"SCUSATE, HO MENTITO PER 13 ANNI" – IL MOTO D’ORGOGLIO DI TRE GIORNALISTE TELEVISIVE IRANIANE CHE, STUFE DI FARE PROPAGANDA A KHAMENEI LASCIANO IL LORO LAVORO. LA GOCCIA CHE HA FATTO TRABOCCARE IL VASO SONO STATE LE BUGIE SULL’ABBATTIMENTO DELL’AEREO UCRAINO – MATTIA FELTRI: “NELL’OSCENA DITTATURA MASCHILISTA DELLA SHARIA, LE GRANDI VITTIME SONO LORO. OGNI TANTO BISOGNEREBBE ANDARE SU INTERNET A GUARDARE LE FOTO DELLE IRANIANE PRIMA DELLA RIVOLUZIONE DEL ’79, CON LE MINIGONNE, I BIKINI E…”

Condividi questo articolo


 

 

donne iraniane prima della rivoluzione 4 donne iraniane prima della rivoluzione 4

1 – #METOO

Mattia Feltri per “la Stampa”

 

All' alba degli anni Venti una donna iraniana si ribella e urla la sua libertà, e si strappa il velo davanti a un mullah che la stava rabbiosamente invitando a sistemarselo meglio. Ora questa donna è molto meno sicura e solo un po' più libera, ma lasciamo perdere cose più grandi di noi.

donne iraniane prima della rivoluzione 3 donne iraniane prima della rivoluzione 3

Bisognerebbe ricordare le donne iraniane degli anni Venti, ma del secolo scorso, del Novecento, quelle dell' Association of patriotic women che si strappavano il velo in piazza per urlare la loro, di libertà, e a metà degli anni Trenta ottennero dallo scià il diritto al capo scoperto.

 

gelare jabbari gelare jabbari

Cent' anni dopo siamo ancora lì. Ogni tanto bisognerebbe andare su Internet a guardare le foto delle donne iraniane prima della rivoluzione teocratica del '79, con le loro minigonne, i loro bikini, i sandali, gli shorts, le acconciature accattivanti, verrebbe da dire l' intero armamentario occidentale, se non fosse che l' Iran ebbe il suo primo ministro donna nel '68, otto anni prima dell' Italia, che dunque a un certo punto progredì e diventò un po' iraniana.

 

saba rad 1 saba rad 1 donne iraniane prima della rivoluzione donne iraniane prima della rivoluzione

Il Guardian ha dato notizia delle dimissioni di tre giornaliste della tv di Stato, stanche di raccontare menzogne di regime. Un pensiero va sempre a Marjane Satrapi, finita in carcere per una vignetta, o a Nasrin Sotoudeh, avvocatessa dei diritti umani e perciò condannata a trentatré anni di reclusione e a tante altre che, sempre di più e sempre più spesso, salgono alla prima fila della protesta perché, nell' oscena dittatura maschilista della sharia, le grandi vittime sono loro. Non servirà a nulla, ma per una volta dico #metoo.

 

2 –  'SCUSATE HO MENTITO', LASCIANO TRE GIORNALISTE TV IRANIANE

Da www.ansa.it

 

gelare jabbari 4 gelare jabbari 4 ALI KHAMENEI ALI KHAMENEI

La giornalista iraniana Gelare Jabbari ha scelto Instagram: "Scusatemi, ho mentito per 13 anni". Zahra Khatami ha prima ringraziato "grazie per avermi accettata come anchor fino ad oggi", poi l'addio: "Non tornerò mai più in tv. Perdonatemi". E la sua collega della rete pubblica iraniana Irib, Saba Rad, ha fatto altrettanto: "Grazie per il sostegno in tutti questi anni di carriera. Annuncio che dopo 21 anni di lavoro in radio e tv non posso continuare a lavorare nei media. Non posso".

 

donne iraniane prima della rivoluzione 2 donne iraniane prima della rivoluzione 2

All'indomani dall'abbattimento dell'aereo ucraino la cui responsabilità era stata in un primo momento negata da parte del regime di Teheran, in Iran sembra essere in corso una sorta di "crisi di coscienza" fra i giornalisti, scrive il Guardian nel riportare la decisione comunicata nel giro di pochi giorni dalle tre giornaliste iraniane. Una crisi - prosegue il quotidiano britannico - che ha portato anche alcune delle agenzie di stampa considerate più vicine al regime, a dar conto delle proteste di piazza o almeno a cominciare a menzionare ipotesi su un potenziale insabbiamento.

saba rad 2 saba rad 2

 

l'aereo ucraino abbattuto dal regime iraniano 1 l'aereo ucraino abbattuto dal regime iraniano 1

Intanto, l'Associazione dei giornalisti iraniani di base a Teheran - aggiunge il Guardian - ha diffuso un comunicato in cui sottolinea come il Paese stia assistendo al "funerale della fiducia pubblica" che sta danneggiando la già traballante reputazione dei media ufficiali in Iran.

gelare jabbari 1 gelare jabbari 1 saba rad saba rad gelare jabbari 3 gelare jabbari 3 proteste a teheran proteste a teheran manifestanti a teheran manifestanti a teheran manifestanti a teheran 1 manifestanti a teheran 1 manifestante a teheran tira via un poster di soleimani 1 manifestante a teheran tira via un poster di soleimani 1 gelare jabbari 2 gelare jabbari 2 donne iraniane prima della rivoluzione 1 donne iraniane prima della rivoluzione 1 zahra khatami zahra khatami saba rad 3 saba rad 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DAGOREPORT! IO SO’ GIORGIA E TU NON SEI NESSUNO - TRA INTERVISTE SU CORRIERE E REPUBBLICA E POST SU FACEBOOK, MELONI HA VOLUTO RIBADIRE CHE IL NOMIGNOLO DI DUCETTA SE L’È PROPRIO MERITATO. IN CAMPO CI SONO SOLO IO, IO, IO E IL GOVERNO MIO. TUTTE LE SPARATE DI SALVINI (MAI CITATO NELLE INTERVISTE, AL PARI DI BERLUSCONI) SE LE È INTESTATE (DAL NO-POS FINO A 60 EURO AL TETTO AL CONTANTE) PER RIBADIRE CHE IL SUO GOVERNO È UNITO. E LEI DEVE ESSERE IL CAPO. E LO FA CON IL CIPIGLIO CON CUI WANNA MARCHI DECANTAVA LE SUE "OFFERTE". "D'ACCORDO?!" - MA ANCHE LA DUCETTA HA COMMESSO UN MADORNALE ERRORE POLITICO: L’INCONTRO FACCIA A FACCIA CON CICCIO CALENDA…

business

MI È SCAPPATO UN CETO (MEDIO) – STEFANO LEPRI RISPONDE A MASSIMO GIANNINI, CHE IERI IN UN EDITORIALE AVEVA PARLATO DEL “CETO MEDIO TRADITO”: “NEGLI ULTIMI 30 ANNI I REDDITI CHE DAVVERO SI SONO ABBASSATI SONO QUELLI DEI GIOVANI. SONO STATI INVECE PROTETTI I REDDITI DEGLI ANZIANI. DUE ESEMPI DI CETO MEDIO POSSONO ESSERE UN COMMERCIANTE E UN IMPIEGATO: IL PRIMO PAGA MOLTE MENO TASSE, LAMENTANDOSENE PERÒ PIÙ DEL SECONDO CHE SUBISCE TRATTENUTE A CUI HA FATTO L'ABITUDINE. PUÒ CAPITARE CHE A LAVORI CON MAGGIOR PRESTIGIO SOCIALE CORRISPONDANO REDDITI PIÙ BASSI. DAVVERO, CHE COSA INTENDIAMO PER CETO MEDIO?”

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

COPRITEVI, STA ARRIVANDO UN'ONDATA DI INFLUENZA “AUSTRALIANA”: NELLA SETTIMANA DAL 20 AL 27 NOVEMBRE, E' STATO COLPITO IL 13% DEGLI ITALIANI COME CI PROTEGGE? CON I FARMACI ANTIPIRETICI, PER FAR ABBASSARE LA FEBBRE. NON SONO INDICATI GLI ANTIBIOTICI PERCHÉ L'INFLUENZA È UNA MALATTIA VIRALE, NON BATTERICA. POSSONO ESSERE UTILI SEDATIVI PER LA TOSSE E AEROSOL - I SINTOMI TIPICI DELL'INFLUENZA SONO TRE: FEBBRE ALTA, TOSSE E DOLORI MUSCOLARI - LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE GUARISCE IN 7-10 GIORNI…