QUELLA VILLA SUL LAGO DI COMO… È IN VENDITA – UN AGENTE IMMOBILIARE CONFERMA A “OGGI” CHE GEORGE CLOONEY HA MESSO SUL MERCATO LA SUA “CASETTA” DI LAGLIO. IL PREZZO? TRA I 60 E I 70 MILIONI DI EURO: “QUALCUNO CI HA GIA’ CHIAMATO” – VILLA OLEANDRA È GRANDE TREMILA METRI QUADRATI, PIÙ 8.500 METRI QUADRATI DI TERRENO CON PIANTE SECOLARI, ORTO, PISCINA E PARCO – HA UN'AUTORIMESSA, UNA PALESTRA, LA SALA CINEMA, UN CAMPETTO DA BASKET, DUE DARSENE E UN PONTILE – A SPINGERE IL DIVO DI HOLLYWOOD A SBARAZZARSI DELLA PROPRIETA’ SAREBBE STATA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Serena Brivio per “Oggi”

 

villa oleandra 3 villa oleandra 3

«Speriamo almeno che paghi l’Imu!», sbotta Mario, spegnendo l’ennesima sigaretta, seduto Da Luciano, alimentari e bar tutto in uno. È uno dei pochi lagliesi che si trova in giro, un mercoledì mattina di settembre ancora invaso di turisti. A poche centinaia di metri villa L’Oleandra si adagia sul lago di Como come una matrona, finestre sbarrate, ma telecamere anti-curiosi sempre in azione. 

 

villa oleandra 1 villa oleandra 1

Il famoso proprietario, George Clooney (quello che dovrebbe pagare l’Imu), è già ripartito con la moglie Amal e i figli Ella e Alexander, 6 anni, ma le voci che arrivano dagli Usa (dal sito Pagesix) inquietano turisti e giornalisti approdati sul lago. La dimora storica, una volta appartenuta alla famiglia Heinz (quelli del ketchup), sarebbe in vendita. Per 100 milioni di euro. Dopo vent’anni da laghee, George si sarebbe stufato. Possibile? […]

 

amal george clooney lago di como amal george clooney lago di como

La villa della star è davvero sul mercato, come ci conferma l’agente immobiliare Yasemin Baysal, che dopo qualche riserva accetta di parlare con Oggi. È la titolare di Engel & Volkers Lago di Como (quattro filiali in tutto), agenzia che tratta prevalentemente immobili di lusso. «Le voci giravano anche negli anni passati, ma questa volta è vero», ammette Baysal. 

 

«Un’agenzia di Milano sta seguendo la vendita, non posso svelare quale. Siccome noi abbiamo una clientela di un certo tipo, qualcuno ci ha già chiamato. In particolare, un cliente è molto interessato, abbiamo avviato tutti i controlli del caso prima di presentare un’eventuale offerta».

 

GEORGE CLOONEY COMO GEORGE CLOONEY COMO

La richiesta di 100 milioni è esagerata (Clooney l’ha pagata 8 milioni nel 2003). Secondo l’agente immobiliare, 60-70 milioni sarebbe il valore di mercato per questo complesso maestoso che in realtà è composto di quattro ville adiacenti, per 3 mila metri quadrati di superficie calpestabile, 8.500 metri quadrati di terreno con piante secolari, orto, piscina, parco, 300 metri di fronte lago, più autorimessa, palestra, sala cinema, campetto da basket, due darsene e un pontile.  […]

 

GEORGE CLOONEY COMO GEORGE CLOONEY COMO

In tanti, però, alla vendita non ci vogliono credere. Perché George si è sempre sentito uno del posto: «Ha dimostrato un fortissimo attaccamento al lago, ha sempre portato qui i suoi genitori Nick e Nina. Non è la star mordi e fuggi, qui si è costruito una vita, un giro di amici», ci racconta Serena Brivio, che da vent’anni segue le cronache mondane per La Provincia di Como. 

 

«Penso sia decisivo il fattore Amal: sua moglie non ama il lago, preferisce il mare ed è per questo che si sono appena comprati una villa in Provenza». Quel ramo del lago di Clooney si estende da Cernobbio a Menaggio. In questo tratto di costa la star ha scelto i luoghi del cuore che frequenta ogni estate. «Una sera arriva a cena Nancy Pelosi e mi dice: “Mi manda George”», ci racconta divertito Paolo Quarantotto, proprietario del Gatto Nero di Cernobbio. 

 

 

[…] Gli ospiti più illustri, invece, Barack e Michelle Obama, arrivati nel 2019 a Laglio (“Caput mundi”, come disse il sindaco di allora Roberto Pozzi), li aveva portati a Villa d’Este a Cernobbio per una cena scenografica vista lago.

 

i clooney sul lago di como i clooney sul lago di como

[…] A vegliare su di lui c’è la “famiglia” italiana. Fedelissimi, ai quali non si scuce una parola, ma solo sussurri. Dall’amico e guardia del corpo Giovanni Zeqireya, conosciuto a Venezia nel 1997 e mai più lasciato, al fedele autista Raffaele Cartolano, che lui chiama Rafy. Il custode storico della villa, Antonio, se ne è andato in pensione, sostituito dal signor Yari, arrivato dalla Sardegna. Completa la squadra il capitano Andrea, che guida il motoscafo vintage di nove metri Colombo 31, sul quale l’attore ama portare gli ospiti a fare l’aperitivo in mezzo al lago. Per il resto quella lagliana è una vita tranquilla. […]

 

«Ama la vita semplice del nostro paesino», ci dice orgoglioso l’ex sindaco Pozzi. «Una volta gli ho regalato dell’olio del nostro frantoio e lui si è messo a bere dalla bottiglia come fosse vino. Adora il cibo italiano, in villa ha un forno per la pizza e un orto. In vent’anni è venuto in Comune una sola volta, due anni fa dopo l’alluvione. “Sono a disposizione”, mi ha detto. E poi ha visitato i luoghi del disastro in scarpe bianche, infangandosi completamente».

villa oleandra sul lago di como 3 villa oleandra sul lago di como 3 gli obama e i clooney sul lago di como 2 gli obama e i clooney sul lago di como 2 villa oleandra sul lago di como 2 villa oleandra sul lago di como 2 GEORGE CLOONEY COMO GEORGE CLOONEY COMO barack obama e george clooney in motoscafo sul lago di como barack obama e george clooney in motoscafo sul lago di como villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como villa oleandra sul lago di como BARACK OBAMA E GEORGE CLOONEY IN BARCA SUL LAGO DI COMO BARACK OBAMA E GEORGE CLOONEY IN BARCA SUL LAGO DI COMO BARACK OBAMA E GEORGE CLOONEY IN BARCA SUL LAGO DI COMO BARACK OBAMA E GEORGE CLOONEY IN BARCA SUL LAGO DI COMO barack obama e george clooney in motoscafo sul lago di como 1 barack obama e george clooney in motoscafo sul lago di como 1 gli obama e i clooney sul lago di como 4 gli obama e i clooney sul lago di como 4

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - A MEDIASET NULLA SARÀ COME PRIMA: CON PIER SILVIO E MARINA AL COMANDO, TRAMONTA LA STELLA DEL GRAN CAPO DELL'INFORMAZIONE, MAURO CRIPPA (DA OLTRE 25 ANNI SOTTO L'ALA PROTETTIVA DI CONFALONIERI) - NELLA PROSSIMA STAGIONE TV, I CONDUTTORI-ULTRA’ CHE HANNO POMPATO I VOTI DI SALVINI E ORA TIRANO LA VOLATA ALLA MELONI (DEL DEBBIO, PORRO E GIORDANO) DOVRANNO DARSI UNA REGOLATA: PIER SILVIO VUOLE UN BISCIONE PLURALISTA - LO SCAZZO DI “PIERDUDI” CON PAOLO DEL DEBBIO - NICOLA PORRO, SE NON SI TOGLIE IL FEZ, RISCHIA DI PERDERE IL PROGRAMMA: LO STIPENDIO GLIELO PAGA MEDIASET, NON FRATELLI D’ITALIA - SILVIO NON C'E' PIU', CONFALONIERI HA 87 ANNI E CRIPPA INIZIA A PRENDERE CEFFONI: LA CACCIATA DELLA D’URSO E IL LICENZIAMENTO IN TRONCO DI DEL CORNO…

