TOTTI-ILARY, LA PALLA PASSA AL GIUDICE – NON CI SARA’ NESSUN ACCORDO PACIFICO: PER LA SEPARAZIONE SI VA A FEBBRAIO IN TRIBUNALE. L'EX COPPIA, CHE VIVE DA SEPARATA IN CASA NELLA MEGA VILLA ALL'EUR, NON È RIUSCITA A TROVARE UN PUNTO DI INCONTRO. I DUE SI PARLANO A MALAPENA QUANDO SI INCONTRANO NEI CORRIDOI – INTANTO DOMANI CI SARA’ UNA SORTA DI ANTIPASTO CON L'UDIENZA AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA PER DISCUTERE DELLE BORSETTE E DELLE SCARPE DELLA CONDUTTRICE E DEL RATTO DEI ROLEX DEL CALCIATORE…

-

Condividi questo articolo


Andrea Ossino Giuseppe Scarpa per “la Repubblica - Edizione Roma”

 

TOTTI ILARY LA GUERRA DEI ROLEX TOTTI ILARY LA GUERRA DEI ROLEX

Un accordo pacifico non ci sarà. Francesco Totti e Ilary Blasi percorreranno la strada della separazione giudiziale. Niente soluzione condivisa. Il clima si è avvelenato.

 

E sebbene l'ex coppia viva cordialmente da separata in casa - nella mega villa all'Eur - non si è riusciti a trovare un punto d'incontro. I due si parlano a malapena quando si incontrano nei corridoi. Troppe fughe di notizie. Troppi veleni sparsi anche da chi vive attorno all'ex coppia. Troppo difficile trovare un equilibrio. E così la palla passerà al giudice.

 

Conoscendo i tempi della giustizia italiana a febbraio, con ogni probabilità, verrà fissata la prima udienza. I legali dell'eterno capitano della Roma depositeranno a breve l'atto che prelude ad incardinare il procedimento civile. Il magistrato dovrà decidere sui tre temi su cui, gli ex coniugi, non sono riusciti a trovare un'intesa: l'assegno ai figli, l'amministrazione della villa a Roma Sud e soprattutto la gestione dei loro tre ragazzi. Solo su quest' ultimo punto Totti e Blasi aveva trovato un compromesso. Si chiude, così, un primo capitolo. I due, in questo modo, mettono un punto ad una storia che avrà sicuramente altri risvolti.

ILARY BLASI ILARY BLASI

 

Intanto gli avvocati di Blasi e Totti, affilano le armi per un primo incontro. Un match che li vedrà contrapporsi domani. A rappresentare la showgirl ci sarà l'avvocato Alessandro Simeone, per l'ex numero 10 giallorosso i legali Antonio Conte e Annamaria Bernardini de Pace. Si tratta dell'udienza al tribunale civile di Roma per discutere delle borsette e delle scarpe della conduttrice e dei Rolex del calciatore. I due si sarebbero appropriati degli accessori e gioielli dell'altro. In una sorta di ripicca. Si tratta, però, di un'altra vicenda, di un altro procedimento rispetto a quello principale che partirà a febbraio e tratterà il cuore del caso Totti-Blasi. Ovvero la separazione.

 

Ad ogni modo il 14 ottobre iniziano le prime e preliminari querelle giudiziarie.

 

ILARY BLASI ROLEX ILARY BLASI ROLEX

Nell'inventario che Blasi ha consegnato al giudice che si occuperà della restituzione dei beni ci sono anche gioielli e scarpe. Totti, all'indomani di quello che lui definisce come una sorta di ratto dei Rolex che la presentatrice televisiva avrebbe prelevato da una cassetta di sicurezza comune, avrebbe raccolto e nascosto diversi beni della (quasi) ex moglie.

Una cabina armadio praticamente svuotata.

 

Un centinaio di paia tra décolleté e sandali firmati Jimmy Choo, Amina Muaddi, Chanel, Le Silla, Casadei. Oltre alle sneakers marchiate Gucci. Alcune di queste arrivano a costare anche quattromila euro. E anche queste sono tutte sparite. E poi alcuni preziosi. Una mossa che l'ex capitano della Roma avrebbe adottato nella speranza di riottenere i suoi orologi che la Blasi avrebbe preso facendosi accompagnare in banca dal padre. Per riottenere ciò che è suo, la show girl ha bussato alla porta del tribunale civile di Roma. Domani inizierà la prima di una serie di partite da giocare al civile. Il tutto in attesa dell'inizio della causa di separazione.

ilary blasi davanti al negozio di rolex 6 ilary blasi davanti al negozio di rolex 6 MEME SUI ROLEX RUBATI DA ILARY BLASI A TOTTI MEME SUI ROLEX RUBATI DA ILARY BLASI A TOTTI MEME SULL INTERVISTA DI TOTTI AL CORRIERE MEME SULL INTERVISTA DI TOTTI AL CORRIERE ILARY BLASI SCARPE 5 ILARY BLASI SCARPE 5

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

PERCHÉ RENZI SI È TRASFORMATO IN UN ARIETE LANCIATO CONTRO I SERVIZI SEGRETI? - IL LEGALE DEL “PATRIOTA DI RIGNANO”, LUIGI PANELLA, GIÀ DIFENSORE DELLO 007 MARCO MANCINI SINO AL 2014, STA PROVANDO A IMBASTIRE UN PROCESSO PER LA NOSTRA INTELLIGENCE, “COLPEVOLE” DI AVER PREPENSIONATO NEL 2021 IL DIRIGENTE DEL DIS PROPRIO A CAUSA DI QUELL’INCONTRO ALL’AUTOGRILL PROBABILMENTE NON SUFFICIENTEMENTE MOTIVATO TRA UN LEADER DI PARTITO E UN CAPO REPARTO DEL DIS - PARLA L’UOMO CHE A “REPORT” HA CONFERMATO L’IDENTITÀ DI MANCINI: “LE SUE AMBIZIONI ERANO NOTE..”

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO A MISURA DUOMO - PORTALUPPI CHIAMA, MILANO RISPONDE! IN CINQUECENTO SI SONO SCAPICOLLATI PER FESTEGGIARE L’USCITA DEL LIBRO ‘’PIERO PORTALUPPI’’, L’ARCHITETTO CHE HA CAMBIATO CON I SUOI LAVORI LA FACCIA DELLA CAPITALE LOMBARDA - IN CASA DEGLI ATELLANI, IL GIOIELLO RINASCIMENTALE TRASFORMATO UN SECOLO FA DA PORTALUPPI, PIERO MARANGHI, CURATORE DELL’OPERA, HA ACCOLTO GIBERTO ARRIVABENE E BIANCA D’AOSTA, TOMMASO SACCHI E CHIARA BAZOLI, NICOLA PORRO E STEFANO BARTEZZAGHI, VERONICA ETRO E MARCO BALICH, BARNABA FORNASETTI E MICHELA MORO…

viaggi

salute