LE PERVESTITE - L’UNICA CERTEZZA DI QUESTI MESI DI PANDEMIA? CHE SE C’È UN’OCCASIONE PER VESTIRSI BENE CI SARÀ SEMPRE QUALCUNO CHE SI PRESENTERÀ CON UN OUTFIT OSCENO – È SUCCESSO ANCHE AI “GOLDEN GLOBE” DOVE NON SONO MANCATI GLI ABITI DA BOCCIARE: TRA LE PEGGIORI C’È CYNTHIA ERIVO CON UN VALENTINO COLOR EVIDENZIATORE. È RIUSCITA A PASSARE INOSSERVATA, MA NON PER I MOTIVI SPERATI – EFFETTO MERINGA PER NICOLA COUGHLAN, STAR DI “BRIDGERTON”... - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

DAGONEWS

 

nicola coughlan 1 nicola coughlan 1

Immancabili come sempre, anche quest’anno i Golden Globen hanno avuto le “pervestite”, ovvero le star  vestite malissimo della serata. Ai primi posti c’è sicuramente il vestito Valentino verde evidenziatore di Cynthia Erivo: paragonato a un paralume, la 34enne non è passata inosservata anche per gli orrendi stivali con una zeppa megagalattica ai piedi che nemmeno Lady Gaga. Sperava di farsi notare e c’è riuscita. Ma non per i motivi sperati.

 

Zuri Hall è riuscita a mettere in risalto il suo fisico, ma il top crop non era sicuramente adeguato e la gonna estremamente elaborata distraeva dal resto.

Bocciate Amy Poehler e Tina Fey: quest’ultima è riuscita a fare un cambio di abito addirittura peggiore del primo. Un vestito a fiori molto triste e dai colori smorti.

cynthia erivo cynthia erivo

 

Un pugno nell’occhio l'abito di Maya Rudolph mentre l’effetto ipnotico dell’abito di Awkwafina lo rendeva impossibile da osservare per più di qualche secondo. Il vestito di Kristin Wiig era di un colore fantastico per la sua carnagione, ma i fiocchi e gli strass sembravo attaccati con una pistola per colla a caldo.

 

Susan Kelechi Watson assomigliava a una creatura marina nel suo scintillante abito blu dalla forma piuttosto strana che faceva sembrare che le braccia fossero attaccate ai fianchi.

Il vestito scintillante di Tiffany Haddish era praticamente trasparente mentre Nicola Coughlan è riuscita a ricreare l’effetto meringa: la star di Bridgerton voleva ricreare lo stile del suo personaggio, ma il risultato è stato disastroso.

 

rosamund pike 1 rosamund pike 1

Rosamund Pike ha anche optato per un abito in tulle. Ma che c’entravano i combact boots? L'abito Chanel di Andra Day sembrava realizzato con una vecchia rete da pesca ed Emma Corrin ha raggiunto l’obiettivo di sembrare Pierrot. Keke Palmer non ha lasciato assolutamente nulla all'immaginazione con un crop top e minuscoli hotpants: un outfit non di certo adeguato alla serata.

tina fey 1 tina fey 1 jackson lee jackson lee nicola coughlan nicola coughlan maya rudolph maya rudolph keke palmer keke palmer zuri hall zuri hall jackson lee 1 jackson lee 1 susan kelechi watson susan kelechi watson cynthia erivo 2 cynthia erivo 2 andra day 2 andra day 2 cynthia erivo 4 cynthia erivo 4 cynthia erivo 1 cynthia erivo 1 tiffany haddish tiffany haddish kiersey clemons kiersey clemons tina fey tina fey susan kelechi watson 1 susan kelechi watson 1 tiffany haddish 1 tiffany haddish 1 bryce dallas howard bryce dallas howard andra day andra day andra day 1 andra day 1 emma corrin emma corrin awkwafina 1 awkwafina 1 kristin wiig kristin wiig keke palmer 2 keke palmer 2 awkwafina awkwafina rosamund pike rosamund pike amy poehler amy poehler

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

PAROLA DI DOMINATRIX - ''QUANDO HO COMINCIATO A FARE LA DOMINATRICE PROFESSIONISTA, SENTIVO MOLTI STEREOTIPI: I CLIENTI, IN GENERE, SONO UOMINI MOLTO POTENTI CHE VOGLIONO SCARICARSI DEL FARDELLO DELLE RESPONSABILITÀ E AFFIDARE CORPO E DESIDERI A QUALCUN ALTRO PER UN’ORA. HO INVECE SCOPERTO CHE I CLIENTI SONO DI OGNI TIPO. UOMINI SÌ, GIOVANI E ADULTI, MA OPERAI, STUDENTI, MARINAI, PENSIONATI. E POLITICI..."

Scrive la dominatrix Margaret: ''I politici sono indaffarati, lavorano fino a tardi, e vogliono soddisfare i loro impulsi sessuali senza troppo impegno. A volte, come i marinai, l’unico contatto umano che hanno nella giornata si limita ad una stretta di mano. Noi operatrici del sesso rispettiamo i loro orari e la loro privacy''...

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute