LA PRESENZA IN ZONA DELLA POTENTE SETTIMA FLOTTA DELLA US NAVY, CON LA PORTAEREI RONALD REAGAN, NON È VALSA COME DETERRENTE PER LE GRANDI MANOVRE INTIMIDATORIE DELLA CINA INTORNO TAIWAN - GLI ANALISTI OCCIDENTALI FANNO DUE IPOTESI: 1) CONDUCENDO ATTIVITÀ MILITARE IN SEI AREE INTORNO ALL'ISOLA, DICHIARANDOLE ZONE DI ESCLUSIONE AERONAVALE, LA CINA DI FATTO ATTUA UN BLOCCO (CHE POTREBBE ESSERE RIPETUTA NEL TEMPO) - 2) L'IPOTESI PIÙ GRAVE È QUELLA CHE RIGUARDA LE ISOLETTE DI MATSU E KINMEN. PRESTO, I CINESI POTREBBERO TENTARE DI OCCUPARLE CON UN COLPO DI MANO, SOTTO LA COPERTURA DELLE GRANDI MANOVRE…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di G. Sant. per il “Corriere della Sera”

 

xi jinping xi jinping

[…] Ma la presenza in zona della potente Settima flotta della US Navy, con la portaerei Ronald Reagan, non è valsa come deterrente per queste grandi manovre intimidatorie. La potenza geopolitica della Cina è così cresciuta che anche la signora Pelosi ne ha potuto constatare una ricaduta, durante la sua tappa di ieri a Seul.

 

ESERCITAZIONI CINESI SULLO STRETTO DI TAIWAN ESERCITAZIONI CINESI SULLO STRETTO DI TAIWAN

La famosa politica venuta da Washington ha potuto incontrare di persona solo il suo omologo leader del Parlamento sudcoreano, non il presidente della Repubblica Yoon Suk-yeol che ha evitato di riceverla, per non interrompere la sua settimana di ferie, ufficialmente, ma a quanto si dice a Seul per non irritare Xi Jinping. Gli analisti occidentali fanno due ipotesi.

 

ESERCITAZIONI MILITARI CINESI A TAIWAN ESERCITAZIONI MILITARI CINESI A TAIWAN

1) Conducendo attività militare in sei aree intorno all'isola, dichiarandole zone di esclusione aeronavale, la Cina di fatto attua un blocco (si spera temporaneo, ma naturalmente è stato creato un precedente e l'operazione potrebbe essere ripetuta nel tempo).

 

uss ronald reagan uss ronald reagan

2) L'ipotesi più grave è quella che riguarda le isolette di Matsu e Kinmen, a ridosso della costa continentale, ma controllate dai taiwanesi e battute dall'artiglieria cinese fino agli Anni 50 del secolo scorso.

 

Presto, i cinesi potrebbero tentare di occuparle con un colpo di mano, sotto la copertura delle grandi manovre. Un'azione del genere potrebbe essere un diversivo per vedere che cosa c'è dietro l'Ambiguità strategica degli Stati Uniti: se davvero Joe Biden sarebbe pronto a impegnare la forza militare per soccorrere la democrazia taiwanese.

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

xi jinping 1 xi jinping 1 ESERCITAZIONI CINA TAIWAN ESERCITAZIONI CINA TAIWAN ESERCITAZIONI CINESI SULLO STRETTO DI TAIWAN ESERCITAZIONI CINESI SULLO STRETTO DI TAIWAN ESERCITAZIONI CINA TAIWAN ESERCITAZIONI CINA TAIWAN esercitazioni militari cinesi 4 esercitazioni militari cinesi 4 esercitazioni militari cinesi 6 esercitazioni militari cinesi 6 xi jinping xi jinping

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE

DAGOREPORT - STATI DISUNITI D'AMERICA: NIKKI HALEY CONTINUA A ESSERE UMILIATA DA TRUMP MA NON SI FERMERÀ: HA DALLA SUA ANCORA MOLTI MILIONI DI FINANZIAMENTI (16,5 INCASSATI SOLO A GENNAIO) E I SUOI DONATORI VOGLIONO FARLA ARRIVARE ALLA CONVENTION PER VEDERE L'EFFETTO CHE FA. NON SIA MAI CHE ARRIVI UNA CONDANNA PER IL PUZZONE – TRUMP È TALMENTE DETESTATO CHE, SECONDO I DEM, GLI ELETTORI DELLA HALEY CONVERGEREBBERO SU BIDEN. E C’È CHI SI SPINGE ALLA FANTA-POLITICA: UN TICKET DI “SLEEPY JOE” CON NIKKI COME VICE…

FLASH! – MA CHE CI AZ-ZECCA L’AGRICOLTURA CON LA ZECCA DELLO STATO? LEGGETE IL BANDO PER IL NUOVO UFFICIO STAMPA DELLA ZECCA, GUIDATO DALL'ECLETTICO FRANCESCO SORO (GIA' CAPO DI GABINETTO DI MALAGÒ AL CONI, CON CUI È FINITA A STRACCI, POI PASSATO AL MISE SOTTO L’ALA PROTETTIVA DI GIORGETTI) - SORO CHIEDE, TRA I REQUISITI, OLTRE A LAUREA E  “CONSOLIDATA” ESPERIENZA NEI MEDIA, UNA DOTE INDISPENSABILE PER LA ZECCA: “RISULTERANNO SIGNIFICATIVE EVENTUALI ESPERIENZE RIFERITE ALLA FILIERA AGROALIMENTARE E VITIVINICOLA” - CHISSA' QUANTI CANDIDATI AVRANNO TALE COMPETENZA? AH, SAPERLO...

FLASH! – LA RAI CHE VERRÀ? ECCOLA! IERI, IN PRIMA SERATA SU RAI3, “IL PROVINCIALE” CONDOTTO DA FEDERICO QUARANTA, HA COINVOLTO LA MISERIA DI 493.000 SPETTATORI E IL 2.8% DI SHARE (PEGGIO PURE DI NUNZIA DE GIROLAMO) - TRATTASI DEL PROGRAMMA-SIMBOLO DI ANGELO MELLONE, DIRETTORE DELL'INTRATTENIMENTO DAY TIME - UN TIPINO PERBENE, ANZI PERBENITO, CAPACE DI TUTTO: SCRITTORE, CANTANTE, POETA, REGISTA. NONCHÉ CANDIDATO A FARE IL DIRETTORE GENERALE O FICTION UNA VOLTA CHE LA DUCETTA INNALZERÀ IL SUO PRETORIANO GIAMPAOLO ROSSI AD AMMINISTRATORE DELEGATO…