POVERO GABBIANO? NO, POVERO CAGNOLINO - A NAPOLI, UN GABBIANO AGGREDISCE UN CUCCIOLO DI PINSCHER, LASCIATO LIBERO DALLA SUA PROPRIETARIA E SE LO PORTA VIA, FACENDO PERDERE LE SUE TRACCE - È IL SECONDO CASO IN CITTA', DOPO QUELLO DI UN VOLATILE CHE HA ATTACCATO UN GATTO...

-

Condividi questo articolo


Piero Rossano per corrieredelmezzogiorno.corriere.it

gabbiano gabbiano

 

La voracità dei gabbiani è nota. Le città di mare ne sono piene, così come Napoli, e non mancano notizie di aggressioni di questi volatili ai danni, in particolare, di animali di piccola taglia. L’ultimo episodio, accaduto davanti a numerosi testimoni, è avvenuto nel bosco di Capodimonte qualche giorno fa e a confermarlo è il consigliere della III Municipalità Stella - San Carlo all’Arena, Carlo Restaino.

 

Un cucciolo di Pinscher, lasciato libero dal guinzaglio dalla sua padrona nella zona del Belvedere del bosco, è stato letteralmente sollevato da terra e portato via da un gabbiano in picchiata. Della povera bestiola non si è saputo più nulla.

 

GABBIANO GABBIANO

«SE POSSIBILE TENETELI AL GUINZAGLIO, SONO VOLATILI ASSAI VORACI»

«Quest’episodio - dice Restaino, esponente di Europa Verde - mi è stato riferito da una mia amica che è stata testimone oculare. Mi ha detto che la proprietaria del cagnolino era una cittadina straniera, forse una turista. E ha raccontato delle fasi della sua cattura, con il gabbiano che ha puntato la preda dall’alto ed è arrivato in picchiata riuscendo ad afferrarlo e a portarlo via. E non è l’unico episodio del genere avvenuto in città».

 

gabbiani sui rifiuti gabbiani sui rifiuti

Perché Restaino racconta che un’altra donna, sempre nei giorni scorsi, gli ha riferito di essere stata testimone di un fatto analogo che ha visto come vittima un piccolo gattino, «portato via da un gabbiano in una strada della zona portuale». Per il consigliere di circoscrizione «i gabbiani, è noto, sono attratti in città dai rifiuti». E Napoli è tradizionalmente ostaggio del fenomeno dei cassonetti che traboccano.

 

«Ecco perché - aggiunge Restaino - le loro prede preferite sono gatti, specie di piccola taglia, e topi: sono animali che si aggirano molto spesso tra i rifiuti». «L’unica cosa che posso consigliare è quella di tenere i cani di piccola taglia al guinzaglio anche lì dove potrebbero restare liberamente sciolti. E, naturalmente, di tenere la città più pulita», conclude Restaino.

 

Condividi questo articolo

media e tv

“A LETTO VANNO BENE LE COCCOLE, MA NON SOLO QUELLE. CONTA QUALITÀ E QUANTITÀ” – L’INTERVISTA BOMBASTICA AD ANTONELLA CLERICI CHE NELL'INTIMITA’ VUOLE “UNA CERTA DOSE DI TRASGRESSIONE" - A 58 ANNI LA CONDUTTRICE NON HA PERSO LA PASSIONE E SOTTO LE COPERTE SI VUOLE DIVERTIRE: "MAGARI NON TUTTI I GIORNI COME UN TEMPO MA COME SI DEVE” – “LA PRIMA VOLTA DAL CHIRURGO ESTETICO? A 40 ANNI, MA NON CI VADO PIÙ DI DUE VOLTE L’ANNO. NON VOGLIO TRASFORMARMI, VEDO CERTE BOCCHE IN GIRO, MAMMMA MIA…”

politica

business

cronache

sport

DAGO RETROSCENA - DA TEMPO JOHN ELKANN AVEVA PROVATO A FAR CAPIRE AL CUGINO ANDREA (E ALLA MADRE ALLEGRA) CHE IL CAPOLINEA ERA ARRIVATO CON L’INDAGINE DELLA PROCURA DI TORINO: DIMETTITI, CORRI IL RISCHIO DI ESSERE ARRESTATO. IL NIPOTE DELL’AVVOCATO NON POTEVA CREDERCI: IO SONO UN AGNELLI… - POI, VIA PROCURA, TUTTO È PRECIPITATO. NON ERA INFATTI IERI LA GIORNATA GIUSTA, LE DIMISSIONI DOVEVANO AVVENIRE DOPO I MONDIALI. LA SCELTA DI SCANAVINO NE È LA PROVA: UNA SOLUZIONE TEMPORANEA VISTO CHE L’ALTER EGO DI ELKANN È STRAIMPEGNATO CON LA GEDI

cafonal

CAFONALISSIMO! GOVERNO MELONI ALL'OPERA – L'EMOZIONANTE PRIMA DI “DIALOGHI DELLE CARMELITANE”, REGIA DI EMMA DANTE, CON IL PALCO REALE OCCUPATO DA SANGIULIANO ASSEDIATO DI LINGUE BIFORCUTE, CASELLATI, SGARBI, MOLLICONE - GUALTIERI È FILATO VIA ALLA FINE DEL PRIMO ATTO PER NON PERDERE L'AEREO PER BRUXELLES - IL SIPARIETTO TRA IL NEOSENATORE LOTITO E L’ASSESSORE ONORATO (FLAMINIO CI COVA?) – E POI LETTA, GRILLI, PADOAN, PALERMO, MASI, SEVERINO, NASTASI, AUGIAS, GOTOR, JERVOLINO, DAGO LEOPARDATO, LUCCI CHE SI BECCA DEL “BASTARDO” E DUE DIPENDENTI DEL TEATRO CHE DENUNCIANO: “QUI SI RUBANO LE PALLINE DELL’ALBERO DI NATALE!” – FOTO BY DI BACCO

viaggi

salute