"ERAVAMO SUL KAYAK, LEI SEDUTA DAVANTI, IO DIETRO. CRISTINA HA AVUTO SOLO IL TEMPO DI URLARE. IO MI SONO LANCIATO IN ACQUA" - IL RACCONTO DI VINCENZO CARMINE LEONE, SOPRAVVISSUTO ALL'INCIDENTE NAVALE A NAPOLI IN CUI HA PERSO LA VITA LA 30ENNE CRISTINA FRAZZICA, DOPO CHE LA CANOA SU CUI I DUE ERANO A BORDO E' STATA TRAVOLTA DA UNA IMBARCAZIONE: "NON RIUSCIVO A VEDERE CHI FOSSE ALLA GUIDA. POTREBBE ANCHE NON AVERCI VISTO" - È STATO INDIVIDUATO IL PROPRIETARIO DELLO YACHT CHE HA TRAVOLTO LA COPPIA: L'IMBARCAZIONE E' STATA SEQUESTRATA...

-

Condividi questo articolo


1. CRISTINA FRAZZICA MORTA A NAPOLI SUL KAYAK TRAVOLTO DA UNO YACHT, L'AMICO CHE SI È SALVATO: «NON CI HA VISTI E MI SONO BUTTATO IN MARE»

Estratto dell'articolo di Gennaro Scala per www.corriere.it

 

CRISTINA FRAZZICA CRISTINA FRAZZICA

Quando hanno visto la grossa imbarcazione che puntava contro il loro kayak, hanno avuto solo il tempo di urlare. L’impatto è stato devastante. La canoa è stata sbalzata a una quindicina di metri e Cristina Frazzica, 30 anni, è morta sul colpo. È la dinamica della tragedia che si è verificata nel pomeriggio di domenica a Posillipo, nelle acque antistanti Villa Rosebery, la residenza estiva del Presidente della Repubblica. La ragazza era insieme con un amico, il 33enne Vincenzo Carmine Leone, avvocato penalista di San Giovanni a Teduccio. […]

Vincenzo Carmine Leone Vincenzo Carmine Leone

 

Il racconto del giovane avvocato è drammatico: «Eravamo sul kayak, lei seduta davanti, io dietro. Girandosi, si è accorta dell’arrivo dello yacht. Ha avuto solo il tempo di urlare. Io mi sono lanciato in acqua in maniera istintiva. Credo che l’imbarcazione mi sia passata sopra».

 

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e omissione di soccorso. Quando il 33enne è riemerso si è reso subito conto che Cristina non ce l’aveva fatta. Era riversa in acqua a faccia in giù e c’era sangue. Il giovane avvocato era sotto choc. Ha raccolto tutte le sue forze per raggiungere la canoa e cercare aiuto. Un’altra imbarcazione ha notato l’uomo che si sbracciava e lo ha soccorso, allertando anche la Capitaneria di porto.

 

NAPOLI - KAYAK TRAVOLTO DA BARCA NAPOLI - KAYAK TRAVOLTO DA BARCA

Nel giro di pochi minuti il corpo di Cristina Frazzica è stato ripescato. Dell’imbarcazione che ha speronato il kayak non ci sono tracce, ma c’è un dettaglio inquietante al vaglio della Procura che ha aperto un’inchiesta sull’incidente. Non è escluso che chi guidava lo yacht non si sia neanche accorto di aver travolto il natante a remi. Un’ipotesi confermata anche da Vincenzo Carmine Leone: «La barca aveva le murate altissime, non riuscivo a vedere chi fosse alla guida. Potrebbe anche non averci visto».

CRISTINA FRAZZICA CRISTINA FRAZZICA

 

Cristina era una laureata in Biotecnologie e si trovava a Napoli per frequentare da allieva il percorso di alta formazione PharmaTech Academy. Il tirocinio sarebbe terminato a luglio. […] Cristina Frazzica, nata a Taurianova, in Calabria, ha vissuto a Voghera e, come raccontano le tante foto sui suoi profili social, da un po’ di mesi era a Napoli. «Non sarai mai pronto davvero. Buttati». Nella sua ultima storia su Instagram ha raccontato la vista del bellissimo scorcio di Posillipo che poteva osservare dal kayak. Quello con il quale stava facendo un’escursione. L’ultima.

 

2. CRISTINA FRAZZICA, INVESTITA E UCCISA SU KAYAK A POSILLIPO: PRESO IL PROPRIETARIO DEL GOMMONE...

Estratto da www.ilmessaggero.it

 

CRISTINA FRAZZICA CRISTINA FRAZZICA

Preso il proprietario del gommone killer. Individuata e in fase di recupero e di sequestro l'imbarcazione ritenuta responsabile del grave incidente costato la vita a Cristina Frazzica, 31 anni deceduta dopo essere stata investita nel pomeriggio di domenica scorsa mentre era su un kayak insieme con l'amico avvocato nelle acque di Posillipo, a Napoli.

 

LE IMMAGINI DI VIDEO SORVEGLIANZA

Le immagini dei sistemi di video sorveglianza della residenza presidenziale Villa Rosebery ma non abbastanza chiare per consentire una individuazione certa avevano però fornito la dinamica dell'accaduto e su questo hanno lavorato gli investigatori della polizia giudiziaria e della Procura. […]

 

 

ARTICOLI CORRELATI

la storia instagram pubblicata da CRISTINA FRAZZICA poco prima della morte la storia instagram pubblicata da CRISTINA FRAZZICA poco prima della morte Vincenzo Carmine Leone Vincenzo Carmine Leone

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA