QUANDO GUIDATE NON TENETELO IN MANO (IL CELLULARE) – L’EMENDAMENTO DEL PD ALLA RIFORMA DEL CODICE DELLA STRADA: A CHI VERRÀ BECCATO SPIPPOLARE CON IL TELEFONO MENTRE È AL VOLANTE VERRA’ SOSPESA LA PATENTE PER UN PERIODO COMPRESO TRA UNA SETTIMANA E 15 GIORNI - LA DURATA DELLA SANZIONE DIPENDERA' DA...

-

Condividi questo articolo


Estratto da www.repubblica.it

 

guida con cellulare 1 guida con cellulare 1

In materia di sicurezza stradale si conta ormai una novità al giorno, visto che il nuovo Codice della strada è in via di definizione. Dopo le misure in arrivo sugli autovelox, si aggiunge anche un emendamento per la sospensione della patente a chi utilizza il cellulare mentre si trova alla guida. Sospensione che potrà andare da una settimana fino a 15 giorni.

 

guida con cellulare 4 guida con cellulare 4

La stretta sui cellulari alla guida arriva da un emendamento presentato dal Pd al ddl di riforma del Codice della strada, poi modificato dal governo, sui cui la commissione Trasporti della Camera ha dato parere positivo il 21 febbraio dopo l’esame dei 770 emendamenti presentati. Se supererà anche l’esame in Aula e quello in Senato a marzo, la nuova misura entrerà ufficialmente in vigore.

 

guida con cellulare 6 guida con cellulare 6

Chi utilizza lo smartphone al volante, quindi, potrà essere oggetto del ritiro della patente, che varia in base ad alcuni criteri. Se si viene scoperti alla guida con il cellulare in mano e si possiedono almeno 10 punti sulla patente, la sospensione della stessa durerà per una settimana. Più lunga, invece, se i punti rimanenti sulla patente sono inferiori ai dieci: in questo caso sarà di 15 giorni. […]

guida con cellulare 11 guida con cellulare 11

 

Un altro emendamento al ddl intende mettere sullo stesso piano da un punto di vista degli accertamenti chi guida in stato di ebrezza e chi sotto effetto di sostanze stupefacenti: la sanzione potrà scattare subito dopo un primo controllo. Attualmente, invece, è previsto che venga accertato lo stato di alterazione psico-fisica e non è sufficiente che venga provata la presenza della sostanza nel sangue […]

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...

DAGOREPORT – SALUTAME A CINECITTÀ: LA HOLLYWOOD DE’ NOANTRI TRASLOCA IN SICILIA – SE IL TAORMINA FILM FEST CHIAMA MARCO MÜLLER, A SIRACUSA SI APRONO GLI “STATI GENERALI DEL CINEMA”. UNA VACANZA A 5 STELLE PER UNA MAREA DI ADDETTI AI LAVORI (DA BUTTAFUOCO A MONDA, DA MUCCINO A CASTELLITTO, CRONISTI COMPRESI), PAGATA DALLA REGIONE (SCHIFANI) ED ENIT (SANTANCHE'), E SENZA COINVOLGERE QUEI BURINI DI SANGIULIANO E BORGONZONI, CHE HA LA DELEGA IN MATERIA DI CINEMA - SE FOSSE COSTRETTA ALLE DIMISSIONI, LA PITONESSA FA CIAK?...