SPAZIO DI LUSSO - APRE LE PORTE, AL MOMENTO SOLO VIRTUALMENTE, IL PRIMO HOTEL DI LUSSO PER LO SPAZIO: SI CHIAMA AURORA, ED È UNA STAZIONE SPAZIALE COMMERCIALE CHE PROMETTE VACANZE “FUORI DAL MONDO” PER TURISTI MOLTO FACOLTOSI A PARTIRE DAL 2023 – IL PROGETTO È ANCORA IN CERCA DI FINANZIATORI E GLI IDEATORI HANNO DECISO DI SVELARNE IL DESIGN FUTURISTICO PER... (VIDEO)

-

Condividi questo articolo

 

Da "www.ansa.it"

 

aurora 9 aurora 9

Apre le sue porte (al momento solo nella realtà virtuale) il primo hotel di lusso per lo spazio: si chiama Aurora, ed è una stazione spaziale commerciale che promette vacanze 'fuori dal mondo' per turisti molto facoltosi a partire dal 2023.

 

Progettata dalla startup californiana Orion Span, è ancora in cerca di finanziatori: proprio per aiutare la raccolta fondi che stenta a decollare, l'azienda ha deciso di svelare in un video su Youtube gli interni dal design futuristico che accoglieranno i sei ospiti. L'obiettivo è offrire 12 giorni di viaggio a 320 chilometri di altezza, con la possibilità di coltivare piante, giocare a ping pong, fare sport e ammirare dagli oblò ben 16 albe al giorno. Il tutto alla 'modica' cifra di 9,5 milioni di dollari.

aurora 8 aurora 8

 

Grande quanto un jet privato, con una larghezza di circa 3,5 metri e una lunghezza di 10, la stazione Aurora ha una struttura modulare che ricorda quella della Stazione spaziale internazionale (Iss). I sei turisti potranno salire a bordo dopo un mini-addestramento di tre mesi.

 

aurora 4 aurora 4

Una volta in orbita, potranno sperimentare il volo a gravità zero, osservare la propria città di provenienza da una prospettiva unica e partecipare a veri esperimenti scientifici, proprio come gli astronauti della Iss. Potranno perfino coltivare frutta e verdura da mangiare e da riportare sulla Terra come souvenir, restando sempre in contatto con i propri cari grazie a connessioni internet ad alta velocità

aurora 6 aurora 6 aurora 1 aurora 1 aurora 3 aurora 3 aurora 5 aurora 5 aurora 2 aurora 2 aurora 7 aurora 7

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute