"SONO MORTA E POI RISORTA" - A BALTIMORA, NEGLI STATI UNITI, UNA DONNA HA AVUTO UN ARRESTO CARDIACO ED E' RIMASTA SENZA BATTITO PER 45 MINUTI - MA I MEDICI NON SI SONO ARRESI E HANNO CONTINUATO A RIANIMARLA - INCREDIBILMENTE NON HA RIPORTATO DANNI CEREBRALI - MENTRE LEI LOTTAVA TRA LA VITA E LA MORTE, NELLA STANZA ACCANTO LA FIGLIA SUBIVA UN CESAREO D'URGENZA DOPO 39 ORE DI TRAVAGLIO E...

-

Condividi questo articolo


Dagotraduzione dalla Cbs

 

Kathy Patten Kathy Patten

Durante il fine settimana del 4 luglio l’americana Kathy Patten ha assistito a un doppio miracolo. Mentre stava giocando a golf ha ricevuto una chiamata dalla figlia: era appena entrata in travaglio. Così la donna si è precipitata al Greater Baltimore Medical Center, ma mentre era accanto alla figlia, ha avuto un attacco di cuore. Pochi minuti dopo, era clinicamente morta: niente più battito, né pressione sanguigna, né ossigeno al cervello.

 

I medici non si sono arresi e hanno continuato a rianimarla. Dopo 45 minuti, si è svegliata senza danni al cervello e da allora si è completamente ripresa. «Sono così grata che Dio mi abbia dato una seconda possibilità. Sarò solo la persone migliore che posso essere» ha raccontato poi la donna.

 

Stacey, la figlia di Kathy Patten Stacey, la figlia di Kathy Patten

Mentre la donna lottava per la sua vita, la figlia ha subito un cesareo d’urgenza. Dopo 39 ore di travaglio, la nascitura era rimasta bloccata nel canale e non c’era altro modo per farla nascere.

Alora, la nipotina di Kathy Patten Alora, la nipotina di Kathy Patten

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute