UNA SLAVINA FRANA SU PUTIN – VIDEO CHOC: LA GIORNALISTA IRINA SLAVINA SI È UCCISA DANDOSI FUOCO DAVANTI ALLA POLIZIA A NIZHNY NOVGOROD. OVVIAMENTE PRIMA ACCUSA PUTIN SU FACEBOOK: “PER LA MIA MORTE INCOLPATE PER FAVORE LA FEDERAZIONE RUSSA” – IN PASSATO AVEVA GUIDATO PROTESTE ANTI-CREMLINO E LE ERA STATA PERQUISITA CASA, MA SECONDO IL GOVERNO NON ERA NÉ SOSPETTATA NÉ INDAGATA

-

Condividi questo articolo





 

Giuseppe Agliastro per “la Stampa”

irina slavina 5 irina slavina 5

 

La giornalista russa Irina Slavina si è uccisa dandosi fuoco davanti al comando di polizia della sua città, Nizhny Novgorod: un gesto estremo, che potrebbe essere la tragica conseguenza di una vera e propria persecuzione subita dalla reporter per la sua attività da giornalista non allineata nella Russia di Putin.

 

In questi anni, tanti giornalisti e dissidenti sono stati uccisi o aggrediti in Russia. Irina si è suicidata, ma prima di farlo ha puntato il dito contro lo Stato e secondo molti osservatori rientra anche lei nella lunga lista delle vittime delle persecuzioni politiche in Russia. «Hanno fabbricato un caso penale con un'accusa politica.

 

irina slavina si da' fuoco irina slavina si da' fuoco

Ieri le hanno perquisito la casa, segando le porte e sequestrando i computer. L'hanno assolutamente portata al suicidio», ha commentato Aleksey Navalny, il numero uno degli oppositori di Putin adesso in convalescenza a Berlino dopo un sospetto avvelenamento per il quale gli occhi sono tutti inevitabilmente puntati sul Cremlino.

 

Il giorno prima del suicidio, la reporter aveva infatti denunciato che la polizia aveva fatto irruzione nel suo appartamento portando via computer, cellulari e altre apparecchiature, compresi il portatile di sua figlia e il telefonino di suo marito. Il Comitato Investigativo russo si è subito affrettato ad assicurare che Irina non si è tolta la vita per le perquisizioni.

 

«Non era né sospettata né indagata, ma solo una testimone» di un'inchiesta, dichiarano le autorità. Ma in Russia il passo da testimone a imputato può essere molto breve, e soprattutto un post pubblicato dalla giornalista poco prima di uccidersi pare smentire decisamente le rapide conclusioni ufficiali: «Per la mia morte incolpate per favore la Federazione Russa», aveva infatti scritto Slavina su Facebook. Irina in passato era stata condannata a pagare multe salate.

 

irina slavina si da' fuoco 2 irina slavina si da' fuoco 2

Una volta per una battuta su internet considerata «oltraggio alle autorità», un'altra volta per aver guidato un piccolo corteo in memoria del dissidente Boris Nemtsov, freddato a colpi di pistola praticamente sotto le mura del Cremlino. Ma che cercava ora la polizia a casa sua? Secondo la reporter, «opuscoli, volantini e conti» del gruppo d'opposizione Open Russia, e si sospetta che nell'ambito della stessa inchiesta siano stati perquisiti anche gli uffici del vice presidente della sezione locale del partito d'opposizione Yabloko e di altri tre attivisti.

irina slavina si da' fuoco 3 irina slavina si da' fuoco 3

 

Si tratta di un elemento molto importante. Open Russia è infatti un'organizzazione fondata dall'ex oligarca anti-Putin Mikhail Khodorkovsky, che ha trascorso dieci anni dietro le sbarre per una condanna che molti considerano di matrice politica e ora vive a Londra. Il ramo britannico di Open Russia è stato bollato come «ente indesiderato» ed è ora nella lista nera del Cremlino.

 

caserma di nizhny novgorod caserma di nizhny novgorod

«Non ho nulla a che fare con Open Russia», aveva spiegato la reporter alla testata The Insider raccontando del raid della polizia a casa sua. «Dicono che Open Russia finanzi le proteste a Nizhny Novgorod contro lo sviluppo predatorio e peggiorativo di una delle aree verdi più rappresentative della città, il Parco Svizzero», ma «la gente - aveva sottolineato Irina - va lì del tutto spontaneamente e ogni martedì forma una catena umana». Irina Slavina era la direttrice di una piccola testata online locale, Koza.Press, scriveva delle proteste e, contrariamente a molti media regionali russi, dava voce anche all'opposizione. «Come giornalista, non posso ignorare questi eventi», aveva chiarito prima di uccidersi.

irina slavina si da' fuoco 1 irina slavina si da' fuoco 1 fiori per irina slavina fiori per irina slavina irina slavina si da' fuoco 4 irina slavina si da' fuoco 4 irina slavina 2 irina slavina 2

 

 

Condividi questo articolo



media e tv

politica

CONTE NEL BUNKER – PIETRO SALVATORI TWEET: ‘’APPENA CONTE HA FINITO DI PRESENTARE I 5 VICEPRESIDENTI DELLA SEGRETERIA (TAVERNA, TURCO, RICCIARDI, TODDE E GUBITOSA), CIRCA LA METÀ DEI PARLAMENTARI PRESENTI SI È ALZATA E SE NE È ANDATA” – FATTI FUORI APPENDINO, CRIMI E AZZOLINA – COME UN DE LUCA, SPADAFORA GLI DÀ DELLA MEZZA PIPPA - È SOPRATTUTTO LA COATTA DIVA TAVERNA, CHIAMATA ADDIRITTURA A ESSERE VICARIA, A SCONTENTARE I PARLAMENTARI PIÙ GIOVANI: “SE È LEI CHE DEVE RAPPRESENTARE IL NUOVO CORSO DELLA GENTILEZZA NEL DIALOGO SIAMO A POSTO”

business

cronache

sport

NEANCHE CON MOURINHO SONO FINITE LE FIGURE DI MERDA DELLA ROMA IN EUROPA – I CARNEADI NORVEGESI DEL BODO GLIMT (NON LO UNITED, IL BAYERN O IL BARCELLONA) RIFILANO 6 PERE AI GIALLOROSSI IN CONFERENCE LEAGUE. LA COLPA NON SARA’ ANCHE QUI DI ORSATO? AVEVA RAGIONE MOU A LAMENTARSI DELLA ROSA: LA ROMA NON HA RICAMBI ALL’ALTEZZA – IL FUORIONDA DI MANCINI: " QUESTA TRASFERTA È UNA PENITENZA PER IL CAMPIONATO DI MERDA DELL'ANNO SCORSO" – LA STORIA DEI GRANDI SPAZZOLINI DA DENTI DEI TIFOSI DEL BODO

cafonal

viaggi

salute