PORCA PUTTANA, NON SI PUÒ MANCO IMPRECARE! - LA TRASMISSIBILITÀ DEL VIRUS PUÒ ESSERE INFLUENZATA NON SOLO DAL TONO DI VOCE, MA ANCHE DALLA RICORRENZA DI ALCUNI CONSONANTI PIUTTOSTO CHE ALTRE: CHI PARLA CON MOLTE P CONTAGIA DI PIÙ PERCHÉ QUESTA CONSONANTE È QUELLA CHE FA USCIRE PIÙ SALIVA E QUINDI PIÙ DROPLETS – MA NON È LA SOLA…

-

Condividi questo articolo

Da "www.blitzquotidiano.it"

 

droplets droplets

Chi parla con molte P contagia di più perché la consonante P è quella che fa uscire più saliva e quindi più sputi, e se uno è positivo al Covid... Così dice uno studio, quindi meglio evitare parole con la lettera P come papà, pappa, e, visto il periodo, concedeteci anche un porca pu**ana.

 

La trasmissibilità del virus infatti può essere influenzata non solo dal tono di voce, ma anche dalla ricorrenza di alcuni consonanti piuttosto che altre. In particolare, secondo i risultati di uno studio pubblicato sull’Irish Journal of Medical Science, la lettera P. Secondo gli autori della ricerca comporta l’emissione di più particelle di saliva. E dunque una maggiore probabilità di trasmettere il virus.

trasmissione del coronavirus droplets 1 trasmissione del coronavirus droplets 1

 

Covid e lettera P, cosa dice lo studio

Nella ricerca viene analizzato in particolar modo il comportamento di 4 consonanti (b,d,p,t) in quanto, si legge, “ci sono prove recenti” che rispetto ad altre possano causare una maggiore emissione di goccioline. Gli autori della pubblicazione sottolineano che si tratta di consonanti di uso molto comune nelle lingue di tutto il mondo. E la cui frequenza varia  dal 60 all’80%.

 

simulazione – come i droplets ricoprono una persona con cui stiamo parlando in metro 2 simulazione – come i droplets ricoprono una persona con cui stiamo parlando in metro 2

Ciò “potrebbe suggerire” si legge tra le conclusioni, “che le lingue che utilizzano la consonante P con più frequenza abbiano una maggiore possibilità di trasmettere il virus”. Nello studio viene dunque evidenziato che quando usiamo la P emettiamo molte più goccioline. 

simulazione – come i droplets ricoprono una persona con cui stiamo parlando in metro 3 simulazione – come i droplets ricoprono una persona con cui stiamo parlando in metro 3 trasmissione del coronavirus droplets trasmissione del coronavirus droplets

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

CHRISTIAN RACCONTA VITTORIO DE SICA – “IL GIORNO DEL SUO FUNERALE AL VERANO C’ERA UNA “BUZZICONA”. SI È GIRATA E AVEVA LA MIA FACCIA. MI DISSE CHE ERA LA FIGLIA DI INES, LA SARTA DI MIO PADRE. CHIESI SPIEGAZIONI A MIA MADRE: “E QUESTA CHI È?”. E LEI MI DISSE…” - E POI QUEL “VECCHIO SCEMO” DI CHARLIE CHAPLIN, IL FILM DI ANDY WARHOL E QUEI “QUATTRO FROCI AMERICANI” – ROSSELLINI MI DISSE: “MEGLIO CHE CONTINUI A STUDIARE. FARE L’ATTORE È UN MESTIERE DA FANNULLONE” – LO SHOW DA FAZIO – VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute