LA TRAGICA FINE DI RAFFAELE LIOCE: L’UOMO, 80 ANNI, È STATO RITROVATO SENZA VITA NELLA SUA CASA DI FOGGIA, SEPOLTO DA UNA MONTAGNA DI OGGETTI CHE HA ACCUMULATO PER ANNI – L’80ENNE ERA SCOMPARSO DA TRE MESI, LA POLIZIA LO AVEVA CERCATO IN CASA MA GLI AGENTI NON L'HANNO TROVATO, FINO A QUANDO L’APPARTAMENTO NON È STATO SGOMBERATO – L’ANZIANO NON AVEVA RAPPORTI CON LA FAMIGLIA DA ANNI E DEL SUO CASO SI ERA OCCUPATO ANCHE "CHI L'HA VISTO?"

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Luca Pernice per www.corriere.it

 

RAFFAELE LIOCE RAFFAELE LIOCE

Lo cercavano da tre mesi, lo hanno trovato in casa: era morto, sotto una montagna di oggetti accumulati nel corso degli anni. È la tragica fine di Raffaele Lioce, l’uomo di 80 anni, di Foggia, noto come un accumulatore seriale la cui scomparsa era stata denunciata a dicembre scorso da alcuni vicini.

 

Il corpo dell’uomo è stato trovato nella sua abitazione, in via Mazzini, nel centro di Foggia sotto uno strato di indumenti e altro materiale che l’anziano raccoglieva e accumulava nella sua abitazione. La scoperta è stata fatta da chi era incaricato di sgomberare l’appartamento che si trova al terzo piano di una palazzina di via Mazzini.  […]

 

CASA DI RAFFAELE LIOCE CASA DI RAFFAELE LIOCE

La porta dell’abitazione dell’anziano era rimasta aperta. Subito dopo la denuncia, le forze dell’ordine erano più volte entrati in casa, ma non lo avevano trovato. Il 17 febbraio i vigili del fuoco hanno compiuto un primo sopralluogo riuscendo a fatica a farsi largo tra gli oggetti accatastati in ogni stanza dell'appartamento, circa 120 metri quadrati, quattro vani. Per le condizioni in cui versava la casa c’era stata anche una segnalazione al Comune di Foggia. 

RAFFAELE LIOCE - CHI L HA VISTO 1 RAFFAELE LIOCE - CHI L HA VISTO 1

 

Il corpo è stato trovato nella sua camera da letto completamente coperto del materiale raccolto.  Raffaele, ex giocatore di hockey ed ex impiegato delle Poste, da anni non aveva più rapporti con la moglie e i due figli. […]

RAFFAELE LIOCE - CHI L HA VISTO RAFFAELE LIOCE - CHI L HA VISTO RAFFAELE LIOCE RAFFAELE LIOCE

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE