"L'ACCORDO E' VICINO" - ROMAN ABRAMOVICH HA CONSEGNATO A PUTIN "UNA NOTA SCRITTA A MANO DA ZELENSKY CON LE SUE RICHIESTE PER LA PACE" - LA RISPOSTA DI PUTIN, SECONDO IL "TIMES": "DI' LORO CHE LI BASTONERO'" - L'OLIGARCA RUSSO STA AGENDO COME UN "OPERATORE DI PACE" SPOSTANDOSI TRA ISTANBUL, MOSCA E KIEV PER PORTARE AVANTI LE TRATTATIVE (E ZELENSKY HA CHIESTO A BIDEN DI SOSPENDERE LE SANZIONI CONTRO ABRAMOVIC) - PER IL PORTAVOCE DEL PRESIDENTE TURCO ERDOGAN: "L'ACCORDO E' VICINO" SU QUESTIONI CHIAVE COME LA NATO, LA SMILITARIZZAZIONE, MA CI SONO ANCORA DIVERGENZE SUL FUTURO DELLA CRIMEA E DEL DONBAS 

Condividi questo articolo


Dagotraduzione dal Daily Mail

 

roman abramovich roman abramovich

Roman Abramovich sta agendo come un "operatore di pace" nella guerra russa in Ucraina. Secondo quanto riferito, il proprietario del Chelsea avrebbe viaggiato tra Istanbul, Mosca e Kiev per trasmettere messaggi tra Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky. Ma quando ha consegnato la nota del presidente ucraino che delineava i termini per la pace, la furia del presidente russo sarebbe esplosa.

 

Abramovich ha cercato di salvare la sua reputazione dopo essere stato colpito da sanzioni da parte del Regno Unito e dell'UE per la sua vicinanza a Putin. I suoi beni sono stati congelati in tutta la Gran Bretagna e ha dovuto mettere in vendita le sue proprietà londinesi e la squadra di calcio del Chelsea.

 

È riuscito a salvare i suoi yacht e i suoi jet, che valgono centinaia di milioni di sterline, schivando le acque e lo spazio aereo sanzionati. Proprio per via del suo ruolo nei negoziati, Zelensky avrebbe chiesto al presidente Joe Biden di sospendere l'adozione di misure contro l'oligarca, proprio 

 

Roman Abramovich Roman Abramovich

Abramovich ha lasciato l'aeroporto Ataturk di Istanbul su un jet privato Hawker 800XP mercoledì scorso, attraversando il Mar Nero verso Sochi. Il suo localizzatore di volo si è oscurato vicino alla città di Mineralnye Vody, e l'aereo è risbucato poi fuori dall'aeroporto di Vnukovo a Mosca per poi rientrare nella capitale turca.

 

L'oligarca era arrivato in aereo per incontrare Putin e consegnargli una nota scritta a mano da Zelensky che delineava le richieste dell'Ucraina per siglare un accordo di pace. Secondo il Times, il presidente russo ha detto all'oligarca: «Digli che li bastonerò».

 

Gli spostamenti di Abramovich Gli spostamenti di Abramovich

Quindi è tornato a Istanbul e si è unito al politico ucraino Rustem Umerov, che si dice agisca come negoziatore di Kiev. Si sono incontrati in un hotel a cinque stelle nella capitale turca, in un incontro organizzato da Ibrahim Kalin, portavoce del presidente Recep Tayyip Erdogan. I colloqui faccia a faccia continueranno anche questa settimana.

 

Kalin ha detto al quotidiano Hurriyet lo scorso fine settimana che «l’accordo è vicino» su questioni chiave come la Nato, la smilitarizzazione e lo status protetto per la lingua russa. Ma ci sono ancora differenze sul futuro della Crimea - che la Russia ha annesso nel 2014 - e del Donbas, che è stato occupato durante l'attuale conflitto.

 

Roman Abramovich Roman Abramovich

Kalin ha lanciato l'idea che la Crimea e il Donbas fossero detenuti da Mosca con un contratto di locazione a lungo termine come aveva fatto la Gran Bretagna su Hong Kong tra il 1898 e il 1997.

 

Si ritiene che Putin stia prendendo in considerazione l'idea, ma si dice che la sua furia per i fallimenti dei suoi militari e l'odio per Zelensky lo stiano trattenendo.

 

Abramovich e Umerov hanno visitato il presidente ucraino a Kiev dopo aver viaggiato su jet privati diretti a Varsavia, in Polonia. La Turchia non ha sanzionato Abramovich e sembra averlo aiutato nei negoziati che circondano la guerra.

 

Gli addetti ai lavori hanno detto che Abramovich era determinato a porre fine alla guerra dopo aver visto gli orrori in Ucraina, dove è nata sua madre Irina. Nel frattempo in Turchia si stanno svolgendo un'altra serie di negoziati tra i ministri degli Esteri russo e ucraino.

 

vladimir putin vladimir putin

Sergey Lavrov e Dmytro Kuleba si sono incontrati ad Antalya il 10 marzo, con il ministro degli esteri turco Mevlut Cavusoglu che ha supervisionato l'incontro, alla fine fallito.

ERDOGAN PUTIN ERDOGAN PUTIN

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute