"HO CENATO CON I MIEI AMICI E SONO CROLLATO" - A "DOMENICA IN" MASSIMO RANIERI RACCONTA I "POSTUMI" DELLA DIRETTA RAI DI CAPODANNO, DOPO LA "TENSIONE" VISSUTA PER LA PAURA DEL COVID: "HO PASSATO IL SABATO IN PIGIAMA" - PRIMO OSPITE DEL 2022, A MARA VENIER HA RACCONTATO I SUOI INIZI E L'AMORE PER LA MAMMA: "ADESSO NON C'E' PIU'. MI COMMUOVO A PARLARE DI LEI E DI MIO PADRE"...

-

Condividi questo articolo


Da leggo.it

 

Massimo Ranieri 2 Massimo Ranieri 2

"Domenica In" riparte da Massimo Ranieri. È lui il primo ospite del 2022. Dagli studi televisivi Fabrizio Frizzi di Roma, Mara Venier introduce il cantante che con il suo libro racconta a tutti quei sogni ancora in volo di un 70enne con la fenesia di chi ha 20 anni.

 

Dopo la sua presenza a Terni ha svelato di essere «crollato» dopo la tensione vissuta per la paura del Covid: «Ho cenato con i miei amici e sono crollato. Ho passato il sabato in pigiama». "Tutti i sogni ancora in volo" è il libro scritto da Ranieri nel quale si racconta a cuore aperto: «Mi sembra giusto che il mio pubblico sappia e conosca tutti i retroscena e i fallimenti di quello che poi sono diventato - ha spiegato -. È giusto far sapere anche i passi falsi».

 

VENIER MASSIMO RANIERI 3 VENIER MASSIMO RANIERI 3

«Avevo bramosia di imparare e migliorarmi», ha commentato Ranieri negli studi di Domenica In. «Mi hanno fermato solo un’influenza a 40 o qualche incidente capitato durante le repliche di uno spettacolo». A 24 anni, Massimo decise di ritirarsi: «Una scelta mia, incosciente». Quindi ha seguito il suo cuore: «Andai dai miei discografici per dire loro che non avrei più cantato. Mi sentivo un limone da spremere e da buttare via».  

 

Massimo Ranieri ha ricordato poi il rapporto con la madre: «Non si può capire la mancanza di questi pilastri quando vanno via. Poi ti porti appresso il senso di colpa. Quando vengono a mancare ti manca la terra sotto i piedi, ti manca l’appoggio».

 

VENIER MASSIMO RANIERI 6 VENIER MASSIMO RANIERI 6

Negli ultimi tempi sentiva la madre quattro volte: «Si dimenticava… una tenerezza indicibile! Adesso che non c'è più, parlare di lei e di mio padre mi commuovo a parlarne. La vita diventa vuota senza di loro. E la cosa assurda è che fino a quando ci sono non gli diamo la giusta importanza».

 

Poi il racconto ripercorre le tappe di una carriera memorabile che non ha voglia di concludersi e lo vedrà protagonista al prossimo Festival di Sanremo.

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA CANNES DEI GIUSTI – VINCE CANNES CONTRO OGNI PREVISIONE "TRIANGLE OF SADNESS" DELLO SVEDESE RUBEN OSTLUND, ALLA SUA SECONDA PALME D'OR DOPO "THE SQUARE", SORTA DI COMMEDIA SULLA LOTTA DI CLASSE NELL'EUROPA MALATA DI OGGI DOVE IL MONDO È DIVISO TRA RICCHISSIMI E POVERI, BELLE INFLUENCER E ADDETTE ALLE TOILETTE. DIVERTENTE, GROTTESCO, TRA FIUMI DI VOMITO E RIGURGITI DI MERDA, E' ANCHE UN BUON RIPASSO DEI TESTI DI MARX E DI LENIN MESSI IN BOCCA A UN OLIGARCA RUSSO E A UN CAPITANO DI NAVE AMERICANO ALCOLIZZATO INTERPRETATO DA WOODY HARRELSON...

politica

business

IL SECONDO ADDIO IN QUATTRO MESI DI FRANCESCO GAETANO CALTAGIRONE DAL CDA GENERALI NON È NÉ ESTEMPORANEA NÉ IMPROVVISATA. ARRIVA DOPO UNA LUNGA SERIE DI SCAZZOTTATE, ESPLOSE NELLA PARTITA CHE HA PORTATO ALLA CONFERMA DELL'AD PHILIPPE DONNET - ENTRO UN MESE UN PAIO DI SCADENZE DIRANNO SE “CALTARICCONE” POTRÀ TORNARE A COLLABORARE CON IL SOCIO MEDIOBANCA, IL CDA E IL MANAGEMENT OPPURE RESTERÀ MINORANZA IN COMPAGNIA DI LEONARDO DEL VECCHIO (CHE HA COME LUI QUASI IL 10% DELLE QUOTE)

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute