"LA MADRE DI LEONARDO DA VINCI FU SEPOLTA A MILANO, NELLE CRIPTE DELLA CASERMA GARIBALDI" - NUOVE RIVELAZIONI DAL LIBRO DI CARLO VECCE, BIOGRAFO DEL GENIO DI VINCI, SULLA MADRE DELL'ARTISTA - CATERINA ERA LA SCHIAVA SESSUALE DEL PADRE DI LEONARDO, PIERO, FU LIBERATA DAL VINCOLO DI SCHIAVITÙ SEI MESI DOPO LA NASCITA DI LEONARDO E SI TRASFERÌ A MILANO "PER MORIRE TRA LE BRACCIA DEL FIGLIO" - LA SUA TOMBA POTREBBE ESSERE NELL'EX CHIESA DI SAN FRANCESCO GRANDE, DOVE LEONARDO DIPINSE "LA VERGINE DELLE ROCCE"

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Pierluigi Panza per www.corriere.it

 

PIERLUIGI PANZA PIERLUIGI PANZA

Secondo Carlo Vecce, insigne biografo di Leonardo e ora anche romanziere con il libro «Il sorriso di Caterina. Storia della madre di Leonardo» (Giunti), Caterina, madre del genio di Vinci, sarebbe stata una schiava circassa giunta a Firenze dopo un lungo peregrinare. Nata nei monti caucasici, quelli dell’Arca di Noé, vissuta in Russia sul mare d’Azov, poi nella Bisanzio che sta per cadere in mano ai turchi, finisce sulle galee a Venezia, quindi a Firenze da tale Donato, che commerciava in battiloro e tessuti per la cui lavorazione si serviva di schiavi circassi.

 

Caterina era diventata domestica di questo Donato a circa 15 anni. Era poi stata presa «in prestito» da ser Piero Da Vinci per far da balia a Maria, la sua prima figlia. Presso di lui, a Vinci, veniva pagata 18 fiorini all’anno, un prezzo molto alto perché, ritiene Vecce, era sostanzialmente la sua schiava sessuale. Sei mesi dopo la nascita di Leonardo, messer Piero Da Vinci la libera dal vincolo di servitù[…]

IL ROMANZO DI CARLO VECCE IL SORRISO DI CATERINA, SULLA MADRE DI LEONARDO DA VINCI IL ROMANZO DI CARLO VECCE IL SORRISO DI CATERINA, SULLA MADRE DI LEONARDO DA VINCI

 

CATERINA A MILANO E IL FUNERALE

Così Caterina […] fu liberata dal vincolo e poté vivere, come noto, con Accattabriga da Vinci. Morto questi, andò a sua volta a morire a Milano, «tra le braccia del figlio» Leonardo, allora al servizio di Ludovico il Moro.  […] Il 16 luglio 1493, infatti, uno scritto di Leonardo fissa la donna a Milano con lui. Quindi, come emerge dal Codice Foster II, l’anno successivo Leonardo annota le spese di un funerale (costoso, 120 soldi): quello della madre. Dove fu sepolta?

 

LA CHIESA VICINO A SANT'AMBROGIO

Per Vecce c’è una storia possibile: quella della sua sepoltura nella chiesa di San Francesco Grande, per la quale Leonardo dipinse «La Vergine delle rocce». La chiesa di San Francesco Grande fu per secoli la seconda chiesa per dimensione della città dopo il Duomo. […]

 

I LAVORI PER L'AMPLIAMENTO DELLA CATTOLICA

il sottosuolo della caserma garibaldi dove sarebbe sepolta la madre di leonardo da vinci il sottosuolo della caserma garibaldi dove sarebbe sepolta la madre di leonardo da vinci

La chiesa di San Francesco Grande venne abbattuta nel 1806 per consentire la costruzione, nella stessa ubicazione, della Caserma dei Veliti Reali, poi caserma Garibaldi. Secondo Vecce è assai probabile che anche la madre di Leonardo fu sepolta qui. Il pittore, infatti, era allora impegnato qui per conto dei confratelli dell’Immacolata Concezione di Maria presso questa chiesa e stava realizzando per loro la seconda versione della «Vergine delle rocce». La caserma Garibaldi è stata in parte svuotata da mesi per servire da ampliamento all’Università Cattolica e sono in corso i lavori di risistemazione al suo interno.

la vergine delle rocce la vergine delle rocce

 

LA CAPPELLA DELL'IMMACOLATA CONCEZIONE

E proprio durante gli attuali scavi sono emerse le volte di alcune cappelle e vari luoghi di sepoltura. Tra questi, secondo Vecce, una potrebbe essere la cappella dell’Immacolata Concezione per i cui frati Leonardo dipinse la «Vergine delle rocce» e tra i sepolcri uno potrebbe corrispondere a quello di Caterina, madre del genio di Vinci. […]

ARTICOLI CORRELATI

leonardo da vinci leonardo da vinci leonardo da vinci leonardo da vinci leonardo da vinci leonardo da vinci L'ATTO NOTARILE CHE DIMOSTRA CHE LA MADRE DI LEONARDO DA VINCI ERA UNA SCHIAVA L'ATTO NOTARILE CHE DIMOSTRA CHE LA MADRE DI LEONARDO DA VINCI ERA UNA SCHIAVA

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - "BENVENUTI A PAMPLONA, TURISTI DEL CAZZO"! - CRONACHE DALLA FOLLE FESTA DI SAN FERMIN, DOVE ALLE 8 DI MATTINA MIGLIAIA DI PERSONE SCAPPANO PER QUASI UN CHILOMETRO SPERANDO DI NON FARSI INCORNARE DAI TORI: NON TUTTE CI SONO RIUSCITE, DAL 1910 IL BILANCIO DELLE VITTIME E' DI 16 PERSONE - L'ARRIVO DEI BESTIONI NELL'ARENA GREMITA DI GENTE UBRIACA CHE CANTA I RICCHI E POVERI. LE NOTTI A LUCI ROSSE DEI TURISTI AMERICANI. LA FINALE DEGLI EUROPEI IGNORATA COMPLETAMENTE ("GLI SPAGNOLI? DEI FIGLI DI PUTTANA") - VIDEO

DAGOREPORT - LA DISAVVENTURA CHE VIDE GIANNI AGNELLI E IL PLAYBOY GIGI RIZZI FINIRE PER TRE GIORNI IN UNA GALERA FRANCESE - UNA BOMBASTICA STORIA RACCONTATA DA UN EX DIRIGENTE FIAT CHE, VA AMMESSO, NON È SOSTENUTA DA UN DOCUMENTO O INDISCREZIONI GOSSIP - IL FATTACCIO AVVENNE NEL1969 A CAP FERRAT: LA TRUPPA SBRONZA E SU DI GIRI CAPITANATA DA GIGI RIZZI, RINFORZATA DALLA PRESENZA CHIC DELL’AVVOCATO, MISE SOTTOSOPRA UN NIGHT CLUB. CI VOLLE L'INTERVENTO DELLA POLIZIA PER FRENARE LA BABILONIA DEGLI "ITALIENS” - RIZZI E AGNELLI FURONO BECCATI IN POSSESSO DI DOSI DI COCAINA E FINIRONO IN GATTABUIA...

DAGOREPORT – ANCHE ROBERTA METSOLA VA IN PRESSING SU GIORGIA MELONI: LA PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO, RIELETTA CON UNA MAGGIORANZA RECORD DI 562 VOTI, COMPRESI QUELLI DI ECR, OGGI TELEFONERÀ ALLA DUCETTA PER CONVINCERLA A SMETTERLA DI NICCHIARE E APPOGGIARE APERTAMENTE URSULA VON DER LEYEN – LA DUCETTA È CONSAPEVOLE DELL’IMPORTANZA DI NON AUTOESCLUDERSI, MA È TERRORIZZATA DI PERDERE ECR, DALLA REAZIONE DI SALVINI PRONTO A URLARE ALL’INCIUCIO CON I SOCIALISTI E DALLO ZOCCOLO POST-FASCIO DEL SUO ELETTORATO, DA SEMPRE EURO-SCETTICO – BIDEN O TRUMP? CHIUNQUE VINCA, PER L’UE È FINITA LA PACCHIA DELLA SICUREZZA MILITARE PAGATA DAGLI USA...

DAGOREPORT – LA RESA DEI CONTI TRA BIDEN E OBAMA ARRIVERÀ A FINE LUGLIO, QUANDO SI TIRERANNO LE SOMME SULLA PENURIA DI DONAZIONI: ANCHE UN EVENTUALE SUCCESSO IN POLITICA INTERNAZIONALE (LA TREGUA A GAZA) RISCHIA DI NON ESSERE RISOLUTIVO PER “SLEEPY JOE” – I SONDAGGI CONTINUANO A FOTOGRAFARE UN TESTA A TESTA CON TRUMP: L’ATTENTATO AL TYCOON NON HA SMOSSO TROPPI CONSENSI. ORMAI L’AMERICA, SEMPRE PIÙ POLARIZZATA, RAGIONA SU ALTRI SCHEMI - IN UN PAESE CON 330 MILIONI DI ABITANTI E 450 MILIONI DI ARMI PUO' SUCCEDERE DI TUTTO…

FLASH! - STRANE COPPIELETTERA43 SI È OCCUPATA DELL’OSCURA STORIA AMBIENTATA A CATANIA NEL MONDO DELLA FILIERA DI FORNITURA DELLA RETE - INCHIESTA CHE HA PORTATO AI DOMICILIARI DOMENICO LOMBARDO, COGNATO DI SALVATORE TURRISI, NUMERO 1 DI SIELTE, SOCIETÀ CHE SI OCCUPA DI IMPIANTI TELEFONICI - SORPRESA: CHI SPUNTA, COME UN CONIGLIO DAL CILINDRO, PER DIFENDERE L’IMMAGINE DELL’AZIENDA (E DI TURRISI)? L’INARRESTABILE PIERRE E LOBBISTA FRANCESCA IMMACOLATA CHAOUQUI, CHE DA TEMPO SEGUE SIELTE…