SCARTA LA CARTABIA! LA GIURISTA SI TIRA FUORI DALLA CORSA A PREMIER: "INTENDO PORTARE A TERMINE L'INCARICO ALLA CORTE COSTITUZIONALE" (CHE SI CONCLUDERA’ NEL SETTEMBRE 2020) - LA LISTA DEI NOMI "TERZI" PER COMPATTARE PD E M5s SI FA SEMPRE PIÙ CORTA, CONSIDERANDO CHE L'EX PRESIDENTE ANAC, RAFFAELE CANTONE, È GIUDICATO DAI PENTASTELLATI "RENZIANO" MENTRE RESTA IL NOME DI ENRICO GIOVANNINI…

-

Condividi questo articolo

Stefano Damiano per ilgiornale.it

 

MARTA CARTABIA MARTA CARTABIA

Si accorcia li lista di nomi per la corsa alla presidenza del Consiglio. Marta Cartabia, personalità da molti indicata come estremamente gradita al Quirinale, ha dichiarato, in una nota sintetica, la propria indisponibilità ad una eventuale nomina a Palazzo Chigi.

 

 

"L’incarico alla Corte costituzionale, che mi è stato affidato otto anni fa e che si concluderà nel settembre 2020, richiede grande impegno e responsabilità e intendo portarlo a compimento per il valore che la Costituzione gli attribuisce per la vita del Paese e soprattutto per quella di ogni singola persona", così ha dichiarato in nota il vicepresidente della Consulta.

cartabia cartabia

 

Così la lista dei nomi "terzi" per compattare Partito Democratico e Movimento 5 Stelle si fa sempre più corta, considerando che l'ex presidente Anac, Raffaele Cantone, è giudicato dai pentastellati "renziano" (avendo, dunque, una sorta di veto indiretto sul suo nome) mentre resta il nome di Enrico Giovannini, che negli ultimi tempi è sembrato molto vicino ai temi del sociale affrontati dal M5S, è che ha già ricoperto la carica di presidente dell'Istat ma anche di ministro del Lavoro durante un governo, quello di Enrico Letta, nato a seguito del primo grande rifiuto di collaborazione da parte dei 5Stelle con il Pd (all'epoca guidato da Bersani).

 

Di certo il nome della Cartabia (docente, costituzionalista, vicepresidente della Corte dal 2014 e giudice costituzionale dal 2011) restava quello con la caratteristica di essere super partes e, soprattutto, di essere nome gradito al Presidente Mattarella che già la conosce dai tempi della Consulta.

cartabia mattarella cartabia mattarella

 

Condividi questo articolo

media e tv

MOANA VISTA DA ROCCO SIFFREDI: “ERA POCO INTERESSATA AL SESSO: ERA QUASI ASESSUATA. NON ERA ESTREMA - HO LETTO UN ARTICOLO SU DAGOSPIA, RIPORTAVA IL PENSIERO DI FULVIO ABBATE, SECONDO IL QUALE MOANA ERA “UNA SQUILLO CHE HA CHE HA AVUTO LA FORTUNA DI DIVENTARE UNA DIVA”. NON SONO D’ACCORDO. BATTEVA CHIUNQUE IN CLASSE - MA È DIFFICILE PARAGONARLA ALLE ALLE PERFORMANCE DI OGGI. AD ESEMPIO: MALENA SE LA MANGIA. LE SCENE CON LEI ANDAVANO COSÌ: CI SI INCONTRAVA SUL SET, LEI ERA GIÀ SDRAIATA SUL FIANCO, NUDA E…”

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute