IL REGNO UNITO È IN GINOCCHIO E BORIS JOHNSON STA IN VACANZA - IL PRIMO MINISTRO SI GODE LE FERIE DORATE A MARBELLA MENTRE IL SUO PAESE SI TROVA AD AFFRONTARE UNA DRAMMATICA CRISI DEL CARBURANTE E DEGLI APPROVVIGIONAMENTI - PER IMITARE IL SUO IDOLO WINSTON CHURCHILL “BOJO” SI È MESSO PURE A DIPINGERE PAESAGGI – INTANTO, I SUOI MINISTRI BISTICCIANO PER LA RESIDENZA DI CHEVENING, AFFIDATA AL MINISTRO DEGLI ESTERI. MA L’EX CAPO DELLA DIPLOMAZIA BRITANNICA DOMINIC RAAB NON VUOLE CEDERLA AL SUO SUCCESSORE LIZ TRUSS…

-

Condividi questo articolo


 

 

 

1. BORIS JOHNSON IMITA CHURCHILL

Da www.leggo.it

 

boris johnson dipinge a marbella 1 boris johnson dipinge a marbella 1

Bufera su Boris Johnson. Il primo ministro inglese è stato fotografato mentre si dilettava al cavalletto intento a dipingere. Boris Johnson si trova in Spagna e più precisamente a Marbella in una tenuta in collina da 25 mila sterline a settimana, appartenente a Zac Goldsmith.

 

Mentre in Inghilterra viene accusato di essere fuggito all'estero per non essere criticato della crisi che sta colpendo il suo Paese, lui dipinge e si gode la vacanza insieme alla moglie Carrie e al figlio Wilfred.

 

la villa di marbella di zac goldsmith la villa di marbella di zac goldsmith

Boris si trova nella tenuta del collega Tory Zac Goldsmith sulla Costa del Sol, ma è stato preso di mira per aver programmato le sue vacanze in mezzo al caos di casa con l'aumento dei prezzi del gas, gli scaffali vuoti e una pletora di altri problemi che scuotono il Paese, come la mancanza di carburante.

 

 

 

boris johnson mostra il suo talento con la pittura boris johnson mostra il suo talento con la pittura

Il Primo Ministro è stato criticato quando ieri è stato fotografato mentre dipingeva sulla grande terrazza della tenuta estiva.

 

Ma in barba alle critiche, questa mattina è tornato sul balcone della splendida villa per dipingere ancora gli stupendi paesaggi della campagna spagnola.

 

Nel Regno Unito ci si divide tra chi lo vorebbe addirittura dimesso e chi lo difende.

 

A prendere le difese di Boris Johnson ci ha pensato il presidente del partito conservatore Oliver Dowden dichiarando che «il Primo Ministro non è mai veramente lontano dal suo ruolo e dal suo lavoro e che il suo capo rimane completamente impegnato con i problemi del Regno Unito».

 

boris johnson mostra il suo talento con la pittura 2 boris johnson mostra il suo talento con la pittura 2

 

Ha poi aggiunto: «Spero che tutti possano capire il periodo difficile attraversato dal Primo Ministro: ha avuto il Covid-19, ha un nuovo figlio in arrivo e, purtroppo, ha perso sua madre appena poche settimane fa. Quindi questa è solo una breve pausa e tornerà nel Regno Unito, dove mi aspetto di vederlo alla fine di questa settimana».

 

winston churchill pittore winston churchill pittore

Dopo colazione, il leader britannico è ricomparso sul balcone della grande tenuta dove alloggia con la moglie Carrie e il loro giovane figlio Wilfred, trasportato da uno sconosciuto, probabilmente membro della squadra di Downing Street. Il signor Johnson sembra condividere l'hobby con il suo eroe politico, Sir Winston Churchill, un artista dilettante appassionato, che ha creato più di 500 dipinti. Il suo apprezzamento per tali opere d'arte potrebbe essere derivato anche dalla sua defunta madre, Charlotte Johnson Wahl, che era una pittrice.

 

file alle stazioni di servizio in gran bretagna 1 file alle stazioni di servizio in gran bretagna 1

2. I MINISTRI INGLESI LITIGANO PER IL LUSSO DI UNA RESIDENZA

Luigi Ippolito per il “Corriere della Sera”

 

La benzina continua a scarseggiare, gli scaffali dei supermercati sono spesso vuoti, si annuncia un Natale senza regali né tacchino (tutto merito del Covid e della Brexit) e i ministri britannici che fanno? Si accapigliano per il diritto di mettere piede in una della più splendide magioni del Regno (manco fossimo in una puntata di Downton Abbey). 

 

liz truss dominic raab chevening liz truss dominic raab chevening

La contesa riguarda la residenza di Chevening, nel Kent, che è tradizionalmente appannaggio del ministro degli Esteri: senonché Dominic Raab, che era titolare di quel ruolo fino a un mese fa, non vuole cederla a Liz Truss, che pure gli è succeduta nell'incarico. Il motivo è che Dominic, pur demansionato a ministro della Giustizia, ha ricevuto come contentino il titolo - del tutto onorifico - di vice-premier: e allora lui sostiene di essere più importante della povera Liz e di aver ancora diritto alla magione. 

 

liz truss liz truss

Ma la ministra è una tipa tosta ed è andata subito a piantare la bandierina: qualche giorno fa ha convocato a Chevening un summit con i ministri degli Esteri dei Paesi baltici e si è fatta fotografare trionfante nei giardini del palazzo. Il rischio a quel punto era che i due contendenti mettessero mano all'arsenale di centinaia di sciabole e pistole installato nel salone: e allora è intervenuto Boris Johnson, che si è dovuto distrarre dagli ozi che sta trascorrendo a Marbella in questi giorni. 

 

residenza di chevening residenza di chevening

«Il governo del popolo non si occupa di simili quisquilie e pinzillacchere», ha sentenziato il premier, praticamente citando Totò (in inglese): e ha salomonicamente decretato che i due ministri dovranno spartirsi la magione. Una coabitazione che non è nuova: lo stesso Boris, quando era ministro degli Esteri sotto Theresa May, aveva dovuto fare spazio al ministro per la Brexit e a quello per il Commercio internazionale. 

 

liz truss dominic raab residenza di chevening liz truss dominic raab residenza di chevening

D'altra parte, si capisce perché Chevening sia così ambita: costruita nel 1630 dal celebre architetto Inigo Jones, ospita ben 115 stanze ed è circondata da un parco di 14 chilometri quadrati, dove sono sparpagliate 13 pietre tombali di epoca romana. All'interno è collocata una rara collezione di armature spagnole del '500 destinate al comandante dell'Invincibile Armada, sotto le quali Johnson ha lasciato a perenne ricordo le sue scarpette da corsa rosa. 

residenza di chevening residenza di chevening

 

Occupata per secoli dai conti di Stanhope, negli anni 60, alla morte dell'ultimo discendente, passò nelle mani dello Stato a condizione che fosse destinata ad alti dignitari: e negli anni 70 perfino il principe Carlo meditò di stabilire lì la sua residenza. Adesso Raab e Truss dovranno spartirsela, manco fosse un villino in multi-proprietà. Ma resta un dubbio: chi sarà incaricato di stabilire i turni?

dominic raab dominic raab

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“DI MAIO DICE UNA BUGIA E MERITEREBBE UNA QUERELA” - VITTORIO SGARBI SI È INCAZZATO PER LA PAGINE DEL LIBRO DI LUIGINO A LUI DEDICATE: “IO NON HO MAI MALTRATTATO LE DONNE, COME DICHIARA LUI. LA MIA VIOLENZA VERBALE NON È DIRETTA ALLE DONNE IN PARTICOLARE. IO INSULTO TUTTI, SENZA DISTINGUERE UOMINI O DONNE. E POI NON ESISTE NEPPURE UNA FRASE IN CUI IO ABBIA DETTO A DI MAIO CHE È OMOSESSUALE O GAY. PER DI PIÙ IO NON HO MAI USATO LA PAROLA OMOSESSUALE IN SENSO NEGATIVO E TANTO MENO VERSO LUIGI DI MAIO"

business

RETROSCENA SUL NAUFRAGIO MPS-UNICREDIT – CON IL SUO “VAFFA” AL TESORO ANDREA ORCEL AVRA' SALVATO UNICREDIT MA SI È GIOCATO, DOPO MILANO, ANCHE LA BENEVOLENZA DEI PALAZZI ROMANI PER EVENTUALI ACQUISIZIONI, A PARTIRE DA BPM. NON È UN CASO CHE ORCEL ABBIA SPOSTATO ALL’ESTERO LE SUE BRAME: LA FRANCESE SOCIÉTÉ GENERALE E LA SPAGNOLA BBVA – L’IRA DI DRAGHI: IL DG DEL TESORO RIVERA DOVEVA ACCORGERSI PRIMA DEGLI OSTACOLI CHE HANNO FATTO SALTARE LA TRATTATIVA - PATETICO INCONTRO TRA RIVERA E CASTAGNA PER SPINGERE BPM A SCIROPPARSI GLI SCARTI DI MPS RIFIUTATI DA ORCEL - SI APRE LA VIA DEL TERZO POLO?

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute