ROMA BANG BANG! – LA DONNA 81 ANNI MORTA PER UN PROIETTILE VAGANTE CHE L'HA COLPITA AL POLMONE, MENTRE ERA IN AUTO SULLA PRENESTINA, È FINITA PER SBAGLIO IN MEZZO A UNA SPARATORIA TRA PUSHER – È STATO ARRESTATO UN 28ENNE DI ORIGINI SINTI. SECONDO GLI INQUIRENTI, SI VOLEVA VENDICARE DI UN RIVALE ALBANESE PER UNA FAIDA TRA SPACCIATORI DI QUARTIERE, DOPO UNA RISSA IN STRADA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Marco Carta e Romina Marceca per “la Repubblica”

 

uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma

È morta per un proiettile che l'ha colpita a un polmone, vittima per sbaglio. Perché Caterina Ciurleo Anoglia, 81 anni, non era il bersaglio di chi da una Cinquecento rossa, presa a noleggio, ha sparato all'impazzata con una pistola caricata con proiettili calibro 380 auto. L'obiettivo era a bordo di una Polo Volksvagen grigia che seguiva la Smart dove si trovava l'anziana. A 24 ore dalla sparatoria finisce in stato di fermo un ventottenne romano di origini sinti con precedenti, Dante Spinelli.

 

La Dda di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio, le indagini sono state affidate alla squadra Mobile che lavora su una faida tra spacciatori del quartiere. E per tutta la notte i poliziotti hanno fatto perquisizioni tra i lotti popolari delle periferia orientale. Tutto accade alle 17 di giovedì pomeriggio a Ponte di Nona, sulla Prenestina, seconda piazza di spaccio della capitale.

 

uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma

La vittima stava tornando a casa dopo una visita a una conoscente. Alla guida della Smart l'amica Loredana Brugnoli, 63 anni. La sparatoria è avvenuta a pochi metri da un centro commerciale che ha diverse telecamere puntate sulla strada.

Una ha ripreso questa scena: la Cinquecento è arrivata da una traversa che incrocia lo stradone dove si trova il grande magazzino, ha tagliato la strada alla Brugnoli per mettersi in coda alla Polo grigia che seguiva la Smart.

 

Caterina Ciurleo Caterina Ciurleo

La donna al volante ha frenato di colpo, in quel momento dalla Cinquecento sono partiti gli spari. I colpi di pistola sono arrivati alle spalle delle due macchine. Uno ha centrato la Smart, ha trafitto la carrozzeria e ha perforato un polmone di Caterina Ciurleo Anoglia. La sua amica ha iniziato a urlare. «Si è accasciata accanto a me, le macchine ci hanno superate, nel panico ho spento l'auto e ho visto il sangue su Caterina», ha dichiarato ai soccorritori Loredana Brugnoli, illesa ma sotto shock.

 

[…]  A terra sono stati trovati cinque bossoli, in mano agli investigatori però c'è un solo proiettile: quello che ha ucciso l'anziana. Dove sono gli altri quattro? Nessun altro ferito da colpi di pistola si è presentato nelle ultime ore negli ospedali romani.

 

Ma dalle immagini delle telecamere che immortalano anche le targhe, gli investigatori riescono a risalire al ventottenne. Il movente è quello della vendetta: poco prima della sparatoria si sarebbe consumata una rissa. Da una parte i pusher dell'Est, probabilmente albanesi, dall'altra i figli di un boss locale di una famiglia Sinti, che avrebbero avuto la peggio nella scazzottata. Da qui è nata la spedizione punitiva con l'agguato di fuoco. […]

uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma uccisione di Caterina Ciurleo per strada a roma Caterina Ciurleo Caterina Ciurleo

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE