STRAGE DI VIAREGGIO, LA PROCURA DI FIRENZE CHIEDE 15 ANNI DI CONDANNA PER MAURO MORETTI – IN PRIMO GRADO ERA STATO CONDANNATO A 7 ANNI PER L’INCIDENTE IN CUI MORIRONO 32 PERSONE – L’EX CAPO DELLE FERROVIE: “RINUNCIO ALLA PRESCRIZIONE, PERCHÉ RITENGO DI ESSERE INNOCENTE E PER RISPETTO DELLE VITTIME”

-

Condividi questo articolo

Da www.ansa.it

 

MAURO MORETTI MAURO MORETTI

La procura generale di Firenze ha chiesto 15 anni e 6 mesi di condanna per Mauro Moretti, sia come ad di Rfi sia come ad di Fs (per questa parte fu assolto in primo grado dove fu condannato a 7 anni) in relazione alla strage ferroviaria di Viareggio del 2009 che causò 32 morti. Chiesti inoltre 14 anni e 6 mesi per Michele Mario Elia (ex ad Rfi) e 7 anni e 6 mesi per Vincenzo Soprano (ex ad Trenitalia). Le richieste considerano 6 mesi di taglio per la prescrizione di alcuni reati.

 

strage viareggio10 strage viareggio10

"Ho preso atto di quello che ha detto il procuratore, sono parecchi anni che si discute in merito alla prescrizione e sono stato spesso portato a bersaglio, per la prescrizione, per i fatti di Viareggio. Rinuncio alla prescrizione, lo faccio per rispetto delle vittime, dei familiari delle vittime e del loro dolore. Lo faccio perché ritengo di essere innocente", ha detto Mauro Moretti al processo di appello a Firenze parlando in udienza alla corte.

strage viareggio1 strage viareggio1 strage viareggio5 strage viareggio5 Strage Viareggio Strage Viareggio strage viareggio12 strage viareggio12 strage viareggio11 strage viareggio11 Strage Viareggio Strage Viareggio Strage Viareggio Strage Viareggio strage viareggio1 strage viareggio1 strage viareggio13 strage viareggio13 strage viareggio2 strage viareggio2 Strage Viareggio Strage Viareggio strage viareggio strage viareggio mauro moretti mauro moretti

 

Condividi questo articolo

media e tv

IO LO CONOSCO BENE - LUCA BOTTURA: “QUANDO LAVORAVO A “QUELLI CHE”, LA PADANIA DI GIGI MONCALVO CI ATTACCAVA OGNI GIORNO E ARRIVÒ A INSINUARE CHE GENE GNOCCHI FACESSE USO DI DROGHE. POCHI GIORNI DOPO, MONCALVO DIVENNE IL NOSTRO CAPOSTRUTTURA E SI PRESENTÒ AL GRUPPO DI LAVORO, GENE COMPRESO, CON RARA CORDIALITÀ. QUESTO PER DIRE CHE LA SUA DENUNCIA AI DANNI DELL'EX REDATTORE PADANO SALVINI, TACCIATO IERI SERA A 'REPORT' DI FALSIFICARE FOGLI-PRESENZE E RIMBORSI SPESE, VA PRESA CON LE MOLLE…” - LA RISPOSTA DI MONCALVO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute