PRATO, ABBIAMO SCHERZATO! AL BALLO DELLE DEBUTTANTI DELL'ISTITUTO CICOGNINI DELLA CITTÀ TOSCANA SARANNO AMMESSE ANCHE LE COPPIE LGBT - VIOLA RIGHINI, LA STUDENTESSA CHE PER PRIMA SI E' IMPEGNATA NELLA BATTAGLIA: "SONO FELICE DELL'ESITO POSITIVO CHE LA RICHIESTA HA AVUTO IN CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE E NEL COLLEGIO DOCENTI" - "IL RISULTATO DEL SONDAGGIO TRA NOI STUDENTI MI HA LASCIATA A BOCCA APERTA, MA LA DOMANDA ERA FORMULATA MALE..."

-

Condividi questo articolo


Chiarastella Foschini per “la Repubblica”

 

Viola Righini con Adele Viola Righini con Adele

«La maggioranza non dovrebbe negare i diritti di chi è minoranza, quei diritti andrebbero riconosciuti e basta» commenta Viola Righini, studentessa del liceo Cicognini di Prato che per prima si è impegnata, vincendola, nella battaglia per rivoluzionare lo storico ballo delle debuttanti che da due secoli si tiene nella sua scuola e aprire il valzer viennese alle coppie dello stesso sesso.

 

Gabriele D'Annunzio prese parte al ballo nel 1881 da convittore. Da allora, il regolamento è rimasto quasi invariato e ogni modifica ha comportato un iter burocratico preciso. La richiesta di alcuni studenti di includere tutte le coppie alla festa di fine anno non aveva ottenuto una risposta precisa, finché Arcigay la settimana scorsa ha sollevato il caso.

 

Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini 2 Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini 2

La dirigente scolastica Giovanna Nunziata ha compiuto diverse giravolte prima di mettere la parola fine alla questione: ha dapprima deciso di avviare un percorso di formazione con studenti, genitori e associazioni sui temi dell'inclusione e di rimandare la modifica del regolamento all'anno prossimo.

 

Poi, dopo l'intervento del ministero, ha convocato gli organi collegiali, che hanno votato a favore del cambio delle regole del ballo. Infine ha indetto un sondaggio tra gli studenti che hanno bocciato (per un solo voto) l'apertura alle coppie dello stesso sesso. La questione sembrava sospesa fino a ieri, quando invece la decisione di ammettere al ballo tutte le coppie è diventata definitiva.

 

Viola Righini ha compiuto 18 anni a dicembre. Dopo che preside, Cda e collegio dei docenti hanno modificato il regolamento, potrà fare coppia al ballo con Adele, una sua compagna di scuola.

 

Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini 3 Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini 3

Quale motivo l'ha spinta?

«Il mio intento non era quello di colpevolizzare la scuola o etichettarla come omofoba, né volevo sessualizzare il ballo, come qualcuno ha lasciato intendere, ma far sapere a tutti che ritengo ingiusto escludere le coppie dello stesso sesso, indipendentemente dal fatto che tra queste ci sia una relazione romantica o meno».

 

Cosa pensa di questa vittoria?

«Sono felice dell'esito positivo che la richiesta ha avuto in Consiglio di amministrazione e in collegio dei docenti. E sono sinceramente contenta per tutti quei ragazzi che un domani saranno in quinta e che potranno partecipare alla festa senza problemi».

 

Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini 6 Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini 6

Si aspettava che la maggioranza degli studenti votasse contro l'apertura del ballo alle coppie dello stesso sesso?

«Il risultato del sondaggio fatto tra noi studenti mi ha lasciato a bocca aperta. Mi sono chiesta dove sia finita la solidarietà tra compagni di scuola. Mi è sembrato impossibile».

 

Perché crede che abbiano votato contro?

«Molti preferiscono mantenere il ballo nella sua forma classica. È vero, il canone ideale del valzer prevede la coppia uomo-donna, ma stiamo parlando di un ballo scolastico, non di una gara internazionale».

 

Giovanna Nunziata, preside del Convitto Giovanna Nunziata, preside del Convitto

Il quesito del sondaggio, "Scegli tra ballo spettacolo secondo il format dei balli di sala e ballo aperto a tutte le coppie liberamente formate", era chiaro?

«Non molto, purtroppo. Una parte degli studenti non ha votato perché era assente e alcuni compagni di scuola hanno votato contro perché credevano che sarebbe cambiata la tipologia di ballo. Non era del tutto chiaro, lo dico perché conosco varie persone che non avevano capito cosa dovevano fare».

 

Da domani prenderà parte alle lezioni di valzer che si tengono a scuola ogni venerdì da gennaio. Ne è felice?

«Non vedo l'ora».

Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini Il ballo delle debuttanti al Convitto Ciccarini

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

ZAN! ZAN! SANNA MARIN NON SOLO COME RISORSA ORMONALE – L’ARRAPAMENTO ITALICO PER LA FASCINOSA PREMIER FINLANDESE HA COLPITO CONCITA DE GREGORIO (LA GUARDIANA DEL PRETORIO): ‘’QUI LE DONNE DI 37 ANNI LE USIAMO AL MASSIMO COME CANDIDATE DI BANDIERA DA USARE PER MOSTRARE CHE LE ABBIAMO MESSE IN ROSA, POI SCOMPAIONO E COMINCIANO A GIOCARE I MASCHI” – E POI NOTA CHE “SANNA È CRESCIUTA CON DUE MADRI (LA SUA BIOLOGICA, LA NUOVA COMPAGNA DI LEI) E HA PER QUESTO PROVATO, DICE, "UN SENSO DI INVISIBILITÀ" PERCHÉ "DELLE FAMIGLIE ARCOBALENO NON SI PARLAVA". PENSATE, NEPPURE IN FINLANDIA…”

business

SIAMO ALLE SOLITE: I TEDESCHI BLOCCANO L’INTESA SUI DAZI AL PETROLIO RUSSO! - IL GOVERNO DI BERLINO È SCETTICO (EUFEMISMO) RISPETTO ALLA PROPOSTA AMERICANA, PORTATA DAL SEGRETARIO AL TESORO USA, JANET YELLEN, AL G7 DEI MINISTRI DELLE FINENZE - È STATA LA STESSA YELLEN AD AMMETTERE: “NON È EMERSA UNA STRATEGIA CHIARA SUI DAZI” - LO STALLO CONTINUA ANCHE IN EUROPA, CON L’UNGHERIA CHE SI OPPONE AL SESTO ROUND DI SANZIONI CHE COLPIREBBERO IL GREGGIO (E SCHOLZ NON È COSÌ DISPIACIUTO)

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute