POSTA! – OTTAVIO CAPPELLANI: “ANCHE QUANDO MI FINISCE IL CREDITO LA COMPAGNIA TELEFONICA LIMITA LA MIA LIBERTA DI ESPRESSIONE. SE NON STA BENE CHE LE SOCIETÀ PROPRIETARIE DEI SOCIAL CHIUDANO GLI ACCOUNT SE GLI VA ALLORA, LOGICA VUOLE, FATECI TELEFONARE TUTTI GRATIS. O SBAGLIO?"

-

Condividi questo articolo

Ottavio Cappellani Ottavio Cappellani

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Lettera 1

Anche quando mi finisce il credito la compagnia telefonica limita la mia liberta di espressione. Se non sta bene che le società proprietarie dei social chiudano gli account se gli va allora, logica vuole, fateci telefonare tutti gratis. O sbaglio?

Ottavio Cappellani

 

Lettera 2

Dagovski,

 

Bersani: “Conte non e’ Roosevelt”. Manco lui e’ Togliatti. Ne prenda finalmente atto.

 

Aigor

 

giorgia meloni foto di bacco giorgia meloni foto di bacco

Lettera 3

Caro Dago, il 5 Stelle Vito Crimi: "Se Renzi ritira i ministri diremo no a un nuovi governo con Italia viva". Perché, invece, non fargli un gavettone?

 

Giacò

 

Lettera 4

Caro Dago, Di Maio: "Draghi usato come oggetto contundente contro Conte". Chissà l'ex governatore Bce che contento di essere paragonato ad un oggetto. Come al solito Giggino ha perso un'occasione per tacere.

intervento di massimo giannini (1) intervento di massimo giannini (1)

 

L.Abrami

 

Lettera 5

Caro Dago,

Per Massimo Giannini la Meloni sarebbe una sciamana.

Sciamano, secondo la Treccani è quell’individuo che, praticando la meditazione, può raggiungere stati di estasi e assumere nella comunità il ruolo di tramite con le entità soprannaturali. In sostanza uno stregone.

giuseppe conte pierluigi bersani 2 giuseppe conte pierluigi bersani 2

 

Non mi pare che la Meloni abbia queste prerogative.Forse queste le ha proprio il buon (per tutte le stagioni) Dott. Giannini quando raggiunge l’estasi magnificando qualsiasi governo ove albergano (ancorché sconfitti alle elezioni)  i suoi compagni sinistrorsi e grazie ai quali ha fatto carriera. Sotto questo aspetto, lui sì, un vero stregone del verbo scritto,  verbo, che per un certo periodo, è stato anche orale.

 

vito crimi vito crimi

Fortunatamente, con il suo trasferimento alla Stampa,  gli ascoltatori di Radio Capital non sentono più  la recita, in estasi,  del suo sermone mattutino con la voce assonnata.

Lenny

 

 

Lettera 6

donazzan donazzan

Caro Dago, dopo le polemiche per aver cantato "Faccetta nera" alla radio, l'assessore regionale veneto Elena Donazzan è stata "oscurata" dai social. Il suo profilo non risulta più su Facebook né su Twitter né su Instagram. E pure Libero Quotidiano è stato "limitato". Che efficienza! Le Guardie rosse segnalano, la Stasi provvede ad oscurare.

 

Fabrizio Mayer

 

Lettera 7

beppe fiorello in 'penso che un sogno cosi' 3 beppe fiorello in 'penso che un sogno cosi' 3

Ci sono periodi in cui la RAI impone “artisti” come se fossero davvero i più bravi.

Ad esempio, c’è stato il momento Pupo, il momento Decaro, quello Giuseppe Fiorello, quello Ida De Benedetto e quello Sonia Grey (chi se la ricorda?).

Preclaro, tu che tutto sai, come mai?

Giuseppe Tubi

 

BEPPE SEVERGNINI BEPPE SEVERGNINI

Lettera 8

Caro Dago, Severgnini accanito difensore del diritto di Twitter e Facebook di eliminare dal dibattito pubblico chiunque ritengano. Finalmente si è capito perché Beppe gira con un casco di banane in testa... Ops, "body shaming involontario: adesso i social mi cancelleranno gli account?

 

Neal Caffrey

 

Lettera 9

Caro Dago, siamo sicuri che il Sig. Gualtieri sia la persona giusta a ricoprire la carica di ministro dell'economia? A giudicare dal reddito dichiarato, che lo pone all'ultimo posto tra i ministri, non è particolarmente attento alla gestione delle proprie finanze, speriamo che sia più attento con le nostre...

roberto gualtieri roberto gualtieri

FB

 

Lettera 10

Caro Dago, Covid, Ue: "Contatti tra Ema e casa vaccino russo Sputnik". Se sono avvenuti in Italia sono 400 euro di multa: in piena pandemia i contatti vanno evitati.

 

Bibi

 

Lettera 11

MEME SUL VACCINO RUSSO MEME SUL VACCINO RUSSO

Caro Dago, «La Dad non funziona più», ha detto ieri la ministra Lucia Azzolina. Beh, a guardare (e sentire) Luigi Di Maio sembra che nemmeno le lezioni "in presenza" abbiano funzionato un granché.

 

Federico

 

Lettera 12

Dear Dago

La metà (quasi) del continente più potente del mondo aveva votato per un matto.

DONALD TRUMP COME HITLER DONALD TRUMP COME HITLER

Una nazione data dall'Illuminismo e dominata dal razionalismo, nelle istituzioni, nelle imprese, nei comportamenti personali.

 

Già 1900 anni prima circa, il più grande impero, con la struttura più ordinata che l'uomo avesse mai realizzato, fu rapito da un palestinese che predicava assurdità. (Cfr. Tertulliano £Credo quia absurdum)

 

In entrambe i casi si vede la rivolta della massa che rimane indietro, che con la ragione non sia trova a suo agio

 

massimo cacciari a otto e mezzo 1 massimo cacciari a otto e mezzo 1

Lettera 13

Ciao Dago. Ma i giornali, cosa ci stanno a fare? Se apri le cronache locali di tante regioni, trovi che alcuni asili. scuole elementari, e medie hanno forti disagi per il freddo o per il sistema di riscaldamento fuori uso. Non sono casi isolati. Ci sarebbe da fare una bella inchiesta. Oppure non siamo più abituati ad un inverno rigido come pare essere questo. Quindi non solo la pandemia, pure altri fattori per completare l'opera. Però non vedo una riga sui grandi giornaloni.

 

Lettera 14

trump come hitler su instagram trump come hitler su instagram

Ho letto con positivo interesse l’intervista su un quotidiano nazionale del filosofo Cacciari dal titolo: «Napoli, città del mio cuore. Avrei voluto andarci con Goethe». Il professore con le parole del filosofo racconta di conoscere bene Napoli e di preferirla, ma è alla domanda su cosa vorrebbe cambiare che ho iniziato a fantasticare, Cacciari risponde laconico: “Politica e Amministrazione”.

 

E se fosse lui il nuovo Sindaco di Napoli? Napoli ne ha avuti tanti e di ogni tipo, de Filippo ci ha scritto un testo teatrale, ma un filosofo io proprio non lo ricordo. Dopo questo anno difficile, in cui ciascuno ha subito lutti, limitazioni e mancanze bisogna ripartire, ma in che modo? Magari tornando a credere che le proprie azioni hanno ancora un senso e un significato profondo radicato nella storia del pensiero.

 

maria elena boschi matteo renzi maria elena boschi matteo renzi

E poi sono convinto che andrò d’accordo anche con il Governatore, del resto anche De Luca è laureato in filosofia. Si criticheranno, ma sarà un clima da Magna Grecia.

Giovanni Negri da Brusciano

 

Lettera 15

Ciao Dago. Ma i giornali, cosa ci stanno a fare? Se apri le cronache locali di tante regioni, trovi che alcuni asili. scuole elementari, e medie hanno forti disagi per il freddo o per il sistema di riscaldamento fuori uso. Non sono casi isolati. Ci sarebbe da fare una bella inchiesta. Oppure non siamo più abituati ad un inverno rigido come pare essere questo. Quindi non solo la pandemia, pure altri fattori per completare l'opera. Però non vedo una riga sui grandi giornaloni.

MATTEO RENZI E GIUSEPPE CONTE COME BUGO E MORGAN MATTEO RENZI E GIUSEPPE CONTE COME BUGO E MORGAN

SZ

 

Lettera 16

Caro Dago, si parla tanto di vaccino e immunità di gregge. Ma visto che ci trattano alla stregua degli animali, invece di convocarci per la vaccinazione perché non mandano in giro delle squadre dotate di fucile spara-siringhe - come si usa fare con le belve feroci da anestetizzare prima della cattura - così da praticare l'inoculazione anche a chi vorrebbe rifiutarla? Dopo gli oscuramenti sui social sarebbe un'altra grande conquista Democratica (con la "D" maiuscola).

 

Nino Pecchiari

 

Lettera 17

LUCIA AZZOLINA - MOSTRA Dal libro Cuore alla lavagna digitale LUCIA AZZOLINA - MOSTRA Dal libro Cuore alla lavagna digitale

Caro Dago, Il Fatto Quotidiano: "Renzi&Boschi inquisiti a Firenze per finanziamenti illeciti. Chi vuole piazzare due indagati al governo?". Di certo non chi legge il giornale diretto dal pregiudicato Travaglio o chi vota per il Movimento fondato dal pregiudicato Grillo che - ciliegina sulla torta - ha un figlio indagato per stupro.

 

Ulisse Greco

 

Lettera 18

Caro Dago, Lucia Azzolina: "Decideranno le Regioni quando riaprire. Io come governo ho messo in essere tutto quello che era necessario per far ripartire la scuola: mezzi pubblici, mascherine, igienizzanti". Ahi ahi ahi! La ministra evita di citare i famigerati banchi a rotelle. Consapevolezza di aver buttato soldi al vento?

RENZI CONTE RENZI CONTE

 

Axel

 

Lettera 19

Caro Dago,

la censura degli account di Trump (ma non è l'unica) segna la fine della democrazia come l'abbiamo finora conosciuta e, difatti, spegne le illusioni dei cosiddetti progressisti, i quali non hanno ancora capito appieno la portata di questa azione nefasta.

 

Credo che non sia sfuggito né a te, né ai tuoi lettori, la deriva di queste società tecnologiche che, insieme alla Rete, dovevano essere portatrici di un vento di libertà.

donald trump by pat ludo 2 donald trump by pat ludo 2

 

Ne è caduta di acqua sotto i ponti, dal quel ormai lontano 1984, quando la Apple del "genio" Steve Jobs (che cos'è il genio? Direbbero i protagonisti di Amici miei) si inventò lo storico spot pubblicitario (https://www.youtube.com/watch?v=X6BTTi63XeM) nel quale gli utenti del macintosh potevano liberarsi dal conformismo del grande fratello.Che tristezza vedere cosa è diventata oggi Apple a distanza di neanche quarant'anni.

 

Non meglio possiamo dire di Twitter che, non più di quindici anni fa, si vantava di essere lo strumento con cui i popoli del terzo mondo potevano affrancarsi dalle dittature. Oggi, gli stessi utenti devono lottare per affrancarsi dalla dittatura interna della censura.

 

boris johnson boris johnson

Circa Amazon, non c'è niente da dire. Così come Paypal e altri player tecnologici, ha il solo problema di monetizzare i propri servizi. Pertanto, se l'establishment richiede una piccola censura, lo si fa per continuare a prosperare in tranquillità.

 

Benvenuti nell'era del Grande Fratello. In fondo, l'omonimo reality è stato messo in onda nelle varie nazioni come palestra. Come diceva la Boldrini: "Essi sono l'avanguardia di ciò che spetterà a noi in un prossimo futuro".

 

Concludo dicendo: il futuro è già qui.

Johnkoenig

 

Lettera 20

tim gionet e donald trump tim gionet e donald trump

Caro Dago, a causa delle norme post-Brexit i doganieri olandesi sequestrano panini al prosciutto agli automobilisti in arrivo dalla Gran Bretagna, spiegando ad automobilisti e camionisti stupiti al terminal traghetti di Hook of Holland che dalla Brexit "non è più possibile portare alcuni cibi in Europa, come carne, frutta, verdure, pesce".

