QUESTA NON È COSA NOSTRA, È BEAUTIFUL! – MATTEO MESSINA DENARO ERA "CONTESO" TRA PIÙ DONNE CHE NELLE LETTERE DICHIARAVANO AMORE, GELOSIA E FASTIDIO - OLTRE A LORENA LANCERI, LA LOCANDIERA ARRESTATA INSIEME AL MARITO, SPUNTA IL NOME DI LAURA BONAFEDE, FIGLIA DEL CAPOMAFIA DI CAMPOBELLO, PIZZICATA CON IL BOSS AL SUPERMERCATO. NELLE MISSIVE INVIATE A MMD DICEVA DI ESSERE GELOSA DELLA VIVANDIERA: “MI HA DATO FASTIDIO CHE ERI A CASA SUA E…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell'articolo di Salvo Palazzolo per www.repubblica.it

 

matteo messina denaro 2 matteo messina denaro 2

Nelle indagini sulla vivandiera di Messina Denaro, Lorena Lanceri, spunta un’altra donna, Laura Bonafede, la figlia del capomafia di Campobello. […] non è coinvolta in questa indagine e non è stata raggiunta da alcun provvedimento nell’operazione di oggi […] le parole di Laura Bonafede confermano il ruolo avuto dalla vivandiera […]

 

Scriveva Laura Bonafede a Messina Denaro: “29-12 ore 21,30. Ho visto Margot alle 18.56 dal tramite, stranamente non mi sono arrabbiato, non sono andato su tutte le furie come di solito mi succede. Mi ha dato parecchio fastidio, questo non lo posso negare”. Per chi indaga “Margot” era l’auto del latitante. E non deve stupire, sostengono procura e carabinieri, che il biglietto fosse scritto al maschile: era un modo per nascondere l’identità della vera interlocutrice, che ogni tanto veniva chiamata “cugino”, oppure “amico”.

LAURA BONAFEDE E MATTEO MESSINA DENARO AL SUPERMERCATO A CAMPOBELLO DI MAZARA LAURA BONAFEDE E MATTEO MESSINA DENARO AL SUPERMERCATO A CAMPOBELLO DI MAZARA

 

La verità è che Laura Bonafede era parecchio gelosa del rapporto di Messina Denaro con la sua vivandiera. E non lo nascondeva: “Mi ha dato fastidio non sapere cosa stessi facendo in quel momento, non sapere se eravate soli, se ti saresti fermato ancora a lungo, se … se … se … potrei di mille se … secondo me so pure perché non mi sono 'arrabbiatissimo': dopo quello che ho detto quando vidi Margot di mattina, ho pensato che non l’avrei vista più in quella zona per evitare di farmi avere delle reazioni, perché non l’avevo più vista, e questa cosa mi faceva incavolare ancora di più. Ma oggi ho pensato: almeno non si nasconde da Blu. Contorto come pensiero? No, solo che preferisco sapere e non essere preso in giro”.

matteo messina denaro 1 matteo messina denaro 1

 

Sembrano davvero le parole di un’amante ferita. Di sicuro, c’era una intensa frequentazione fra Messina Denaro e Laura Bonafede. Gli scriveva ancora un altro messaggio: “Caro Amico mio oggi ho rispettato nuovamente l’appuntamento di sabato ma niente, non ho visto nessuno e allora ho pensato che potevi essere andato a parlare allo Squallido. Insomma possono essere tanti motivi ma quello della romena e dello Squallido sono gli unici che mi balenano nella mente”. Altri nomi in codice da decifrare: Squallido, Rumena.

lorena lanceri controlla la strada per matteo messina denaro 1 lorena lanceri controlla la strada per matteo messina denaro 1

[…]

La vivandiera era il “Tramite” […]

 

Il “Tramite” consegnava i pizzini del boss a Laura Bonafede in momenti particolari. Talvolta, però, gli incontri saltavano. Il boss e la donna si sarebbero pure incontrati al supermercato: “Ci siamo visti da vicino ed anche parlato, mi avrai trovato invecchiato e stanco (…) a me ha fatto piacere vederti e parlarti, cercavo di tenere la situazione sotto controllo, ma non ho visto niente di pericoloso, se non smettevo di parlarti, a parte le due signore madre e figlia suppongo, poi tutto nella regola.

 

la lettera di lorena lanceri la lettera di lorena lanceri

Certo c’è da vedere cosa ha pensato l’affetta formaggi, perché a te ti conosce e sa che tipo sei, a me mi conosce di vista come cliente ma non sa nulla, certo ora che mi ha visto parlare con te sarà incuriosito di sapere chi sono”. L’affetta formaggi era la salumiera, i carabinieri hanno trovato l’immagine di Messina Denaro e Laura Bonafede. […]

Domenica 8: “Carissimo amico mio mi accingo a chiudere questa mia, è una lunga lettera con arrabbiature, tristezza e tanta nostalgia. Non vedo l’ora di leggerti. Oggi sono passato ed ho visto Margot ed ho provato quella sana invidia del perché tutti si ed io no, vuol dire che era scritto c

il pizzino del boss in cui parla del rolex regalato al figlio di emanuele bonafede il pizzino del boss in cui parla del rolex regalato al figlio di emanuele bonafede lorena lanceri controlla la strada per matteo messina denaro 2 lorena lanceri controlla la strada per matteo messina denaro 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…