DAGOREPORT - I FRATELLINI D’ITALIA VARANO TELE-MELONI CON GIAMPAOLO ROSSI SEDUTO SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO E SIMONA AGNES (IN QUOTA FORZA ITALIA) ALLA PRESIDENZA - ALLA LEGA, CHE VUOLE LA DIREZIONE GENERALE, NIENTE. SALVINI S'INCAZZA DI BRUTTO E SFANCULA I MELONI DI VIALE MAZZINI: LE NOMINE RAI RISCHIANO DI SALTARE A SETTEMBRE - LA DAGO-INDISCREZIONE DI UNA TRATTATIVA IN CORSO PER UN TRASLOCO DI FIORELLO A DISCOVERY NON HA FATTO PER NIENTE PIACERE (EUFEMISMO) ALLA MELONA. C’È UN ANTICO AFFETTO E SIMPATIA TRA FIORELLO E L’EX BABY SITTER DELLA FIGLIA OLIVIA DIVENTATA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ED È SUBITO PARTITA UNA TELEFONATA DELLA MELONA AI “SUOI” DIRIGENTI RAI: IL SUO “FIORE ALL’OCCHIELLO” DEVE RESTARE IN AZIENDA A QUALSIASI COSTO…

DAGOREPORT - GIORGIA MELONI È AL SUO PIÙ IMPORTANTE BANCO DI PROVA: IL VOTO PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE DEFINIRÀ IL SUO PROFILO INTERNAZIONALE. FARÀ UNO SCATTO DA STATISTA, METTENDO GLI INTERESSI ITALIANI AL CENTRO E VOTANDO PER LA RICONFERMA DI URSULA VON DER LEYEN O DIRÀ “NO, GRAZIE”, IN VERSIONE RAMBA DELLA GARBATELLA, SPINGENDO L’ITALIA IN UN MARE DI GUAI? - DAL MES AL PATTO DI STABILITA’, DALLA FINANZIARIA AL POSTO DA COMMISSARIO, CON BRUXELLES BISOGNERA’ TRATTARE: MEGLIO FARLO DA AMICO CHE DA NEMICO - LA SPINTA DI CONFINDUSTRIA, TAJANI E CROSETTO: GIORGIA, VOTA URSULA…

DAGOREPORT - DOPO LA CONFERENZA STAMPA AL VERTICE NATO, BIDEN HA PARTECIPATO A UNA CONFERENCE CALL CON BARACK OBAMA, IL LEADER DEI DEMOCRATICI AL SENATO, CHUCK SCHUMER, E LA GOVERNATRICE DEL MICHIGAN, GRETCHEN WHITMER. I TRE SONO STATI PIUTTOSTO ASSERTIVI NEL FAR CAPIRE A BIDEN CHE LA SITUAZIONE È PRECIPITATA: SE NON FARÀ UN PASSO INDIETRO, I GOVERNATORI DEMOCRATICI NON MANDERANNO I LORO DELEGATI ALLA CONVENTION DEMOCRATICA, PREVISTA DAL 19 AL 22 AGOSTO A CHICAGO: UN CHIARO ATTO OSTILE PER SABOTARE LA CANDIDATURA - DIETRO LA LETTERA DI CLOONEY C'E' LA MANO DI OBAMA CHE DOMANI PARLERA' AGLI AMERICANI...

L’ESTATE SI CONFERMA LA STAGIONE PIÙ CRUDELE PER LE CELEBRITÀ! - DOPO TOTTI-BLASI, AMENDOLA-NERI, MARCUZZI-CALABRESI, BONOLIS-BRUGANELLI, FEDEZ-FERRAGNI, DAGOSPIA È COSTRETTA AD ANNUNCIARE LA SEPARAZIONE DI CHECCO ZALONE DALLA COMPAGNA MARIANGELA EBOLI - I DUE STAVANO INSIEME DAL 2005, ANNO IN CUI IL COMICO PUGLIESE ESORDI' SUL PALCO DI ZELIG OFF - IN BARBA ALLA LORO IDIOSINCRASIA PER IL BARNUM DEL FLASH, SULLA COPPIA CIRCOLAVANO DA TEMPO VOCI DI CRISI. IL SIPARIO SI È DEFINITIVAMENTE ABBASSATO ALCUNI GIORNI FA QUANDO CHECCO, ALL’ANAGRAFE LUCA PASQUALE MEDICI, SI È PRESENTATO NELLO STUDIO DI UN AVVOCATO DI ROMA PER ATTIVARE LE PRATICHE DI FINE RAPPORTO (MALGRADO LA NASCITA DI DUE BAMBINE, NON HANNO MAI TROVATO LA STRADA VERSO L’ALTARE PER IL FATIDICO “SÌ”)