SIAMO UOMINI O CAPORALI? – UN BRACCIANTE CHE LAVORAVA IN NERO È MORTO PER IL CALDO MENTRE RACCOGLIEVA MELONI A GIUGLIANO, IN PROVINCIA DI NAPOLI – L’UOMO È È UN 55ENNE ITALIANO, E ORA SARÀ ESEGUITA UN’AUTOPSIA SUL SUO CORPO PER CAPIRE LE CAUSE DEL DECESSO – IL DATORE DI LAVORO È STATO DENUNCIATO PER OMICIDIO COLPOSO…

-

Condividi questo articolo

Da www.ilfattoquotidiano.it

braccianti 5 braccianti 5

 

Utilizzo di manodopera non in regola, omicidio colposo e violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro. Sono i reati per cui è stato denunciato il datore di lavoro di un bracciante che lavorava in nero e morto probabilmente per il caldo torrido mentre raccoglieva meloni sotto una serra. L’uomo, 55 anni, italiano, ha avuto un malore ed è deceduto subito dopo. La vittima si trovava in una azienda agricola all’estrema periferia di Giugliano, in provincia di Napoli. Il fatto è accaduto mercoledì scorso ma se ne è avuta notizia solo oggi.

 

braccianti 3 braccianti 3

La salma del bracciante è stata trasferita all’Istituto di medicina legale dell’università “Federico II”, dove sarà eseguito l’autopsia. Le indagini sono condotte dai carabinieri della caserma di Varcaturo, coordinati dal maresciallo Procolo Petrungaro. I militari dell’Arma insieme a quelli del nucleo dell’ispettorato del lavoro, hanno sanzionato l’imprenditore agricolo anche per irregolarità relative alla norme igienico-sanitarie.

braccianti 2 braccianti 2 caporalato 3 caporalato 3 caporalato caporalato braccianti braccianti caporalato 2 caporalato 2 braccianti 4 braccianti 4 caporalato 1 caporalato 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute