNI FA IL BELGIO HA PENSATO DI CAVARSELA CON QUALCHE MISURA ANTI ASSEMBRAMENTO (PIÙ DRASTICHE SOLO A BRUXELLES), MA DA IERI SONO CHIUSI BAR E RISTORANTI DELL' INTERO PAESE, E COPRIFUOCO NOTTURNO, E IL MINISTRO DELLA SALUTE HA AMMESSO DI AVER PERSO IL CONTROLLO DELLA SITUAZIONE. BUONA FORTUNA A TUTTI NOI''