 

Un camionista, con vari panini avvolti nell'alluminio, ha chiesto di poter rinunciare al prosciutto e tenere il pane. Un doganiere ha però replicato: "No, tutto sarà confiscato, benvenuto nella Brexit signore, mi spiace". Ma pensa te.

 

supporter di trump alla scrivania di nancy pelosi supporter di trump alla scrivania di nancy pelosi

Facciamo entrare migranti terroristi che poi vanno in giro a sgozzare le persone e invece sui panini dalla Gb siamo inflessibili in maniera ridicola. Un comportamento da asilo nido. Povera cara, vecchia Europa: a che fine ingloriosa è destinata a causa degli inetti che la governano.

 

Camillo Geronimus

 

Lettera 21

Caro Dago, polemiche per il nuovo "Piano pandemico": sarà possibile scegliere chi curare prima nel caso in cui manchino le risorse. Forse può aiutare una sbirciatina ai social per capire se uno è di destra o di sinistra? Dai, così se gli si toglie la vita poi Zuckerberg e gli altri ”compagni" non devono nemmeno perder tempo a cercare a chi deve essere tolto l'account.

TRUMP TWITTER TRUMP TWITTER

 

U.Novecento

 

Lettera 22

Caro Dago, Usa, la dem Nancy Pelosi: "La complicità dei repubblicani con Trump minaccia l'America". E allora? Non ci sono i Black Lives Matter a difenderla?

 

Mark Kogan

BORIS JOHNSON BORIS JOHNSON

 

 

Lettera 23

Caro Dago, coronavirus, Regioni: "Ora ristori per il settore dello sci". Brodino caldo o pasta e fagioli?

 

John Doe Junior

 

 

Lettera 24

Guardie e ladri: 007 donna e nera e Il ladro gentiluomo Lupin, pure lui, afro. Altrimenti, si dovesse rispettare la calamitosa verità storica, etno-cultural-pigmentale, che ci starebbero a fare i 'non caucasici' e i non occidentali' nelle fiction e nella storia e cultura che hanno trovato qua - una frustrazione immensa  e indelebile!

 

donald trump nancy pelosi mike pence donald trump nancy pelosi mike pence

Mica possono raccontare quanto erano loro avanti, popolo nelle terre d'origine e noi, ad arrancare: così, vennero o si fecero deportare apposta per insegnarci a essere civili, evoluti, emancipati, industrializzati... Chiaro, no? O 'chiaro' è discriminatorio?

Raider

 

 

Lettera 25

conte boccia speranza conte boccia speranza

Caro Dago, Piano pandemico 2021-23: "Quando la scarsità rende le risorse insufficienti rispetto alle necessità, i principi di etica consentono di fornire trattamenti preferenzialmente a quei pazienti che hanno maggiori probabilità di trarne beneficio".  Esempio. Il Papa, nonostante la vaccinazione, si ammala di Covid (ci auguriamo sinceramente che non accada!). Assieme a Francesco, al Gemelli di Roma, arriva un giovane nigeriano, anch'egli con gravi sintomi Covid. C'è un solo respiratore disponibile. Il Pontefice viene rispedito in Vaticano? È solo per capire...

donald trump parler twitter donald trump parler twitter

 

Leo Eredi

giuseppe conte roberto speranza by osho giuseppe conte roberto speranza by osho

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

L'ITALIA SPROFONDA E IL BANANA FA I QUATTRINI - OGGI SILVIO BERLUSCONI, CON UNA RICCHEZZA SALITA A QUASI 6 MILIARDI, HA ANCORA PIÙ SOLDI RISPETTO ALL’ULTIMA CLASSIFICA STILATA PRIMA DELLA PANDEMIA DA "FORBES", CHE LO HA DESCRITTO COME “COLUI CHE HA PORTATO IN ITALIA IL TELEFILM STATUNITENSE BAYWATCH” - IL TITOLO DI MEDIASET CHE VOLA IN BORSA NONOSTANTE LA GUERRA CON VIVENDI, GLI AFFARI CON MONDADORI E BANCA MEDIOLANUM: ALTRO CHE QUIRINALE, IL CAIMANO SI GODE IL PORTAFOGLI...

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute